Fitopatologie

Cimice verde del cavolo (Eurydema oleraceum)

Descrizione dei danni arrecati

Sulle foglie, i lati punturati da questa Cimice, ingialliscono. Un forte attacco è generalmente seguito dall'ingiallimento generale della pianta (foglie e siliquie); le giovani possono morire.

Descrizione fisica

  • Adulto: da 5 a 7 mm di lunghezza; testa nera, il resto del corpo scuro con riflessi bluastri o verdastri, metallici. La testa ed il pronoptum sono bordati di giallo, a volte di rosso, e marcati, sul di sopra, di macchie giallastre e/o rossastre.
  • Uova: a forma di barilotto con 2 poli appiattiti, giallo - verdi, opercolo uniformemente biancastro.
  • Larva: nera dalla nascita e per tutto il primo stadio; in seguito con i cambi di muta assomiglia sempre più all'adulto, con macchie gialle o rosse sempre più visibili.

Ciclo biologico

2 generazioni per anno: gli adulti della prima generazione appaiono in giugno - luglio, quelli della seconda dopo la fine di agosto fino ad ottobre. Gli adulti invernano nascosti nelle fessure o nelle crepe del suolo, dei tronchi, delle mura, sotto le pietre o le foglie morte. Riprendono la loro attività quando le temperature si addolciscono; si accoppiano e la deposizione delle uova avviene dalle 2 alle 4 settimane più tardi. Le uova sono deposte sullo strato inferiore delle foglie del cavolo e ordinate in due gruppi vicini di 8 o 12 uova. La femmina può ripetere la deposizione dalle 5 alle 7 volte.

Descrizione biologica

  • Piante ospitanti. Essenzialmente i cavoli selvatici e coltivati, a volte le Crucifere e più raramente le Graminacee e la Patata.
  • Adulto: longevità di qualche mese; fecondità da 50 a 80 uova deposte in gruppi da 5 o 7.
  • Uova: lo sviluppo embrionale dura circa 15 giorni.
  • Larva: passa attraverso quattro o cinque mute e si trasforma nel giro di 4 o 5 settimane.