Fitopatologie

Cocciniglia grigia del pero (Epidiaspis leperii)

Descrizione dei danni arrecati

  • Le punture di alimentazione degli adulti e delle larve provocano dei ritardi nella vegetazione, delle ferite e delle deformazioni. In caso di attacco importante, le incrostazioni provocano il disseccamento dlle branche e dei rami, e la produzione fruttifera è così ridotta. Il Melo è più sensibile. Il Pruno e soprattutto il Pesco reagiscono con delle secrezioni gommose.

Descrizione fisica

Adulto: la femmina si nasconde sotto un guscio circolare che misura da 1,4 a 1,8 mm di diametro; la colorazione varia da grigio bianca a giallo biancastra con il centro più scuro, rosso scuro. Sotto il guscio, il corpo è rosa. Il maschio sprovvisto di ali ha ugualmente un guscio, più piccolo, allungato e bianco.

Ciclo biologico

1 generazione annuale. A volte possiamo trovare su uno stesso albero delle colonie più anziane differenti di fatto dai nuovi nati; le larve nate da una deposizione tardiva muoiono se le condizioni climatiche sono sfavorevoli.

Descrizione biologica

  • Piante ospitanti: frequente sul Pero questa Cocciniglia si sviluppa anche sul Pesco, sul Pruno, sul Melo, sul Noce, e su molte altre piante ed alberi fruttiferi e da foresta. La femmina fecondata inverna: la ripresa dell' attività ha luogo in primavera, la deposizione delle uova comincia nel mese di maggio, e prosegue fino all'autunno; fecondità media 40 uova. Le giovani larve sono mobili fino a che non si fissano; principalmente scelgono i rami ed ivi introducono i loro stiletti nel vegetale dove secernano il loro guscio. Seguono poi il loro sviluppo e danno vita alle femmine in autunno. I maschi appaiono nel mese di agosto.