Fitopatologie

Cocciniglia a virgola dell'olmo e dei fruttiferi (Lepidosaphes ulmi)

Descrizione dei danni arrecati

Le colonie di questa Cocciniglia formano delle incrostazioni sulle branche, sui rami e sui frutti. Esse provocano l'apertura della corteccia ed un disseccamento progressivo, quindi il deperimento delle parti colonizzate.

Descrizione fisica

  • Adulto femmina: il guscio è di colore bruno chiaro o scuro, misura da 2 a 3,5 mm; è ovale allungato, è spesso curvato a forma di virgola. Sul bordo anteriore del guscio, i tessuti rosso - bruni si ammucchiano.
  • Uova: ovali e bianche.
  • Larva: giallastro scuro, mobile, di forma ovale.

Ciclo biologico

  • 1 generazione annuale.
  • Le uova invernano nel guscio della femmina e si schiudono a partire dal mese di maggio. Le giovani larve, inizialmente mobili, si fissano sui rami e sulle branche 2 o 3 giorni dopo la loro nascita; dopo 2 mute, fanno nascere delle femmine in giugno ed in luglio. In autunno, le femmine si riproducono per partenogenesi. Ogni femmina depone 40/80 uova, poi muore lasciando invernare al suo fianco le uova sotto il guscio.

Descrizione biologica

Piante ospitanti: molto polifaga, questa Cocciniglia si sviluppa a spese di alberi da frutto da foresta ed ornamentali. E' frequente sul Pero, sul Melo ma, può anche svilupparsi sull'Olivo, sul Pruno, sull'Albicocco e sul Nocciolo. Gli individui si nutrono succhiando il contenuto delle cellule del vegetale.