Fitopatologie

Altica delle crucifere (Phyllotreta nemorum)

Descrizione dei danni arrecati

  • I giovani adulti sono nocivi ai semi d'autunno in periodi caldi e assolati. Questi individui rosicchiano ugualmente i giovani semi di primavera alla ripresa della loro attività.

Descrizione fisica

Adulto: lungo circa 3/3,5mm; testa e torace hanno un colorito nero verdastro, le elitre sono di colore nero con una ampia banda gialla posta lateralmente su ciascuna di esse. Femori e tarsi sono di colore nero, mentre le tibie hanno un colorito rosso. Le uova sono fissate grazie ad un muco sullo strato inferiore della foglia o lungo le nervature. Le larve di 5 o 6mm, sono molto strette, di colore giallo, ad eccezione della testa e delle zampe che sono di colore nero. Su tutto il corpo si possono notare numerose piccole placche brune.

Ciclo biologico

-1 generazione per anno. Il giovane adulto appare agli inizi del mese di luglio. Si nutre a spese della pianta ospitante fino alla fine del mese di novembre e poi sverna nelle anfrattuosità del suolo o sopra le foglie. La ripresa dell' attività si verifica agli inzi di aprile mentre le uova vengono deposte a metà aprile.

Descrizione biologica

  • Pianta ospitante: le Crucifere selvagge o coltivate come il Cavolo e la Colza. Adulto: vive sulle foglie delle Crucifere che gratta e perfora, generalmente in periodi caldi e secchi. In periodi freddi o umidi resta generalmente nascosto nel fogliame o sotto il suolo. Uova: lo sviluppo embrionale dura una decina di giorni. Larva: penetra all'interno delle foglie e si sviluppa tra le due epidermidi, provocando una ferita che raggiunge dai 6 agli 8 mm di larghezza. La fase di ninfosi si svolge nel suolo.