Fitopatologie

Iponomeuta o ragna del melo (Hyponomeuta Malinellus)

Identificazione dei sintomi

L'Iponomeuta comprende 2 specie: la Padellus che attacca le rosacee arbustive e la Malinellus che attacca il melo. Gli adulti di entrambe le specie sono farfalle di medie dimensioni (20 mm di apertura alare); le ali anteriori sono bianche con una punteggiatura nerastra su di essa. Le larve sono inizialmente giallo-verdastre poi assumono sfumature grigiastre e presentano una doppia fila di punti nerastri sul dorso e sul capo che è di colore nero. Il danno è determinato dalle larve che divorano le foglie e i giovani germogli, costruiscono anche dei nidi con fili sericei da loro prodotti. Le larve abbandonano il nido quando al suo interno non c'è più materiale trofico (rametti, foglie e germogli inglobati) e si spostano in un'altra zona della chioma creando un nuovo nido.

Lotta

La lotta chimica non è quasi mai attuata infatti l'insetto è quasi sempre mantenuto sotto controllo dai trattamenti eseguiti contro la Carpocapsa. Nel caso sia necessario ricorrere ad interventi, i trattamenti devono essere eseguiti: - alla rottura delle gemme con oli bianchi attivati; - alla fine della fioritura con il Bacillus Thuringiensis ssp. Kurstaki o con Acefate, Fentoato, Dimetoato e Fenitrotion. I nemici naturali sono: - Rincoti Antocoridi; - Ditteri Tachinidi; - Imenotteri Icneumonidi e Calcididi.

Ciclo biologico

Sverna allo stadio larvale nelle ovature deposte sui rami nell'estate precedente. Ad aprile-maggio escono le neanidi che a fine primavera s'incrisalidano con sfarfallamento degli adulti in estate (giugno-luglio). Verso il mese di agosto si ha l'accoppiamento. L'Iponomeuta compie una sola generazione all'anno.