Fitopatologie

Aleirode degli orti (Bemisia tabaci, Aleurodes t.)

Descrizione dei danni arrecati

I danni sono dovuti prevalentemente ai liquidi vegetali, alla produzione di un'abbondante melata e soprattutto alla trasmissione di virus, in particolare il Virus TYLCV che è di tipo persistente: le femmine sono i migliori vettori rispetto ai maschi.

Descrizione fisica

Adulto: misura circa 1 mm; il suo colore è giallo zolfo, ed è ricoperto da una pruina cerosa molto bianca. Le uova hanno forma ovulare, allungata, misurano circa 0,25 mm dei lunghezza e hanno un colorito giallastro. Larva: al 4 stadio il colore cambia da traslucido a giallo crema. Il pupario è lungo 0,7 mm, ha un colore giallo rossiccio; la forma è variabile a seconda del rilievo della foglia sulla quale è posizionato e a seconda dello strato. Generalmente è più peloso sulle foglie cotonose anziché sulle foglie glabre. Questo pupario è sprovvisto di espansioni laterali cerose. N.B. Chiamasi PUPARIO il tegumento indurito della larva che avvolge le pupe di diversi insetti.

Ciclo biologico

Possono esserci dalle 9 alle 15 generazioni annuali. L'evoluzione completa di una generazione richiede circa 370 gradi al giorno.

Descrizione biologica

L' Aleirode del tabacco è un insetto molto polifago, presente oggi su più di 300 specie di piante con una spiccata predilezione per il Cotone, il Fagiolo, il Girasole, la Melanzana, la Patata, il Peperone, il Tabacco, il Pomodoro, gli Agrumi e diverse piante ornamentali. Vive sullo strato inferiore delle foglie, succhiandone i liquidi intracellulari, provocando delle punteggiature rossastre sullo strato superiore. E' un devastatore tropicale e subtrobicale. In Inghilterra e nei Paesi Bassi e' stato introdotto recentemente e vive nelle serre a spese di piante ornamentali e dei legumi come ilm Peperone e il Pomodoro. L'adulto vive mantenendosi sullo strato inferiore delle foglie dove generalmente si muove poco e soprattutto nelle ore diurne poiche' il fresco riduce di molto la sua attività.