Fitopatologie

Ragnetto rosso degli agrumi (Panonychus Citri (mc Gregor))

Identificazione dei sintomi

L'adulto, meno di mezzo mm di lunghezza è di colore rosso; il maschio, piriforme, è più piccolo della femminna che è tondeggiante. Gli stadi giovanili sono di colore rosso scuro e le uova sono rosse e peduncolate. Il danno si manifesta sulle foglie e sui frutti; le foglie in seguito alle punture, divengono clorotiche, poi bronzee e cadono facilmente. I frutti vengono colpiti e quelli maturi si presentano depigementati e con riflessi grigiastri.

Descrizione dei danni arrecati

Gli organo attaccati ingialliscono, diventano bianchi o prendono un aspetto bronzeo. In caso di pullulazione, si osserva una sfoliazione parziale degli alberi, soprattutto se il tempo è secco e ventoso.

Lotta

In natura l'Acaro è controllato da alcuni nemici naturali tra cui ricordiamo: gli Acari Fitoseidi, alcuni Ditteri Cecidomidi, Rincoti Antocoridi, Coleotteri Coccinellidi. Il controllo da parte dei nemici naturali non sempre consente di mantenere le infestazioni sotto controllo. La lotta chimica segue i criteri della lotta guidata ed integrata; essa si avvale di controlli della popolazione e i trattamenti vengono eseguiti al superamento della soglia di intervento. La soglia è del 20-30% di foglie infestate campionando 4 foglie per albero, sul 10% di piante o 3 forme mobili per foglia. Al superamento della soglia si effettua un trattamento con Amitraz, Clofentezine, Benzoximate, Bromopropilate, Dicofol, Neostanox, Fenazaquin, Fenpyroximate, Fenotiocarb, Flucycloxuron e il Flufenoxurol (Insetticida/Acaricida Chitino-inibitore). Generalmente gli interventi contro le coccinniglie, effettuati con Oli bianchi, sono efficaci anche contro questo Aracnide.

Descrizione fisica

Ragnetto globuloso, corpo sombrio, color vino, con le appendici più chiare.

Ciclo biologico

Le generazioni annuali variano da 12 a 15. Per tutto il periodo dell'anno l'acaro è sempre presente sulla vegetazione, favorito dalle condizioni climatiche presenti nelle regioni meridionali.

Ciclo biologico

Si ossevano 2 periodi di abbondanza. Uno in primavera o alla fine dell'estate ed uno in autunno o all'inizio dell'inverno. Questo può essere dovuto alle condizioni climatiche e allo stato delle foglie, favorevoli o no alla riproduzione. Questo Ragnetto produce numerose generazioni accavallandosi per tutto l'anno.

Descrizione biologica

Il Ragnetto degli agrumi appare laddovr vi sono Agrumi. L'origine è sconosciuta, ma potrebbe essere il Sud Asia, luogo dal quale provengono gli Agrumi. Si nutre a partire da frutti, di foglie e a volte di rami non maturati. È presente su ambi i lati delle foglie ma sembra nutrirsi soprattutto dello strato superiore. Si posiziona preferibilmante sulle foglie giovani ma indurite, situate alla periferia dell' albero. Infesta rapidamente gli altri alberi sospendendosi alla fine di un filo setoso che è tasportato dal vento. La sua riproduzione è più fattibile sulle foglie immature, vecchie o sciupate. Tesse poco.