Fitopatologie

Alternariosi della patata (Alternaria Porri)

Identificazione dei sintomi

E' un fungo che attacca soprattutto la Patata ed i Pomodoro.

SINTOMI SULLA PATATA La sintomatologia è tipica e si manifesta inizialmente sulle foglie; la malattia si evidenzia con delle tacche necrotiche di colore bruno scuro, con tipiche zonature concentriche all'interno. Le foglie tendono ad ingiallire ed a necrosare. Questa sintomatologia si può evidenziare anche sui fusti e sui piccioli fogliari. Sui tuberi la malattia si manifesta con delle zonature "livide" e brunastre, depresse con necrosi del parenchima amilifero sottostante.

SINTOMI SUL POMODORO La sintomatologia sulle foglie è simile a quella descritta per la Patata, con tacche necrotiche tondeggianti che possono interessare anche i fusti ed i piccioli fogliari. Sulle bacche si formano ampie tacche bruno-nerastre, infossate con zonature al loro interno rivestite di una patina di muffa nerastra. In corrispondenza di queste tacche necrotiche il frutto può lesionarsi e, successivamente, può essere soggetto a marciumi molli.

Lotta

La lotta all'Alternariosi è sia di tipo preventivo agronomico sia di tipo curativo-chimico.

LOTTA ALL'TERNARIOSI SUL POMODORO Le pratiche agronomiche sono: - distruzione dei residui vegetali infetti; - utilizzazione di seme certificato; - adozione di congrue rotazioni avvicendando coltivazioni non sensibili. I trattamenti chimici sono: - concia del seme; - trattamenti chimici specifici. I prodotti da utilizzare sono: Clortalonil, Ditianon, Anilazina, Iprodione, Procimidone, Maneb, Mancozeb, Propineb.

LOTTA ALL'ALTERNARIOSI SULLA PATATA Valgono gli stessi criteri agronomici visti per il Pomodoro, negli interventi chimici variano i prodotti da utilizzare quali: Clortalonil, Ditianon, Ziram e Anilazina.

Ciclo biologico

L'Alternariosi si può conservare nell'ambiente sia come micelio sia come forma conidica nel terreno. Il patogeno è favorito da ambienti climatici generalmente caldi, con alternanza di periodi asciutti e umidi; gli elementi infettanti sono le spore agamiche che germinano solamente in presenza di un sottile velo di acqua.