Fitopatologie

Ricamatori della frutta (Adoxophyes orana, Pandemis herpana ed altre)

FATTORI DI RISCHIO

  • Attacco durante l'annata precedente.
  • Forte sviluppo vegetativo.
  • Varietà con picciolo corto.
  • Estate calda.
  • Presenza di mele concresciute in un mazzetto a frutto.

MISURE AGRONOMICHE

  • Appendere nidi artificiali.

CONTROLLO E SOGLIA DI INTERVENTO

  • Nei frutteti colpiti l'anno precedente o laddove durante la fioritura o dopo questa fasè fenologica siano presenti larve svernanti, su mazzetti a verde o a frutto, consigliamo di intervenire chimicamente.
  • A seconda della zona, tra inizio giugno ed inizio luglio è consigliabile effettuare un controllo sui getti e/o sui frutti. Si dovrebbero ispezionare soprattutto i getti il cui ac­crescimento continua ed eventualmente attaccati da cecidomie nella zona della vetta. Se in questo caso si riscontra la presenza di oltre 5 larve/100 getti o di 3 larve/500 frutti, consigliamo di effettuare un trattamento.
  • Tra fine luglio ed inizio agosto è opportuno eseguire un altro controllo, per il quale la soglia di intervento è di 5 larve/500 frutti.

DIFESA DIRETTA

Dispenser di feromoni contro la carpocapsa ed i ricamatori
Le informazioni relative a questo tipo di erogatore Isomate® CLR MAX è riportato nella scheda relativa alla carpocapsa.

Insetticidi

form. comm. (es.)

s.a.

dose

carenza (gg)

/hl

max/ha

Prodigy, Intrepid

metossifenozide

33*/40 ml

0,6 l

14

Affirm

emamectina

222*/250 g

4,0 kg

7

Laser

spinosad

20 ml

0,45 l

7

Tracer 120

80 ml

1,8 l

* dosaggio riferito a 18 hl/ha di miscela.

  • I prodotti a base di metossifenozide (es. Prodigy e Intrepid) non sono pericolosi per le api. Nel caso in cui si renda necessario intervenire durante la fioritura, è possibile utilizzare solo questa sostanza attiva. Se distribuiti in estate, questi prodotti mostrano un buon effetto collaterale anche contro la carpocapsa. Dopo circa 75 giorni non è più possibile rilevarne la presenza di residui. Questi prodotti possono essere impiegati al massimo 3 volte/anno.
  • Affirm è pericoloso per le api. Ha una buona attività contro le larve di numerosi pic­coli Lepidotteri dannosi, oltre che contro quelle dei ricamatori. Può essere utilizzato anche dopo la fioritura. Poiché non lascia residui si addice soprattutto alla difesa estiva contro la prima o la seconda generazione. In un anno possono essere effettuati al massimo due-trattamenti con Affirm.
  • Si possono impiegare i prodotti a base di spinosad quando poco prima della raccolta si osservi un incremento del grado di attacco. È consentito effettuare al massimo tre trattamenti/anno. Entrambi i prodotti sono pericolosi per le api.
  • Coragen ha un effetto collaterale contro le giovani larve di ricamatori.
Fonte: beratungsring.org