Erbe infestanti

Erba cicutaria (Erodium cicutarium)

Famiglia: Geraniaceae ( Geraniacee )

Il nome di questa famiglia deriva dai lunghi becchi dei frutti a 5 carpelli che assomigliano a quelli dei trampolieri ( geranio significa gru in greco ). L' imortanza delle avvantizie di questa famiglia è limitata; malgrado cio' le geraniacee possono divenire particolarmente invadenti nelle colture di trifoglio e nelle sementi delle graminacee. Le specie del genere Erodium hanno dei frutti la cui coda ricorda, una volta raggiunta la maturità, la forma ripiegata del collo di un airone ( èru'dion significa airone in greco ).

Descrizione

Pianta da annuale a biennuale, raramente pluriennale (da 10 a 20 cm). Germogli irti di peli da sparsi ad abbastanza densi, semplici o piu' o meno radi, raramente ghiandolosi. Foglie polimorfe pennatifide o bipennatifide, a denti ovali o lineari-lanciolati a punta o tronchi. I fiori superiori hanno una macchia chiara o intensa, molto raramente sono completamente bianche. Fioritura da aprile a luglio. All'incirca da 200 a 600 semi piante. Prima diffuso solo nei paesi mediterranei; poi nell'Europa centrale: nei prati, nei terreni coltivati, nei terreni ghiaiosi, ecc.. Predilige i suoli sabbiosi e petrosi o calcari (ma anche quelli calcari), mediamente umiferi o incolti lavorati e strutturati. Indicatrice di suoli sabbiosi e provvisti da azoto: termofila. Ha un aspetto molto simile: geranium robrtiaum l. foglie pennatosette con da 3 a 5 segmenti e con penne doppiamente pannatifide; dal contorno triangolare, pubescenti. Gambo rossastro, peloso ghiandoloso. Fiori rosa a tre strisce lunghe e scure. Molto spesso si trova: ai bordi dei boschi e delle macchie, di la si propaga nei vigneti e nei terreni coltivati

Terreni prediletti

Predilige i suoli sabbiosi e pietrosi non calcarei (ma anche quelli calcarei), mediamente umiferi o incolti, lavorati e strutturati.