Fitopatologie

Tignola della frutta (Recurvaria nanella)

Identificazione dei sintomi

La Tignola della frutta è un insetto polifago. Gli adulti sono delle farfalle di medie dimensioni (9-12 mm di apertura alare); la Livrea delle ali anteriori è di colore giallastro, con bande trasversali oblique biancastre. Le larve sono di colore verdastro con capo scuro e vanno dai 6 ai 10 mm di lunghezza. Il danno è determinato dalle larve che attaccano: - le gemme ancora chiuse: queste vengono divorate all'interno e svuotate; - giovano germogli: le giovani foglioline vengono erose e bucherellate; - i frutticini: colpiti molto raramente.

Descrizione dei danni arrecati

La lotta è di tipo chimico tuttavia i normali trattamenti effettuati contro altri fitofagi sono sufficienti a controllarne la popolazione. In ogni caso danno ottimi risultati i trattamenti eseguiti in prefioritura con Clorpirifos - metile, Metomil, Acefate eventualmente miscelati con olio bianco.

Lotta

La lotta è di tipo chimico tuttavia i normali trattamenti effettuati contro altri fitofagi sono sufficienti a controllarne la popolazione. In ogni caso danno ottimi risultati i trattamenti eseguiti in prefioritura con Clorpirifos-metile, Metomil, Acefate eventualmente miscelati con olio bianco.

Descrizione fisica

La Tignola della frutta è un insetto polifago. Gli adulti sono delle farfalle di medie dimensioni (9 - 12 mm di apertura alare); la Livrea delle ali anteriori è di colore giallastro, con bande trasversali oblique biancastre. Le larve sono di colore verdastro con capo scuro e vanno dai 6 ai 10 mm di lunghezza. Il danno è determinato dalle larve che attaccano: - le gemme ancora chiuse: queste vengono divorate all'interno e svuotate; - giovano germogli: le giovani foglioline vengono erose e bucherellate; - i frutticini: colpiti molto raramente.

Ciclo biologico

Sverna allo stadio larvale protetto da un piccolo bozzo. In primavera queste larve riprendono l'attività molto presto, in alcune zone già a fine inverno danneggiando prima le gemme e poi i germogli. Gli adulti compaiono tra giugno e luglio; le femmine ovidepongono nell’epidermide fogliare inferiore. Le larvette neonate provocano le mine fogliari. La tignola della frutta compie una sola generazione all'anno

Descrizione biologica

Sverna allo stadio larvale protetto da un piccolo bozzo. In primavera queste larve riprendono l'attività molto presto, in alcune zone già a fine inverno danneggiando prima le gemme e poi i germogli. Gli adulti compaiono tra giugno e luglio; le femmine ovidepongono nell’epidermide fogliare inferiore. Le larvette neonate provocano le mine fogliari. La tignola della frutta compie una sola generazione all'anno.