Fitopatologie

Balanino delle ghiande (Curculio glandium) Balanino delle castagne (Curculio elephas)

Fattori di rischio

  • Vicinanza a zone boschive.
  • Decorso estivo siccitoso.

Misure agronomiche

  • La presenza di reti antigrandine può rendere più difficoltoso il volo dell'insetto.

Controllo e soglia di intervento

  • Controlli visivi sul numero di insetti e di fori di penetrazione a partire da metà luglio.
  • Si dovrebbe controllare soprattutto nella zona della vetta delle piante delle file di bordo.
  • Non appena l'attacco si diffonde nel frutteto la soglia di intervento è raggiunta.

Difesa diretta

  • I prodotti a base di clorpirifos e Calypso sono efficaci contro gli adulti. Se si opta per questa soluzione bisogna riportare nel quaderno di campagna come bersaglio principale "carpocapsa" e come effetto secondario "balanino delle ghiande e/o delle castagne". La GDO reagisce molto negativamente alla presenza di residui di clorpiri­fos. Per evitare la presenza di residui di clorpirifos sulle mele è necessario rispettare un intervallo minimo di 90 giorni tra l'ultimo trattamento e la raccolta.
Fonte: beratungsring.org