Fitopatologie

Cimice verde (Palomena Prasina (l.))

Descrizione dei danni arrecati

Le pere sono pietrose, le mele deformate. Le punture di alimentazione e l'iniezione di una saliva ricca di amilasi provocano delle depressioni sullo strato superiore dei frutti.

Descrizione fisica

L'adulto misura da 12 a 14 mm, il suo tegumento è verde, liscio, marcato da numerosi piccoli punti neri incavati, il margine del pronotum è giallo - rossastro. Le antenne sono costituite da cinque articoli, il secondo ed il terzo hanno la stessa lunghezza, il quarto ed il quinto sono rossastri. Le uova sono verdi, deposte a gruppi. Le larve sono verdi, gli orifizi dei glandi odorifici ripugnanti (odore di cimice), si aprono lateralmente sullo strato ventrale del metatorace, vicino alla base delle zampe posteriori.

Ciclo biologico

Gli adulti invernano e prendono in autunno una colorazione più cupa, quasi bruna; essi riprendono la loro attività in aprile, si alimentano e poi si accoppiano. Le uova sono deposte sulle foglie delle piante ospitanti. Una sola generazione annuale.

Descrizione biologica

Molto comune, polifaga, la troviamo in particolare sul Melo e sul Pero, quando i frutteti sono posti in prossimità di zone boschive, è comune anche su piante erbacee selvatiche o coltivate. L'evoluzione embrionale dura da 15 a 21 giorni, la crescita larvale passa per 5 stadi e dura dalle 5 alle 6 settimane.