Fitopatologie

Cecidomia dei frutti del pero (Contarinia pyrivora)

Identificazione dei sintomi

E' un piccolo moscerino di colore ocraceo-grigiastro con una striscia scura nelle regioni addominali. Le larve sono biancastre, apode e conducono vita endofitica all'interno dei frutti. Il danno si evidenzia sui frutti ed è determinato dall'attività delle larve che colonizzano la parte centrale dei frutti. I frutti rimangono attaccati alla pianta, come piccole mummie nerastre.

Descrizione dei danni arrecati

Le larve provocano la deformazione ed una crescita accelerata dell' ovario nel quale queste si sviluppano. Alla fine di aprile o agli inzi di maggio, i frutti attaccati si differenziano dai frutti sani per taglia più voluminosa ed una forma irregolare più o meno sferica. Pere " lunghe" (*); in conseguenza la dimensione dei frutti sani raggiunge e oltrepassa quella dei fruti attaccati. I frutti attacati cadono.

Lotta

La lotta non viene quasi mai effettuata direttamente perché difficilmente le infestazioni raggiungono intensità tali da giustificare l'intervento. In caso di gravi e particolari infestazioni si utilizzano i normali insetticidi larvicidi Acefate, Dimetoato, Diazinine.

Descrizione fisica

  • Adulto: da 2 a 3 mm. La testa è nera, le antenne brunastre. Il torace è nero. Le ali ben sviluppate, leggermente grigiastre, le zampe sono corte e scure. L'ovopositore della femmina può allungarsi e raggiungere la stessa lunghezza del corpo.
  • Uova: 0,3 x 0,1 mm.
  • Larva: da 2,5 a 3 mm; affilata alle estremità, segmentazione trasversale pronunciata, spatole sternali ben sviluppate.

Ciclo biologico

Sverna come larva matura o come pupa. In primavera gli adulti sfarfallano mediamente a fine marzo; le femmine ovidepongono tra gli organi fiorali. Le larve, quando sono mature, escono dai frutti e si riparano nel terreno per svernare. La Cecidomia compie una generazione all'anno.

Ciclo biologico

  • 1 generazione annuale. Gli adulti appaiono in primavera alla fine di marzo o agli inzi di aprile quando i boccioli del Pero hanno raggiunto lo stadio D3 (). La durata del volo è dai 5 ai 14 giorni. L' accoppiamento e la deposizione delle uova hanno luogo subito dopo la nascita. La femmina pone il suo ovopositore insinuandolo tra i sepali ed i petali e deponendo le sue uova in pacchetti da 12 a 15 sulle antere o sui pistilli (). Le giovani larve penetrano nell' ovario (*). Alla fine del loro sviluppo queste abbandonano il frutto attraverso alcune fessure o perforandone l' epidermide, saltano e si nascondono nel suolo a circa 5 cm di profondità; ciascuna di esse si confeziona un bozzolo e passa allo stadio di ninfosi.

Descrizione biologica

  • Questa Cecidomia è infeudata al Pero.
  • La fecondità media di questo individuo è di 20 - 30 uova.
  • Uova: durata dell' evoluzione embrionale dai 4 ai 5 giorni. Larva: lo sviluppo larvale dura dalle 4 alle 6 settimane.