DELTAMETRINA

NOME CHIMICO
(S)-Ó-cyano-3-phenoxybenzyl (1R)-cis-3-(2,2-dibromovinyl)-2,2- dimethylcyclopropanecarboxilate (IUPAC)
[1R-[1Ó(S*),3Ó]]-cyano-3-phenoxyphenyl)methyl 3-(2,2-dibromoethenyl)-2,2-dimethylcyclopropanecarboxylate (C.A.)
FORMULA BRUTA
C H Br NO
22 19 2 3
GRUPPO CHIMICO
Piretroidi
CENNI STORICI
Insetticida introdotto da Roussel Uclaf.
NOME COMUNE
deltamethrin (BSI, E-ISO)
NUMERO CAS
52918-63-5
PESO MOLECOLARE
505.2
STATO FISICO
Polvere cristallina incolore.
SOLUBILITA'
In acqua < 0.2 µg/l (25°C).
In acetone 500 g/l, in benzene 450 g/l, in dimetilsulfosside 450 g/l, in etanolo 15 g/l, in xilene 250 g/l (20°C).
PUNTO DI FUSIONE
100-102°C
PRESSIONE DI VAPORE
  • 5
1.24 x 10 mPa (25°C)
STABILITA'
Stabile all'aria e alla luce del sole.
E' più stabile in ambiente acido che alcalino.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Agrumi3/30/60
Mandorlo, nocciolo3/30
Altra frutta a guscio30
Melo, pero3/7/30
Albicocco, ciliegio, susino3/7
Pesco3/30
Vite3/7/30
Fragola3
Lampone, mora di rovo7 (dal 15 giugno 2015 al 12 ottobre 2015)
Olivo3/7
Actinidia14
Patata3/7/30
Bietola rossa30
Carota3/7/21
Ravanello7
Aglio3/7
Cipolla7/21
Scalogno, cipollino7
Pomodoro, peperone3/21
Melanzana3/15
Cetriolo, cetriolino, zucchino, melone, zucca, cocomero, mais dolce3
Cavoli3/7
Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee3/7/14
Spinacio, erbe fresche3
Bietola da foglia30
Fagiolo, fagiolino, fava, pisello3/7/15
Asparago--/3/15
Cardo, carciofo3
Sedano, porro7
Funghi coltivati3
Girasole60
Colza30/45
Soia15
Cotone15/30
Cereali3/30
Barbabietola da zucchero3/30/60
Erba medica14/15
Trrifoglio, graminacee foraggere14
Barbabietola da foraggio30
Pioppo--
Tabacco3/7/60
Floreali e ornamentali--
Derrate alimentari immagazzinate:
Cereali in granella--
Altri impieghi:
Campi da golf, tappeti erbosi--
Vivai--
Disinfestazione edifici di stoccaggio cereali (magazzini, silos, etc.) ... --
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 26 febbraio 2007 (GU n. 102 del 4-5-2007):
Colture:
Agrumi, melo, pero, albicocco, ciliegio, pesco, susino, vite, fragola, olivo3
Carota, pomodoro, melanzana, cetriolo, cavoli, lattughe e simili, rucola, spinacio, pisello, fagiolino, fava, asparago, carciofo3
Cipolla, sedano, porro7
Peperone, fagiolo, funghi3
Soia, cotone15
Colza30
Patata (precoce e tardiva)7
Frumento, mais, orzo3
Barbabietola da zucchero3
Erba medica15
Tabacco3
Floreali, ornamentali--
Pioppo--
Derrate alimentari immagazzinate:
Cereali in granella (1)2/--
Altri impieghi:
Applicazione in vivaio sulle colture autorizzate in campo
Impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico.
(1) Se destinati ad alimentazione umana ed animale, effettuare una idonea pulitura.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 524/2011 della Commissione del 26 maggio 2011 ( (per prodotti non definiti nell'allegato I delle direttive 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE il riferimento è il Regolamento n. 441/2012):
Mele, ciliegie, uve da tavola e da vino, fragole, uva spina, kiwi0,2
Altre pomacee, altre drupacee0,1
More di rovo, lamponi, ribes a grappoli0,5
Olive da tavola1
Altra frutta0,05*
Patate0,2
Agli, cipolle, scalogni, cipolline, cavoli a infiorescenza, cavoli a testa, carciofi0,1
Pomodori, melanzane, okra, gombo0,3
Altre solanacee, cucurbitacee con buccia commestibile, cucurbitacee con buccia non commestibile, legumi freschi, porri0,2
Cavoli a foglia, lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee, spinaci e simili, erbe fresche0,5
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella1
Semi di colza, semi di senape0,1
Altri semi oleaginosi0,05*
Olive da olio1
Altri frutti oleaginosi0,05*
Cereali2
5
Caffè2
Infusioni di erbe, cacao, carruba0,05*
Luppolo5
Spezie (radici o rizomi)0,5
Altre spezie0,05*
Barbabietola da zucchero0,5
Altre piante da zucchero0,05*
Note:
Cis-deltametrina
(F) = Liposolubile
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 31 marzo 2008 (GU n 147 del 25-6-2008):
Mele, ciliegie, uve da tavola e da vino, fragole
(escluse le fragole selvatiche), uva spina, Kiwi . 0,2
Altre pomacee, altre drupacee0,1
More, lamponi, ribes (rosso, nero e bianco)0,5
Olive (da tavola), olive (da olio)1
Altra frutta0,05 (*)
Agli, cipolle, scalogni, cipolline, cavoli a infiorescenza, cavoli a testa, carciofi0,1
Pomodori, melanzane, gombo0,3
Altre solanacee, cucurbitacee con buccia commestibile, cucurbitacee con buccia non commestibile, legumi da granella (freschi), porri0,2
Cavoli a foglia, lattughe e simili, spinaci e simili, erbe fresche0,5
Funghi0,05
Altri ortaggi0,05 (*)
Legumi da granella1
Semi di colza, semi di senape0,1
Altri semi olaginosi0,05 (*)
Patate0,05 (*)
5
Luppolo5
Cereali2
Erba medica0,1 (n)
Barbabietola da zucchero0,5 (n)
Farina bianca0,3 (n)
Farina integrale1 (n)
Crusca3 (n)
Note:
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
Quantità massime di residui valide fino al 1° novembre 2008, in attesa della revisione del fascicolo dell'allegato III nel quadro della direttiva 91/414/CEE e l'ulteriore registrazione dei formulati di deltametrina a livello di Stato Membro.
I nuovi limiti massimi di residui stabiliti con il Decreto 31 marzo 2008, che trovano applicazione per i trattamenti effettuati dopo l'entrata in vigore dei limiti stessi, si applicano a decorrere dal 19 dicembre 2007.
AGRICOLTURA BIOLOGICA
Piretroidi (solo deltametrina o lambdacialotrina): sostanze attive utilizzabili in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 poi abrogato e sostituito dal regolamento (CE) n. 834/2007 del 28 giugno 2007 che ne ha confermato l'uso in agricoltura biologica (vedi allegato II del regolamento (CE) n. 889/2008 poi modificato con regolamento n. 354/2014 dell'8 aprile 2014).
Descrizione, requisiti di composizione, condizioni per l'uso: Insetticida; solo in trappole con specifiche sostanze attrattive; solo contro Bactrocera oleae e Ceratitis capitata Wied.
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Possono essere autorizzate solo le utilizzazioni come insetticida" (Parte A)
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2003/5/CE della Commissione del 10 gennaio 2003 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'iscrizione della sostanza attiva deltametrina
  • Decreto 28 marzo 2003 (GU n. 131 del 9-6-2003) Inclusione della sostanza attiva deltametrina nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2003/5/CE della Commissione del 10 gennaio 2003.
  • Decreto 29 aprile 2004 (GU n. 117 del 20-5-2004 ) Revoca delle autorizzazioni all'immissione in commercio di prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni definite dal decreto del Ministero della salute del 28 marzo 2003, relativo all'iscrizione della sostanza attiva deltametrina nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 8 agosto 2006 (GU n. 195 del 23-8-2006) Revoca delle autorizzazioni all'immissione in commercio di prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni definite dal decreto del Ministero della salute del 28 marzo 2003, relativo all'iscrizione della sostanza attiva deltametrina nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 21 aprile 2011 (GU n. 139 del 17-6-2011 ) Ri-registrazione del prodotto fitosanitario, a base di deltametrina, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier UVP05939488 di All.III. (11A07388)
  • Decreto 21 aprile 2011 (GU n. 139 del 17-6-2011 ) Ri-registrazione del prodotto fitosanitario, a base di deltametrina, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier UVP05939666 di All.III. (11A07389)
  • Decreto 26 maggio 2011 (GU n. 139 del 17-6-2011 - Suppl. Ordinario n.149) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di deltametrina, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier UVP06396127 di All. III. (11A07497)
  • Decreto 26 maggio 2011 (GU n. 139 del 17-6-2011 - Suppl. Ordinario n.149) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di deltametrina, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier METEOR 15,7 g/l SC di All. III. (11A07499)
  • Regolamento (UE) n. 823/2012 della Commissione del 14 settembre 2012 recante deroga al regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le date di scadenza dell’approvazione delle sostanze attive 2,4-DB, acido benzoico, beta-ciflutrin, carfentrazone etile, Coniothyrium minitans di ceppo CON/M/91-08 (DSM 9660), ciazofamid, ciflutrin, deltametrina, dimethenamid-P, etofumesato, etossisulfuron, fenamidone, flazasulfuron, flufenacet, flurtamone, foramsulfuron, fostiazato, imazamox, iodosulfuron, iprodione, isoxaflutole, linuron, idrazide maleica, mecoprop, mecoprop-P, mesosulfuron, mesotrione, oxadiargil, oxasulfuron, pendimetalin, picoxystrobin, propiconazolo, propineb, propoxycarbazone, propizamide, piraclostrobin, siltiofam, triflossistrobina, warfarin e zoxamide
AUTORIZZAZIONI ECCEZIONALI
  • Con Decreto 23 aprile 2015 il prodotto Decis Evo ha ottenuto l'autorizzazione straordinaria per il controllo della Drosophila suzukii sulle seguenti colture: ciliegio dal 23/04/2015 al 20/08/2015; vite dal 30/07/2015 al 26/11/2015; piccoli frutti (lampone e more di rovo dal 15/06/2015 al 12/10/2015.
  • Con Decreto 23 aprile 2015 i prodotti Decis Jet, Bitam 15 EC e Glorial Jet hanno ottenuto l'autorizzazione straordinaria su ciliegio e vite per il controllo della Drosophila suzukii: su ciliegio dal 23/04/2015 al 20/08/2015 e su vite dal 30/07/2015 al 26/11/2015.
  • Con Decreto 19 maggio 2014 il prodotto Decis Evo ha ottenuto l'estensione di impiego sui piccoli frutti (lampone e mora di rovo) per il controllo della Drosophila suzukii, per 120 giorni: dal 1 giugno 2014 al 29 settembre 2014.
  • Con Decreto 15 maggio 2013, per i prodotti Decis (reg. 4426) e Decis Jet (reg. 10127), è stata autorizzata in via straordinaria l'estensione di impiego su piccoli frutti (lampone e mora di rovo), per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura, per un periodo massimo di 120 giorni fino al 12 settembre 2013 ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009.
  • Con Decreto 14 giugno 2012, per i prodotti Decis (reg. 4426) e Decis Jet (reg. 10127), è stata autorizzata in via straordinaria l'estensione di impiego sulle colture di mora e lampone, per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura, per un periodo massimo di 120 giorni compreso tra il 14 giugno 2012 e il 11 ottobre 2012 ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009.
  • Con Decreto 18 luglio 2011, per i prodotti Decis (reg. 4426) e Decis Jet (reg. 10127), è stata autorizzata in via straordinaria l'estensione di impiego sulle colture di mora e lampone, per il controllo della Drosophila suzukii Matsumura, per un periodo massimo di 120 giorni compreso tra il 18 luglio 2011 e il 14 novembre 2011 ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009.
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con D.M. 16 luglio 1999 (s.o. G.U. n. 176 del 29.7.99) è stato revocato l'impiego su fico.
  • Con D.M. 3 gennaio 2001 (s.o. G.U. n. 34 del 10.2.2001) sui cereali in granella l'intervallo di sicurezza è stato portato da 42 a 0 giorni.
  • Con D.M. 8 giugno 2001 (G.U. n. 203 del 1-9-2001- Suppl. Ordinario n.223) è stata approvata l'estensione di impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico (PPO).
  • Decreto 17 febbraio 2005 (GU n. 59 del 12-3-2005 - Suppl Ordinario n. 36) "Variazioni tecniche delle autorizzazioni di alcuni prodotti fitosanitari"
Con questo decreto viene autorizzata l'estensione di impiego su rucola di diversi prodotti Bayer Cropscience a base di deltametrina, dicloran, etoprofos, glufosinate ammonio, iprovalicarb, metiocarb, rame, tolilfluanide. Vengono inoltre indicati i limiti massimi di residui su rucola di glufosinate ammonio (0,1 mg/kg), tolilfluanide (30 mg/kg), etoprofos (0,02 mg/kg).
  • Il Decreto 13 maggio 2005 (GU n. 184 del 9-8-2005) ha aggiornato il decreto 27 agosto 2004 aggiungendo la rucola tra gli impieghi autorizzati.
  • Decreto 16 novembre 2005 (GU n. 284 del 6-12-2005) Variazione tecnica delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari «Meteor» (registrata al n. 10976) e «Vapire Del» (registrata al n. 11255).
Con questo decreto viene autorizzata l'estensione su rucola per i due prodotti citati.
  • Direttiva 2006/59/CE dela Commissione del 28 giugno 2006 che modifica gli allegati delle direttive 76/895/CEE, 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di carbaril, deltametrina, endosulfan, fenitrotione, metidatione e oxamil.
  • Con Decreto 26 febbraio 2007 (GU n. 102 del 4-5-2007) è modificato l'intervallo di sicurezza su patata da 3 a 7 giorni.
  • Direttiva 2007/73/CE della Commissione del 13 dicembre 2007 che modifica alcuni allegati delle direttive 86/362/CEE e 90/642/CEE del Consiglio riguardo alle quantità massime di residui delle sostanze acetamiprid, atrazina, deltametrina, imazalil, indoxacarb, pendimetalin, pimetrozina, piraclostrobin, tiacloprid e triflossistrobina
  • Si segnala la registrazione del prodotto Decis Energy O-TEQ (reg. 13361 del 15-6-2009), a base di deltametrina + imidacloprid, autorizzato su diverse colture tra cui cocomero, melone e zuccchino che vanno ad aggiungersi agli impieghi autorizzati in Italia della deltametrina.
  • Si segnala che con decreto dirigenziale 26 maggio 2011 alcuni prodotti a base di deltametrina hanno ottenuto l'estensione di impiego su diverse colture tra cui: actinidia (intervallo di sicurezza di 14 giorni); frutta a guscio (intervallo di sicurezza di 30 giorni); mais dolce, cetriolino, zucchino, melone, cocomero, zucca, cardo, erbe fresche (intervallo di sicurezza di 3 giorni); aglio, cipollino, scalogno, ravanello (intervallo di sicurezza di 7 giorni); avena, segale, sorgo (intervallo di sicurezza di 30 giorni); girasole (intervallo di sicurezza di 60 giorni); trifoglio, graminacee foraggere (intervallo di sicurezza di 14 giorni); barbabietola da foraggio (intervallo di sicurezza di 30 giorni); campi da golf e tappeti erbosi.
CAMPO D'IMPIEGO
Insetticida per la difesa di agrumi, frutta a guscio, pesco, albicocco, susino, ciliegio, melo, pero, fragola, vite, olivo, ortaggi (patata, bietola rossa, carota, ravanello, aglio, cipolla, cipollino, scalogno, cetriolo, cetriolino, zucchino, melone, cocomero, zucca, pomodoro, peperone, melanzana, mais dolce, cavoli, lattughe e simili, spinacio, bietola da foglia, erbe fresche, fagiolo, pisello, fava, fagiolino, sedano, carciofo, asparago, cardo, porro), barbabietola da zucchero, barbabietola da foraggio, cereali (frumento, orzo, avena, segale, mais, sorgo), soia, girasole, cotone, colza, erba medica, trifoglio, graminacee foraggere, funghi, tabacco, floreali, ornamentali, pioppo, vivai (anche di pioppo e forestali), campi da golf, tappeti erbosi, cereali in granella immagazzinati e loro depositi di stoccaggio.
Trova impiego anche in pannelli attrattivi ad azione insetticida su agrumi, vite, pomacee, drupacee, fico d'india, kaki.
SPETTRO D'AZIONE
E' dotato di un ampio spettro d'azione, sia su forme giovanili sia su adulti.
In particolare, ne è indicato l'impiego contro: afidi, aleurodidi, carpocapsa, cavolaia, cocciniglia mezzo grano di pepe, dorifora, microlepidotteri, mosca della frutta e degli agrumi, nottue, piralide, psilla, ricamatrici, tentredini, tignole, tortricidi, tripidi ed altri insetti.
Nei trattamenti ai cereali immagazzinati combatte: Sitophilus spp. (calandra), Oryzaephilus surinamensis (silvano), Tribolium spp. (tribolio), Rhizopertha dominica (cappuccino), Acanthoscelides obtectus, Sitotroga cerealella, Ephestia kuehniella, Ephestia cautella, Plodia interpunctella (tignole), Tenebrioides mauritanicus (struggigrano), Tenebrio molitor (tenebrione), Trogoderma spp (trogoderma), Stegobium paniceum (stegobio del pane), Lasioderma serricorne, Corcyra cephalonica, Zabrotes subfasciatus, Callosobruchus maculatus.
MODO D'AZIONE
Insetticida piretroide attivo per contatto e ingestione. E' dotato di un a rapida azione iniziale (effetto abbattente) e consente una protezione sufficientemente duratura. Mostra efficacia a bassissimi dosaggi d'impiego (circa 10 g di sostanza attiva per ettaro di superficie).
FORMULAZIONI
¦ Concentrato emulsionabile
¦ Sospensione concentrata
¦ Polvere secca (disponibile solo per il trattamento delle derrate immagazzinte)
Sono disponibili anche formulazioni in miscela con altri p.a. insetticidi.
MODALITA' D'IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 2,8% (25 g/l) di p.a. sotto forma di concentrato emulsionabile.
  • Melo, Pero: Aphis pomi, Quadraspidiotus perniciosus, Psylla pyri, Cydia pomonella, Capua reticulana, Pandemis cerasana, Pandemis heparana, Archips podanus, Archips rosanus, Anthonomus pomorum, Hoplocampa brevis, Hoplocampa minuta, Dasyneura pyri, Dasyneura mali, Ceratitis capitata, Lithocolletis blancardella, Lithocolletis (=Phyllonorycter) corylifoliella, Leucoptera scitella: 30-50 ml/hl (0,3-0,7 l/ha). Intervenire in pre-fioritura contro Afidi, alla migrazione delle neanidi contro Cocciniglie, a caduta foglie contro la Psilla del pero, alla comparsa del parassita negli altri casi. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg. Nel caso di trattamenti in pre-fioritura intervenire con trattamenti successivi solo in post-fioritura.
  • Pesco, Albicocco, Susino, Ciliegio: Myzus persicae, Hyalopterus amygdali, Quadraspidiotus perniciosus, Diaspis pentagona, Cydia molesta, Anarsia lineatella, Hoplocampa brevis, Hoplocampa minuta, Hoplocampa flava, Ceratitis capitata, Rhagoletis cerasi, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci, Lithocolletis (=Phyllonorycter) pomonella, Lyonetia clerckella: 30-50 ml/hl (0,3-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita, in pre-fioritura (bottoni rosa) contro Afidi e Tripidi. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg. Nel caso di trattamenti in pre-fioritura intervenire con trattamenti successivi solo in post-fioritura.
  • Vite (da tavola e da vino): Lobesia botrana, Clysia ambiguella, Empoasca flavescens, Scaphoideus titanus, Metcalfa pruinosa: 30-60 ml/hl (0,25-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Agrumi:Toxoptera aurantii, Aphis gossypii, Aphis spiraecola, Dialeurodes citri, Aleurothrixus floccosus, Ceratitis capitata, Saissetia oleae: 35-40 ml/hl (0,4-0,5 l/ha). Effettuare 1 applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione.
  • Kiwi: Ceratitis capitata, Metcalfa pruinosa, Diaspis pentagona, Saissetia oleae: 50 ml/hl (0,4-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg
  • Frutta a guscio: Cydia pomonella, Cydia splendana, Curculio nucum, Monosteira unicostata, Pammene fasciana: 35-40 ml/hl (0,4-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Olivo : Saissetia oleae, Prays oleae, Bactrocera oleae: 40-50 ml/hl (0,4-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Frumento, Orzo, Segale, Avena: Macrosiphum avenae, Rhopalosiphum maydis, Eurygaster maura, Nezara viridula, Lema melanopus: 0,3-0,5 l/ha. Effettuare 1 applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione.
  • Mais, Mais dolce, Sorgo: Macrosiphum avenae, Rhopalosiphum maydis, Ostrinia nubilalis, Agrotis segetum, Agrotis ipsilon, Sesamia cretica, Sesamia nonagrioides, Diabrotica virgifera virgifera, Zyginidia pullula, Laodelphax striatellus: 0,3-0,5 l/ha. Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Barbabietola da zucchero e da foraggio: Aphis fabae, Chaetocnema tibialis, Mamestra brassicae, Agrotis segetum, Agrotis ipsilon, Conorrhynchus mendicus, Lixus iunci, Atomaria linearis, Pegomyia betae, Cassida vittata: 0,3-0,5 l/ha. Effettuare 1 applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione.
  • Pomodoro, Peperone, Melanzana (coltura a pieno campo): Myzus persicae, Aphis gossypii, Leptinotarsa decemlineata, Heliothis armigera, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Mamestra brassicae,Thrips tabaci, Ostrinia nubilalis, Plusia gamma, Nezara viridula: 50-60 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Pomodoro, Peperone, Melanzana (coltura in serra): Myzus persicae, Aphis gossypii, Leptinotarsa decemlineata, Heliothis armigera, Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Mamestra brassicae, Thrips tabaci, Ostrinia nubilalis, Plusia gamma, Nezara viridula: 45-50 ml/hl (0,5-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 4 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Cetriolo, Cetriolino, Zucchino (coltura a pieno campo): Aphis gossypii, Myzus persicae, Thrips tabaci: 50-60 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Cetriolo, Cetriolino, Zucchino (coltura in serra): Aphis gossypii, Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum, Thrips tabaci: 45-50 ml/hl (0,5-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 4 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Melone, Cocomero, Zucca (coltura a pieno campo): Aphis gossypii, Myzus persicae, Thrips tabaci: 50-60 ml/hl (0,3-0,5 l/ha) Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Melone, Cocomero, Zucca (coltura in serra): Aphis gossypii, Myzus persicae, Thrips tabaci: 60-70 ml/hl (0,5-0,7 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Patata: Myzus persicae, Macrosiphum euphorbiae, Aphis nasturtii, Leptinotarsa decemlineata, Phtorimaea operculella (azione collaterale), Thrips tabaci: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Fagiolo, Fagiolino, Fava, Pisello: Aphis fabae, Acyrtosiphon pisum, Ostrinia nubilalis, Sitona lineatus, Thrips tabaci: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha) . Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione se necessario dopo 14 gg.
  • Carciofo, Cardo: Anuraphis helichrysi, Brachycaudus cardui, Hydroecia xanthenes, Choreutis bjerkandrella, Agrocola lychnidis, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Depressaria erinaceella: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee (coltura a pieno campo): Nasonovia ribis-nigri, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Mamestra brassicae, Athalia rosae: 50-60 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee (coltura in serra): Nasonovia ribis-nigri, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Mamestra brassicae, Athalia rosae: 35-50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Erbe fresche: Nasonovia ribis-nigri, Spodoptera littoralis, Spodoptera exigua, Mamestra brassicae, Athalia rosae, Phyllotreta atra, Phyllotreta nigripes: 30-60 ml/hl (0,3 l/ha). Effettuare 1 applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione.
  • Cavoli a infiorescenza, a testa, a foglia: Aleyrodes proletella, Brevicoryne brassicae, Mamestra brassicae, Pieris rapae, Pieris brassicae, Phyllotreta atra, Phyllotreta nigripes, Plutella xylostella, Plutella maculipennis, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione se necessario dopo 7 gg.
  • Cipolla, Porro, Aglio, Scalogno, Cipollina: Thrips tabaci, Lilioceris merdigera: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Asparago: Crioceris asparagi, Thrips tabaci, Brachycorynella asparagi: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione se necessario dopo 14 gg. Evitare i trattamenti al turione.
  • Spinacio: Aphis fabae, Cassida nobilis: 35-55 ml/hl (0,35 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione se necessario dopo 14 gg.
  • Carota, Ravanello: Cavariella aegopodii, Dysaphis foeniculus, Dysaphis apiifolia, Dysaphis crataegi, Phytomyza atricornis, Lyriomyza huidobrensis, Phyllotreta atra, Phyllotreta nigripes, Phyllotreta undulata: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Fragola (coltura a pieno campo): Sitobion fragariae, Aphis gossypii, Chaetosiphon fragaefolii: 50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Fragola (coltura in serra): Sitobion fragariae, Aphis gossypii, Chaetosiphon fragaefolii, Thrips tabaci: 35-50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Erba medica, Trifoglio, Graminacee foraggere: Aphis craccivora, Apion pisi, Hypera variabilis, Calliptamus italicus, Dociostaurus maroccanus: 0,25 l/ha. Intervenire alla comparsa del parassita, ripetendo l’applicazione in caso di necessità.
  • Colza, Girasole: Meligethes aeneus, Phyllotreta atra, Phyllotreta nigripes, Phyllotreta undulata , Psylliodes chrysocephala, Pieris brassicae, Pieris rapae, Ceuthorrynchus napi: 0,3 l/ha. Effettuare l’applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione. Solo su colza, in caso di necessità, è possibile effettuare sino a 4 applicazioni a distanza di 14 gg.
  • Cotone: Aphis gossypii, Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum, Thrips tabaci: 0,5-0,7 l/ha. Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione se necessario dopo 14 gg.
  • Floreali (coltura a pieno campo): Aphis gossypii, Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella sanborni, Phlogophora meticulosa, Mamestra brassicae, Cacyreus marshalli, Metcalfa pruinosa, Arge pagana, Ardis sulcata, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci: 35-50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Floreali (coltura in serra): Aphis gossypii, Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella sanborni, Phlogophora meticulosa, Mamestra brassicae, Cacyreus marshalli, Metcalfa pruinosa , Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci: 30 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Vivai e Ornamentali (coltura a pieno campo) Aphis gossypii, Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella sanborni, Phlogophora meticulosa, Mamestra brassicae, Cacyreus marshalli, Metcalfa pruinosa, Arge pagana, Ardis sulcata, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci: 35-50 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Vivai e Ornamentali (coltura in serra) Aphis gossypii, Macrosiphum rosae, Macrosiphoniella sanborni, Phlogophora meticulosa, Mamestra brassicae, Cacyreus marshalli, Metcalfa pruinosa, Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum, Thrips major, Thrips meridionalis, Thrips tabaci: 30 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Effettuare al massimo 3 applicazioni a distanza di 7 gg.
  • Pioppo e Forestali in vivaio, impianti giovani: Paranthrene tabaniformis, Synanthedon vespiformis, Saperda carcharias, Saperda populnea, Melasoma populi: 50-75 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Effettuare 1 applicazione alla comparsa del parassita, nelle primissime fasi dell’infestazione.
Trattamento al tronco : 80 ml/hl (0,4 l/ha).
  • Campi da golf, Tappeti erbosi: Aphis craccivora, Apion pisi, Hypera variabilis, Calliptamus italicus, Dociostaurus maroccanus: 75-80 ml/hl (0,3-0,5 l/ha). Intervenire alla comparsa del parassita. Ripetere l’applicazione in caso di necessità.
PRESCRIZIONI SUPPLEMENTARI
Per proteggere gli organismi acquatici adottare una fascia di rispetto non trattata dai corpi idrici superficiali come da indicazioni della tabella riportata nell'etichetta del prodotto. Non contaminare l’acqua con il prodotto o il suo contenitore. Non pulire il materiale d’applicazione in prossimità delle acque di superficie. Evitare la contaminazione attraverso i sistemi di scolo delle acque dalle aziende agricole e dalle strade.
Il prodotto è nocivo per api e insetti utili: osservare scrupolosamente le dosi e le modalità d’impiego indicate. Non trattare durante la fioritura. Effettuare lo sfalcio delle eventuali infestanti fiorite prima dell’applicazione del prodotto.
COMPATIBILITA'
Miscibile con i più comuni antiparassitari a reazione neutra.
FITOTOSSICITA'
Non fitotossico.
ALTRE NOTIZIE
Agisce per contatto e ingestione. Occorre pertanto eseguire un trattamento molto accurato facendo in modo che la bagnatura sia il più uniforme possibile su tutta la vegetazione. In caso di vegetali di difficile bagnatura si consiglia l’aggiunta di un bagnante. Per assicurare la migliore efficacia del trattamento intervenire precocemente prima che il parassita penetri nel vegetale o provochi accartocciamenti delle foglie.
MECCANISMO D'AZIONE
Agisce sul sistema nervoso centrale e periferico, a livello di conduzione assonale con alterazione della permeabilità della membrana dei neuroni. L'effetto caratteristico sull'insetto è una immediata paralisi.
PERSISTENZA
Viene rapidamente degradato nel terreno (1-2 settimane).
MOBILITA' NEL TERRENO
Non viene lisciviato e si localizza nei primissimi strati di terreno (1-2 cm).
ALTRE NOTIZIE
Non sussiste pericolo di inquinamento indiretto delle falde freatiche in quanto il p.a. è pressoché insolubile in acqua.
Cis-deltametrina
(F) = Liposolubile
INFORMAZIONI MEDICHE
SINTOMI: bloccano la trasmissione nervosa iperstimolando pre-post-sinapticamente le terminazioni neuronali.
Particolare sensibilità da parte di pazienti allergici ed asnatici, nonchè dei bambini.
Sintomi a carico del SNC: tremori, convulsioni, atassia; irritazione alle vie aeree: rinorrea, tosse, broncospasmo e dispnea; reazioni allergiche scatenanti: anafilassi, ipertermia, sudorazione, edemi cutanei, collasso vascolare periferico.
TERAPIA: sintomatica e di rianimazione.
N.B. Diluenti e propellenti (idrocarburi) possono procare broncopolmoniti chimiche, aritmie cardiache.
  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: T (tossico)
Frasi di rischio (R) : 23/25-36/38
Consigli di prudenza (S) : 26-28-36
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto 135->5000 mg/Kg
DL 50 orale acuta cane > 300 mg/Kg
DL 50 dermale acuta ratto > 2000 mg/Kg
DL 50 dermale acuta coniglio > 2000 mg/kg
Irritazione dermale (coniglio): non irritante
Irritazione oculare (coniglio): leggermente irritante
CL 50 (4 h) inalatoria acuta ratto 2.2 mg/l
Tossicità per gli uccelli:
DL 50 orale acuta Anas platyrhynchos > 4640 mg/kg
CL 50 (8 gg) Anas platyrhynchos > 8039 mg/Kg dieta
CL 50 (8 gg) Coturnix coturnix > 5620 mg/Kg dieta
Tossicità per i pesci e altri organismi acquatici:
CL 50 (96 h) Salmo gairdneri 0.91 µg/l
CL 50 (96 h) Lepomis macrochirus 1.4 µg/l
CL 50 (48 h) Daphnia 3.5 µg/ape
Tossicità per le api:
DL 50 orale 79 ng/ape, contatto 51 ng/ape