Fitopatologie

Cecidomia rossa del grano (Sitodiplosis mosellana)

Descrizione dei danni arrecati

Un attacco medio di 15 larve per spiga di Grano, può diminuire la raccolta. Un attacco precoce blocca la formazione del grano, un attaco tardivo si traduce nella produzione di grani fragili. In seguito ad un attaco parziale, le spighe sono spesso deformate e molli al tatto. Appaiono quindi anormalmente piccole. Quelle della Segale possono apparire minate. Spesso l'attacco al grano può portare allo sviluppo di una infezione secondaria. Il valore della semenza, il potere di geminazione e la rapidità di germinazione, il vigore, le spighe..possono essere sensibilmente ridotti. Nella Segale, la qualità della cottura può essere compromessa.

Descrizione fisica

Adulto: da 1,5 a 2,5 mm di lunghezza. Colore rosso arancio, gracile. Zampe lughe, piccole, marrone chiaro. Antenne brune. La femmina possiede un ovopositore corto inestendibile. Larva: da 2 a 2,5 mm di lughezza, rosso arancio, a forma di larva della mosca carnaria, desprovvista di zampe e di capsule cefaliche. Spatola sternale sullo strato inferiore del primo segmento toracico. L'estremità posteriore della larva della mosca carnaria porta molte appendici dentellate. Questa larva è incapace di saltare.

Ciclo biologico

  • Una generazione annuale. Le larve invernano in un bozzolo sotterraneo, dalla forma rotonda e trasparente. Quando la temperatura aumenta in primavera, le larve guadagnano direttamente lo strato superiore del suolo e passano allo stadio di ninfosi. Le mosche (durata di vita: qualche giorno), cominciano a volare più o meno nel periodo di fioritura del Grano. Nel campo queste in generale volano a bassa quota vicine al suolo. Prima del tramonto soprattutto se il tempo è calmo, queste volano per deporre sulle spighe. Se l'igrometria è molto alta, la deposizione può aver luogo in pieno giorno. Durata del periodo di volo: dalle 2 alle 3 settimane o di più. Numero di uova: da 30 a 40 per femmina. Sono deposte isolatamente, sulle spighe allo stadio di pre - fioritura. Se le uova sono deposte più tardi le larve sono incapaci di svilupparsi completamente. Le giovani larve nascono dopo circa 5 o 10 giorni dalla deposizione delle uova e si alimentano per 3 o 4settimane. Raggiunta la maturazione le larve, in tempi umidi generalmente abbandonano le spighe per guadagnare lo strato superiore del suolo nel quale tessono un bozzolo. Ivi restano in diapausa. In tempi secchi invece, queste larve formano sulle spighe delle " pupe apparenti", nelle quali restano nascoste fino a che i tempi non cambiano diventando più umidi. Normalmente le larve passano allo stadi odi ninfosi nella primavera successiva, restando nel frattempo in diapausa per molti anni. In una popolazione, da 0 al 96% degl iindividui entrano in dapausa - questa proporzione dipende da molti fattori quali le piogge, il tasso di umidità, la rotazione delle colture. La dinamica di queste larve è determinata anche dai parassiti così come la diapausa e la discordanza fenologica. Precipitazioni viiolente nel periodo di volo possono abbattere al suolo questo individuo e determinarne quindi la morte.

Descrizione biologica

Questa Cecidomia è diffusa in tutto l'emisfero nord. Si sviluppa sul Grano, sulla Segale e sull'Orzo. - Durata della ninfosi: Circa 2 settimane. - Fecondità: dalle 30 alle 40 uova per femmina. - Le giovani larve nascono dopo 5 o 10 giorni dopo la deposizione delle uova. Il periodo nel quale si alimentano varia dalle 3 alle 4 settimane.