Fitopatologie

Oidio o mal bianco delle cucurbitacee (Sphaerotheca fuliginea)

Descrizione dei danni arrecati

Danni evidenti su tutte le parti della pianta e in casi di gravi attacchi può essere compromesso buona parte del raccolto. Difesa con lotta chimica a base di Zolfo e dinocap (da usare entrambi a basse temperature), Triadimenol, Fenarimol, propiconazolo, bupiramate, bitertanolo, pirazofos.

Descrizione fisica

Tipica malattia riscontrata sulle cucurbitacee nei mesi estivi con decorso umido. Molto soggette sono anche le colture allevate in serra. I sintomi sono evidenti su tutte le parti della pianta. I primi sintomi compaiono sulla pagina inferiore delle foglie sottoforma di chiazze biancastre che tendono ad allargarsi e in casi di grave infestazione le foglie attaccate ingialliscono e cadono.

Ciclo biologico

Il Ciclo è influenzato dalle condizioni ambientali. Cicli: Micelio - conidi - Micelio di resistenza Micelio - conidi - Micelio - cleistoteici di resistenza.

Descrizione biologica

Lo svernamento del fungo avviene sottoforma di micelio su specie spontanee o con cleistoteici su residui vegetali della coltura. La diffusione e sviluppo del patogeno avviene in condizioni ambientali ideali di temperatura intorno ai 25 °C e umidità relativa elevata.In campo i primi attacchi iniziano da giugno e perdurano fino a settembre - ottobre. La pioggia ostacola la diffusione e sviluppo della malattia.