Fitopatologie

Ticchiolatura del pioppo (Venturia macularis)

Identificazione dei sintomi

E' una micopatia fogliare tipica del Pioppo nero. La malattia si manifesta con delle macchie bruno-nerastre; queste macchie necrotizzano e disseccano molto presto, provocando la deformazione della lamina ed il distacco del lembo colpito o della foglia intera. La malattia può colpire anche i giovani germogli determinando dei seccumi apicali. Le macchie necrotiche fogliari si possono rivestire di una leggera patina verdastro-ocracea.

Descrizione dei danni arrecati

La lotta è tipicamente preventiva. Di tipo chimica è attuabile specialmente in vivaio, effettuando interventi di tipo preventivo a base di Mancozeb, eventualmente associato ad Esaconazolo.

Lotta

La lotta è tipicamente preventiva. Di tipo chimica è attuabile specialmente in vivaio, effettuando interventi di tipo preventivo a base di Mancozeb, eventualmente associato ad Esaconazolo.

Descrizione fisica

E' una micopatia fogliare tipica del Pioppo nero. La malattia si manifesta con delle macchie bruno - nerastre; queste macchie necrotizzano e disseccano molto presto, provocando la deformazione della lamina ed il distacco del lembo colpito o della foglia intera. La malattia può colpire anche i giovani germogli determinando dei seccumi apicali. Le macchie necrotiche fogliari si possono rivestire di una leggera patina verdastro - ocracea.

Ciclo biologico

Il fungo si conserva nell'ambiente, come micelio, nella vegetazione infetta sotto alle piante e nelle foglie necrosate che sono rimaste attaccate ai rami. Le infezioni più frequenti si hanno in primavera, in corrispondenza dei periodi molto umidi e piovosi con temperature tra 10 e 20-25 °C.

Descrizione biologica

Il fungo si conserva nell'ambiente, come micelio, nella vegetazione infetta sotto alle piante e nelle foglie necrosate che sono rimaste attaccate ai rami. Le infezioni più frequenti si hanno in primavera, in corrispondenza dei periodi molto umidi e piovosi con temperature tra 10 e 20 - 25°C.