Fitopatologie

Monilie (Monilinia Fructigena, Monilinia Laxa (forme Gamiche E Agamiche))

Identificazione dei sintomi

Le Monilie sono due funghi con sintomatologie specifiche: - sui frutti, dove provocano tipici marciumi molli; - sui giovani germogli, e rametti, dove provoca la formazione di cancri localizzati e disseccamenti dei cimali. I frutti possono essere colpiti in tutti gli stadi del loro sviluppo. In principio si manifesta un rammollimento di una parte del frutto con graduale estensione del disfacimento a tutta la superficie. In fine sulle aree di marcescenza fuoriesce la fruttificazione del patogeno che si differenziano a seconda del fungo: - Monilia laxa: si forma uno strato più o meno compatto di muffa grigiastra; - Monilia fructigena: si formano dei cuscinetti meno compatti di colore ocra- nocciola. La muffa si crea durante le ore di luce. I frutti colpiti sono soggetti a disfacimento molle oppure possono subire disidratazione successive e trasformazioni in mummie secche; in questi casi sono pericolosi mezzi di contagio. A volte, sui frutti in conservazione, in condizioni di estrema carenza di luminosità può comparire un marciume nero senza la comparsa della muffa.

Descrizione fisica

Le Monilie sono due funghi con sintomatologie specifiche: - sui frutti, dove provocano tipici marciumi molli; - sui giovani germogli, e rametti, dove provoca la formazione di cancri localizzati e disseccamenti dei cimali. I frutti possono essere colpiti in tutti gli stadi del loro sviluppo. In principio si manifesta un rammollimento di una parte del frutto con graduale estensione del disfacimento a tutta la superficie.In fine sulle aree di marcescenza fuoriesce la fruttificazione del patogeno che sidifferenziano a seconda del fungo: - Monilia laxa: si forma uno strato più o meno compatto di muffa grigiastra; - Monilia fructigena: si formano dei cuscinetti meno compatti di colore ocra - nocciola. La muffa si crea durante le ore di luce. I frutti colpiti sono soggetti a disfacimento molle oppure possono subire disidratazione successive e mummificazioni secche; in questi casi sono pericolosi mezzi di contagio. A volte, sui frutti in conservazione, in condizioni di estrema carenza di luminosità può comparire un marciume nero senza la comparsa della muffa.