Fitopatologie

Cicalina verde (Empoasca vitis)

Descrizione fisica

  • Adulto: da 2 a 3 mm di lunghezza; corpo stretto di colore verdastro o rosa. 
  • Uova: oblungo, bianco, lungo circa 0,7 mm. 
  • Larva: allungata; passa da una colorazione bianca al primo stadio ad una colorazione vicina a quella dell' adulto negli stadi successivi.

Ciclo biologico

L'insetto supera l'inverno allo stadio adulto su piante a foglia persistente. In primavera (fine aprile-maggio) si porta sulla pagina inferiore delle foglie deponendovi le uova nelle nervature; da queste uova prende origine la prima generazione che sfarfalla a giugno; segue una seconda generazione (la più pericolosa) in agosto e una terza generazione a settembre-ottobre.

  • 3 generazioni annuali, qualche volta anche 4. Sono le prime due generazioni quelle più importanti economicamente.

Descrizione biologica

  • Piante ospitanti: numerosi alberi ed arbusti, la Vite, la Patata e Luppolo.
  • Adulto: inverna nel legno e nelle siepi, poi migra sulla Vite in primavera. Depone da subito le uova sulle foglie. Per nutrirsi, la Cicalina inserisce il suo stiletto nei vasi conduttori, principalmente in quelli delle nervature.
  • Uova: sviluppo embrionale dai 5 ai 7 giorni.
  • Larva: 5 stadi.

Identificazione dei sintomi

L'insetto adulto è di piccole dimensioni, di colore verde-chiaro, con sfumature dorate, forma affusolata e prive di ali. Il danno è determinato da punture trofiche sulle nervature delle foglie determinando necrosi marginali e filloptosi anticipate.

Descrizione dei danni arrecati

Le punture di alimentazione provocano delle necrosi. Le nervature seccano, il lembo delle foglie diventa scuro. La progressione delle bruciature si allunga dal bordo del lembo verso il centro. In caso di forte infestazione, le foglie possono cadere dal mese di agosto. Sulla Vite le zone disseccate sono sottolineate da un leggero colore differente a seconda dei vitigni.

Lotta

Gli interventi chimici sono mirati contro la seconda generazione e si utilizza: - Imidacloprid; - Fenitrotion microincapsulato; - Dimetoato; - Diazinone. Sono impiegati prodotti chitino-inibitori come Flufenoxuron e Brupofezin. Tra i nemici naturali troviamo alcuni Imenotteri parassitoidi e alcuni Rincoti Antocoridi.

form. comm. 

s.a. 

 dose

carenza (gg)

/hl

max/ha

Applaud Plus

buprofezin

83*/100 g

1,5 kg

14

Steward

indoxacarb

13*/16 g

247 g

7


* dosaggio riferito a 18 hl/ha di miscela
  • Applaud Plus è un regolatore di crescita del gruppo dei chitino-inibitori. La sostanza attiva agisce solo sullo stadio di larva.
  • Steward blocca gli impulsi del sistema nervoso degli insetti. Possiede azione larvicida. Se si impiega Steward contro la cicalina della vite, nel quaderno di campagna bisogna riportare come bersaglio principale "carpocapsa"e come effetto secondario "cicalina della vite".
  • Volendo evitare la presenza di residui sui frutti è opportuno limitare ai soli casi ecce­zionali l'utilizzo estivo dei due formulati.