Fitopatologie

Eulia della vite (Argyrotaenia pulchellana / Argyrotaenia ljungiana)

Identificazione dei sintomi

E' un insetto polifago, l'adulto è una piccola farfalla avente un'apertura alare di 15 mm e ali anteriori di colore verde-ocraceo con fasce trasversali più scure. Le larve sono glabre e lunghe circa 15-18 mm, di colore verde-giallastro con il capo colore ocra. Il danno è molto simile a quello delle Tignole e consiste in attacchi agli acini che vengono danneggiati superficialmente; a volte l'Eulia può provocare piccoli erosioni alle foglie.

Ciclo biologico

L'insetto sverna allo stadio di crisalide nelle anfrattuosità della scorza delle piante, i primi adulti compaiono in aprile e ovidepongono subito su foglie e rametti. Le larve di prima generazione vivono soprattutto a carico di fruttiferi (melo); gli adulti di secondo volo compaiono circa a fine giugno mentre quelli di terza generazione a fine estate. l'Eulia compie tre generazioni all'anno.

Lotta

La lotta si avvale degli stessi criteri di quella contro le tignole, per quanto riguarda il campionamento con trappole sessuali si prevede: - l'installazione delle trappole a metà marzo al fine di controllare le evoluzioni; - non valutare solo le catture in quanto l'Eulia è un insetto polifago con conseguente dispersione della popolazione nell'ambiente. I prodotti chimici da utilizzare sono gli stessi già segnalati per le tignole.