Fitopatologie

Tripide degli orti o del tabacco (Thripis Tabaci)

Descrizione dei danni arrecati

I danni più gravi interessano le giovani piantine ma anche piante adulte dove attaccano i diversi organo erbacei come fusti, germogli, frutti etc. provocando tacche necrotiche e depigmentate con eventuali deformazioni. Possono essere anche vettori pericolosi di Virus. La lotta dopo un monitoraggio con trappole cromotropiche di colore blu, può essere essere eseguita dopo la soglia di 10-15 individui giovanili per pianta.Lotta chimica con Fosforganici e Piretroidi; Biologica con Tisanottero Aelotripide, Coleotteri Coccinelidi, larve di Ditteri Sirfidi e Neurotteri Crisopidi.

Descrizione fisica

  • Adulto: di colore giallo chiaro, talora con sfumature grigiastre e dimensioni di mm 0,9 - 0,12 di Lunghezza. Capo con rugosità e ocelli disposti a triangolo, antenne con 6 articoli; ali anteriori con due lunghe venature delle quali l'anteriore possiede 7 setole basali.

Ciclo biologico

Compie circa 3-4 generazioni da Aprile a Settembre, gli stadi giovanili neanidali sono 2.

Descrizione biologica

Sverna da adulto tra foglie secche e detriti presenti sul suolo. In primavera fuoriesce e si porta sulle piante ospiti. Le femmine dopo l'accoppiamento o per partenogenesi, depongono circa 20 uova nei tessuti fogliari, negli steli o nei sepali. Dopo 6 giorni nascono le neanidi, dopo una decina di giorni e due stadi di sviluppo si impupa nel terreno. Dopo l'impupamento fuoriesce da Adulto e si accoppia fuori dal terreno. E' altamente polifago.