Fitopatologie

Cocciniglia bianca del limone

Descrizione dei danni arrecati

I danni di questo insetto pungitore e succhiatore, si traducono con un indebolimento della pianta, con la caduta delle foglie, con il disseccamento dei rami o con la deformazione dei frutti; in quest'ultimo caso il danno è grave per le olive da tavola. La produzione di mielata favorisce lo sviluppo della fumaggine attirando formiche ed altri insetti.

Descrizione fisica

Adulto: la femmina di questa Cocciniglia possiede un guscio più o meno circolare, di 1,8 o 2,2 mm di diametro, leggermente convesso, di colore bistro chiaro uniforme e matto. I tessuti larvali sono leggermente decentrati. Il maschio è alato (un paio d'ali, ialino biancastro), gracile. La sua lunghezza non supera il millimetro, ed ha il corpo giallastro e le appandici color biistro chiaro.

Ciclo biologico

Tipicamente, questa Cocciniglia presenta 3 generazioni annuali. In effetti, si tratta di 3 tipi di larve mobili, che si assimilano a generazioni successive. Sulla pianta coesistono individui di tutte le età. L'inverno in genere viene trascorso allo stato di giovane femmina o di larva anziana, ma ci sono anche larve più giovani che riprendono la loro attività più tardi in primavera. La prima generazione comincia in marzo - aprile. I maschi sono numerosi. Le larve mobili si dirigono verso le zone ombrate dell'albero, si fissano di preferenza sullo strato inferiore della foglia. Questa generazione si evolve in 8 o 9 settimane. Una seconda generazione segue per una durata di tempo equivalente. La terza comincia in settembre - ottobre. Questa si manterrà per 6 mesi fino a superare l'inverno.

Descrizione biologica

Questa Cocciniglia è molto polifaga. Si attacca all'Olivo, agli agrumi, al Pruno e ad altri alberi, arbusti, piante basse diverse: l'Acacia, il Carrubo (Ceratonia), il Gelso (Morus), l'Edera (Helix), il Lauro rosa (Nerium), la Palma (Phoenix), ecc. - Adulto: la riproduzione è bisessuata o partenogenetica. La femmina depone in 5 o 12 giorni 150 uova gialle. Al giorno ne depone dalle 4 alle 30 unità. - Larva: dalla larva nuova nata, mobile, alla muta iniziale, passano in media dai 40 ai 50 giorni.