Fitopatologie

Peronospora dello spinacio (Peronospora Farinosa)

Descrizione dei danni arrecati

Sulla parte epigea si sviluppa la malattia con gravi danni in caso di forte infestazione della coltura. Per la difesa si ricorre a rotazioni almeno triennali; impiego di seme disinfettato, varietà resistenti, trattamenti chimici con Sali di rame, Metalaxil + ossicloruro di rame, Anilazina, Dodina.

Descrizione fisica

La malattia si manifesta con macchie decolorate rotondeggianti del diametro di 1 - 2 cm con presenza di feltro miceliare grigio violaceo nella pagine fogliare inferiore.

Ciclo biologico

Le infezioni avvengono in periodi stagionali dove si è in presenza di alta e persistente umidità e con temperature di 8 - 18 °C.

Descrizione biologica

Il patogeno si conserva tramite micelio ed oospore differenziatesi in seno ai resti delle foglie infette rimaste in campo; si conserva anche sui semi. Sono gli sporangio-conidi che permettono la diffusione del patogeno e la nuova infezione. Questi vengono emessi dagli sporangiofori che si formano per germinazione dalle oospore.