Fitopatologie

Lepre comune (Lepus europaeus)

FATTORI DI RISCHIO

  • Assenza di antagonisti naturali.
  • Condizioni difficili per la pratica della caccia nei frutteti.
  • La presenza di reti antigrandine rende difficoltosa l'attività degli uccelli rapaci.

MISURE AGRONOMICHE

  • Stimolare la presenza degli antagonisti naturali (es. con posatoi per uccelli).
  • Affastellamento, nelle corsie di transito, dei residui di potatura, se la neve rimane a lungo nei frutteti.

CONTROLLO E SOGLIA DI INTERVENTO

  • Controlli visivi sulle giovani piante soprattutto nel semestre invernale. Se si osservano danni sui tronchi consigliamo di attuare una delle misure di seguito indicate.

DIFESA DIRETTA

  • Nei frutteti soggetti a forte rischio è possibile proteggere i tronchi delle piante con speciali fasce plastificate. Queste sono riutilizzabili e dovrebbero essere allontanate dopo due-tre anni.
  • Le nostre osservazioni mostrano che la colorazione protettiva del tronco denominata ARBO-FLEX della ditta "Fliigel" impedisce che le lepri si nutrano rosicchiando i tron­chi. Viene utilizzato come riflettente delle radiazioni per evitare la formazione di plac­che e fessurazioni da gelo. Il prodotto è molto persistente e rimane sulle piante per lunghi anni. Viene applicato non diluito sui tronchi con un pennello e non si addice alla distribuzione con la pompa a spalla.
Fonte beratungsring.org