Fitopatologie

Cicalina bufalo (Stictocephala bisonia)

Identificazione dei sintomi

E' un insetto di origine americana diffuso nelle regioni dell'Italia settentrionale, gli adulti hanno un colore verdastro-ocrace. Il danno è determinato da punture generalmente fatte su rametti erbacei che provocano strozzature dei tralci e ingrossamento ipertrofico della zona colpita. Le foglie subiscono marcate alterazioni cromatiche e accartocciamenti. Il danno può essere anche provocato dall'ovopositore determinando la formazione di piccoli cancri.

Ciclo biologico

L'insetto sverna allo stadio di uovo in primavera fuoriuscendo dai tessuti dei rametti. Durante i primi stadi giovanili si nutrono di piante erbacee soprattutto leguminose, completano il loro sviluppo a metà estate e in seguito si portano su vite e fruttiferi. Effettuano una sola generazione all'anno.

Lotta

La lotta è di tipo agronomico e consiste nell'eliminazione dei rametti aventi le ovideposizioni, evitare l'impianto di leguminose vicino ai frutteti. La Cicadella bufalo è controllata da un nemico naturale quale il Polynema striaticorne, un Imenottero Mimaride, parassitoide oofago.