Fitopatologie

Afidi della fragola (Aphis forbesi)

Identificazione dei sintomi

Entrambi questi Afidi sono di colore verdastro-rosato. Vivono in colonie su tutti gli organi dell'apparato aereo; sono, inoltre, vettori di virus.

Descrizione dei danni arrecati

  • Foglie e piccioli in presenza di questo afide diventano appiccicosi.

Lotta

E' sia di tipo chimico che biologico. In serra si applicano lanci inondativi del Chrysoperla carnea (Neurottero Crisopide). Questo insetto, le cui larve sono voraci predatrici di Afidi perché possiedono un robusto apparato boccale succhiatore-perforante chiamato "forcipe", viene allevato in molte biofabbriche europee. Per la lotta chimica, i prodotti da utilizzare sono: - Estratto di Piretro; - Eptenofos; - Acefate; - Metamidofos.

Descrizione fisica

  • Adulto attero lungo da 1,8 a 2,2 mm, globuloso, di colre verde scuro. Le cornicula sono uguali ad 1/6 della lunghezza del corpo.

Ciclo biologico

Questi Afidi svernano allo stadio adulto tra le piante ospiti. Durante l'anno svolgono diverse generazioni, quasi tutte partenogenetiche.

Ciclo biologico

Le uova in inverno sono deposte sui piccioli delle foglie o sul colletto. Le fondatrici depositano le uova in marzo generando colonie che si dividono sul colletto, sui piccioli e alla base delle foglie. Gli alati appaiono alla fine della primavera e colonizzano altre fragole.

Descrizione biologica

  • Specie monogonica che si sviluppa a spese della fragola.