Fitopatologie

Aleirode nero dell'olivo (Aleurolobus olivinus)

Descrizione dei danni arrecati

Sono le larve a creare problemi. La loro melata può essre invasa dalla fumaggine. I nemici naturali bastano generalmente a mantenere basso gli effettvi di questo Aleirode.

Descrizione fisica

  • Adulto: assomiglia ad un Aleirode tipico. Andatura del moscone fragile dal colore bianco; lungo circa 1,7 mm. Le ali sono trasparenti, con numerose nervature, ricoperte da una polvere bianca. Il corpo, color crema è anch'esso rivestito di cera bianca. Le uova sono elipsoidali nella forma ma non simmetriche, finemente reticolate e con un pedicello su una delle estremità che l' aggangia alla pianta. Misura 0,2mm ed il colore è giallo grigiastro. Larve: corpo più o meno circolare, bordato nei contorni da una frangia di setole sottili, poste sullo strato della foglia come è anche nella natura delle Coccinelle, di colore nero. Al centro, le larve propriamente dette diventano più chiare via via che procede lo sviluppo. Il pupario è nero ed assomiglia ad una pastiglia piatta attaccata sulla foglia.

Ciclo biologico

La specie possiede una sola generazione annuale e gli adulti sono attivi in giugno - luglio.

Descrizione biologica

Piante ospitanti: l'Olivo e la Filaria (Phillyrea). Adulto: la femmina depone circa dalle 50 alle 60 uova sullo strato superiore della foglia, generalmente su un paio di foglie ma a volte anche a gruppi di 5 o 9. Uova: il periodo di evoluzione embrionale dura una quindicina di giorni. Larve: la giovane larva si muove fino a che non trova un luogo conveniente nel quale stazionare. Una volta individuato il posto, vi si fissa fino alla muta terminale dopo aver passato 3 mute. Il suo sviluppo si effettua in un anno e l'adulto appare sempre agli inzi della primavera seguente.