Fitopatologie

Nematodi galligeni (Meloidogyne incognita)

Identificazione dei sintomi

Sono piccoli, le femmine hanno forma di fiaschetto mentre i maschi hanno forma allungata. Le forme giovanili penetrano nei tessuti radicali e si localizzano, inizialmente, nel parenchima corticale fino ad arrivare al cilindro centrale disorganizzando le strutture del parenchima stesso e dei tessuti contigui, ciò provoca la formazioni di ipertrofie, la formazione di galle radicali e perdita della funzionalità delle radici.

Ciclo biologico

Si conservano in forma attiva o quiescente nel terreno o all'interno delle radici come uova, da queste fuoriescono delle larve che penetrano nei tessuti radicali. Questi Nematodi oltre alla riproduzione sessuata possono avere anche quella partenogenetica; il numero delle generazioni annue varia da 4 a 6.

Lotta

La lotta è di tipo preventivo e consiste: - nell'utilizzazione di portainnesti resistenti; - nell'evitare pratiche culturali che diffondano la presenza del nematode; - nell'utilizzo di varietà resistenti per quanto riguarda le colture ortive; - nell'utilizzo di disinfestazioni totali mediante fumigazioni con geodisinfestanti, nematocidi specifici e con la pratica della solarizzazione.