Fitopatologie

Mosca dei semi (Delia platura)

Identificazione dei sintomi

E' un piccolo Dittero di colore grigiastro, con larve apode e biancastre. Il danno si manifesta sui giovani germinelli o sulle giovani plantule ed è determinato dalle larve che scavano gallerie o minano i cotiledoni e la piumetta.

Descrizione dei danni arrecati

Le larve distruggono i germi dei grani o dei bulbi in corso di sviluppo e delle piante trapiantate. Esse provocano spesso la putrefazione del vegetale, comportando la distruzione più o meno totale dei semi o delle piantaggioni. Sull'Asparago, i turioni attaccati sono deformati, spesso scoppiati e hanno un gusto amaro. I danni dipendono dall'importanza della popolazione larvale, dall'attrazione del suolo per gli adulti (suolo lavorato fresco, ricchezza in materia organica recentemente sotterrata). Inoltre tutto ciò che rallenta la vitalità della germinazione ed il vigore dei germogli aggrava i rischi, in particolare, le temperature basse e la profondità eccessiva dei semi.

Lotta

E' di tipo chimico, consiste nella geodisinfestazione con fumiganti o con prodotti a formulazione granulare. I prodotti utilizzati sono: Dimetoato, Fenitrotion, Diazinone e Bromofos.

Descrizione fisica

  • Adulto: mosca grigia, lunga da 3 a 6 mm. Il torace è grigio giallastro così come l'addome; entrambi sono ornati da una banda longitudinale mediana brunastra, le zampe sono nere.
  • Uova: bianco madreperla, sono allungate e misurano circa 1 mm in lunghezza.
  • Larva: piccolo bianco che raggiunge dai 5 agli 8 mm di lunghezza al suo completo sviluppo. L'ultimo segmento è troncato obliquamente. Pupa: di colore rosso bruno, misura circa 5 mm di lungezza.

Ciclo biologico

Sverna come pupa nel terreno; in aprile-maggio sfarfallano gli adulti. Compie, circa, tre generazioni all'anno.

Ciclo biologico

Dalle 3 alle 6 generazioni possono succedersi nell'anno a seconda delle regioni, la durata del ciclo varia a seconda della temperatura (+ 10°C: 85 giorni; +20°C: 24 - 25 giorni; +25°C: 16 - 17 giorni). Le pupe invernano nel suolo e gli adulti appaiono dalla fine dell'inverno e soprattutto in primavera. Nelle regioni meridionali, sono presenti tutto l'anno.

Descrizione biologica

  • Piante ospitanti: la mosca grigia dei semi è molto polifaga (più di 40 piante ospitanti): Fagiolo, Melone, Cocomero, Spinacio, Asparago, Pomodoro, Cereali, Tabacco, Gladiolo (Gladiolus), Garofano (Dianthus), Abete (Abies), Acero (Acer), ecc. Essa aggiunge a volte i suoi danni a quelli di altri roditori, nel caso per esmpio del Radicchio, della Rapa, della Cipolla, della Patata. Adulto: la femmina depone centinaia di uova nel suolo, molto spesso isolatamente. La presenza di un vegetale non è necessaria, sono i suoli molto umidi, ricchi di materia organica e lavorati da poco, che attirano questa mosca per la deposizione delle uova.
  • Uova: l'evoluzione embrionale dura qualche giorno.
  • Larva: Durata dello sviluppo, 3 settimane. Essa si alimenta a spese di materie animali o vegetali in decomposizione, sulle quali essa può effettuare tutto il suo sviluppo. Nonostante ciò, attirata dai grani in germinazione e dalle giovani piante essa tende a penetrarvi dentro scavando gallerie nei cotiledoni, nei fusticini e nei giovani germogli prima di abbandonare il suolo. Quando la pianta è più sviluppata, i suoi tessuti sono troppo duri perché i tessuti vengano attaccati, e il periodo pericoloso non supera le tre o quattro settimane. Le larve passano allo stadio di ninfosi nel suolo sotto forma di pupe a profondità variabili.