Erbe infestanti

Centocchio comune (Stellaria media)

Famiglia: Caryophyllaceae ( Cariofillacee )

La famiglia delle Cariofillacee è caratterizzata da una infinita molteplicità di forme. Molte specie crescono sui terreni coltivati. 16 di queste sono qui descritte. Il loro aspetto è molto cangiante: si passa dal Centigrani ( Scleranthus ) dall' infiorescenza poco appariscente e verde al Gittaione ( Agrostemma ) dal color viola molto vistoso. Loro punti in comune: le foglie opposte piu' o meno regolari o lanceolate. Sono descritte le seguenti specie: A) Piante molto ramificate e rampicanti. 1. Foglie sub - lobate o lineari: Minuartia tenuifolia Scleranthus annuus Centigrani Spergula arvensis Spergola arvense Spergularia segetalis Gypsophila muralis Gipsofila dei muri 2. Foglia lanceolate o ovoidali, a punta: Stellaria media Centocchio Arenaria serpyllifolia Erba pondina Cerastium arvense Cerastio arvense B) Piante a portamento eretto, di grande taglia e vistose: 1. Infiorescenze bianche: Silene dichotoma Silene gallica Mazzettino Melandrium albun Gittaione bianco odoroso Melandrium noctifolium Gittaione 2. Infiorescenze rosse o d' un rosso violetto: Silene conica Silene campestre Vaccaria pyramidata Agrostemma githago Gittaione

Descrizione

Pianta annuale prostrata. Gambi rotondi con peli disposti su una fila, e con piccole foglie ovoidali opposte. Fiori minuti che formano delle piccole infiorescenze terminali poco fitte. 5 petali bianchi profondamente incisi, cosicchè la corolla sembra formata da 10 petali, 3 steli, a due a tre stami. Frutto a campana conica ovoidale si apre in 6 lunghi denti. All' incirca 15000 semi per pianta. Germinazione superficiale (massima profondità : 3 cm ) d' autunno e in primavera. Quelle che germinano in autunno possono formare, presto in primavera, dei semi che germinano immediatamente e costituire cosi' una seconda generazione lo stesso anno. Quelli che germinano in autunno formano, se l'inverno è mite, uno spesso feltro nei cereali vernini. Fioritura quasi tutto l' anno. Si trova sui bordi dei sentieri e dei muri e anche nei giardini, ma soprattutto nei cereali vernini e primaverili e nelle colture permanentemente lavorate.

Terreni prediletti

Predilige soprattutto terreni ben arieggiati, friabili, ben provvisti d' acqua ( non sommersi ), ricchi d' azoto, da debolmente acidi a alcalini, grumosi.