Fitopatologie

Afide verde degli agrumi (Aphis spiraecola, Aphis citricola)

Descrizione dei danni arrecati

I danni di questo Afide sono molto gravi peche' questi colonizzano le giovani gemme, i germogli, gli innesti, le giovani piante che interrompono di conseguenza lo sviluppo. Gli attacchi piu' pericoloso sono quelli primaverili che portano un accartoccamento fogliare e la caduta dei fiori. Questi Afidi non solo sono nocivi per la mielata prodotta che porta anche la fumaggine o per i danni diretti sopra elencati, ma, sono anche trasmettitori del Virus della Tristezza degli agrumi.

Descrizione fisica

Adulto: le femmine virginopari alate sono lunghe 1,8 mm. La testa, il torace, e le cornicula sono di colore brunastro mentre l' addome ha lo stesso colorito verde delle foglie degli agrumi. Le femmine virginopari attere, lunghe 1,5 mm, hanno un colorito verde mentre la testa, e' brunastra e le cornicula di colore bruno.

Ciclo biologico

Il cilco e' continuo nell' Italia meridionale dove si sviluppano piu' di 40 generazoni l'anno.

Descrizione biologica

Si tratta di una specie polifaga. Nasce con molta probabilita' in America; i suoi ospitanti primari sono le Spiraea, mentre gli agrumi rappresentano i suoi ospitanti secondari. In Europa meridionale (Africa del nord), questi Afidi hanno uno sviluppo anolociclico. Contrariamente agli altri Afidi, l'Afide verde degli agrumi vive senza interruzione estiva, dalla primavera all'autunno. Passa poi l'inverno sotto forma de femmine partenogenetiche, poste vivino ai germogli.