PIRIMICARB

NOME CHIMICO
2-dimethylamino-5,6-dimethylpyrimidin-4-yl dimethylcarbamate (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H N O
11 18 4 2
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici CARBAMMATI
CENNI STORICI
Aficida introdotto nel 1969 da ICI Plant Protection Division.
NOME COMUNE
Pirimicarb
NUMERO CAS
23103-98-2
NUMERO CEE
006-035-00-8
PESO MOLECOLARE
238.3
STATO FISICO
Solido incolore.
SOLUBILITA'
a 25°C: in acqua 2.7 g/l, in acetone 4.0 g/l, in cloroformio 3.2 g/l, in etanolo 2.5 g/l
PUNTO DI FUSIONE
90.5°C
PRESSIONE DI VAPORE
4.0 mPa a 30°C
STABILITA'
Si decompone per prolungata bollitura con acidi o alcali. La soluzione acquosa è instabile alla luce.
CORROSIVITA'
Non corrosivo per i materiali abitualmente impiegati nell'irrorazione.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:
Pesco, nettarine, albicocco, susino, ciliegio, pomacee, fragola7
Patata, bietola, rutabaga, rapa7
Carota, rafano, prezzemolo a grossa radice3 (in campo)
Aglio, cipolla, scalogno3 (in campo)
Pomodoro, melanzana3 (in campo), 7 (in serra)
Peperone3
Cetriolo, zucchino3 (in campo), 7 (in serra)
Melone, cocomero, zucca3
Mais dolce7
Cavolo broccolo, cavolfiore, cavolo di Bruxelles, Cavolo cappuccio3 (in campo)
Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee, erbe fresche7 (in campo), 10 (in serra)
Fagioli freschi (con baccello), fagioli freschi (senza baccello), piselli freschi (con baccello)3 (in campo)
Piselli freschi (senza baccello)7 (in campo)
Asparago7 mesi (trattare dopo la raccolta dei turioni) (in campo)
Carciofo7 (in campo)
Lino, colza, senape-- (trattamenti ammessi fino alla fase di inizio maturazione)
Girasole21
Frumento, segale, triticale, orzo, avena-- (trattamenti ammessi fino alla fase di maturazione latteo-cerosa)
Mais, sorgo, miglio-- (trattamenti ammessi fino alla fase di emergenza dell'infiorescenza)
Barbabietola da zucchero7
Floreali e ornamentali--
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Agrumi, mandorlo, melo, pero, drupacee, vite, fragola14
Bietola rossa, carota, rapa, cipolla, solanacee, cucurbitacee, cavoli, lattuga, indivia, legumi, sedano, carciofo14
Lino, canapa14
Patata14
Cereali30
Barbabietola da zucchero14
Tabacco14
Floreali, ornamentali, forestali--
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 750/2010 della Commissione del 7 luglio 2010:
Agrumi, fragole3
Ananas0,5
Pomacee, albicocche, pesche, frutti di piante arbustive, bacche di sambuco2
Ciliegie5
Altra frutta1
Patate0,2
Solanacee, cucurbitacee con buccia commestibile, cucurbitacee con buccia non commestibile, cavoli a infiorescenza (esclusi cavolfiori e cavoli broccoli), cavoli a testa, cavoli ricci, scarola, fagioli (con baccello), fagioli (senza baccello), piselli (con baccello), piselli (senza baccello), ortaggi a stelo (esclusi carciofi, sedani e finocchi)1
Altri legumi freschi0,7
Cavolfiori, cavoli broccoli, cavoli a foglia (esclusi i cavoli ricci), spinaci, cicoria Witloof2
Lattuga e altre insalate, comprese le brassicacee (esclusa la scarola), spinaci e simili (esclusi gli spinaci), foglie di vite, crescione acquatico, erbe fresche, sedani, carciofi, finocchi5
Altri ortaggi0,5
Legumi da granella1
Semi di papavero, semi di girasole0,5
Semi di colza0,2
Altri semi oleaginosi0,1
Olive da olio1
Altri frutti oleaginosi0,1
Orzo, avena, segale, frumento0,5
Altri cereali0,2
Infusioni di erbe5
Tè, caffè, cacao, carruba0,05*
Luppolo4
Spezie: semi5
Altre spezie0,05*
Barbabietola da zucchero0,5
Altre piante da zucchero0,05*
Note:
Somma di pirimicarb e pirimicarb desmetil espressa in pirimicarb
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Agrumi, mandorle, mele, pere, drupacee, uve, fragole0,2 (n)
Bietole rosse, carote, rape, cipolle, solanacee, cucurbitacee, cavoli, lattuga, indivie, legumi freschi, sedani, carciofi 0,2 (n)
Semi di lino e di canapa0,05 (n)
Patate0,2 (n)
Cereali0,05 (n)
Barbabietole da zucchero0,05 (n)
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2006/39/CE della Commissione del 12 aprile 2006 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'iscrizione del clodinafop, del pirimicarb, del rimsulfuron, del tolclofos-metile e del triticonazolo come sostanze attive.
  • Decreto 23 giugno 2006 (GU n. 203 del 1-9-2006) Inclusione delle sostanze attive clodinafop, pirimicarb, rimsulfuron, tolclofos-metile e triticonazolo nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194, in attuazione della direttiva 2006/39/CE della Commissione del 12 aprile 2006.
  • Decreto 13 Settembre 2007 (GU n. 240 del 15-10-2007 ) Elenco dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza pirimicarb, revocati ai sensi dell'articolo 2, commi 2 e 3 del decreto 7 marzo 2006, relativo all'iscrizione della sostanza attiva pirimicarb nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione del 25 maggio 2011 recante disposizioni di attuazione del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'elenco delle sostanze attive approvate
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 487/2014 della Commissione del 12 maggio 2014 che modifica il regolamento (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda la proroga del periodo di approvazione delle sostanze attive Bacillus subtilis (Cohn 1872) ceppo QST 713, identico al ceppo AQ 713, clodinafop, metrafenone, pirimicarb, rimsulfuron, spinosad, tiametoxam, tolclofos-metile e triticonazolo
  • Decreto 7 novembre 2014 (GU n. 283 del 5-12-2015) Ri-registrazione dei prodotti fitosanitari Pirimor 17,5 e del suo prodotto copia Aphox contenente la sostanza attiva pirimicarb, basata sulla valutazione del dossier A 13214B, alla luce dei principi uniformi di cui al regolamento (UE) n. 546/2011.
  • Decreto 7 novembre 2014 (GU n. 284 del 6-12-2014) Ri-registrazione del prodotto fitosanitario Pirimor M.G.F. contenente la sostanza attiva pirimicarb, basata sulla valutazione del dossier A 10788A, alla luce dei principi uniformi di cui al regolamento (EU) n. 546/2011.
Nota: i provvedimenti di ri-registrazione del 7 novembre 2014 hanno determinato diverse modifiche nelle etichette dei prodotti tra cui si segnalano: eliminazione delle colture: agrumi, canapa, forestali, sedano, tabacco, vite; estensione su aglio, asparago, colza, erbe fresche, girasole, lattughe e altre insalate comprese le brassicacee, mais dolce, prezzemolo a grossa radice, rafano, rutabaga, scalogno, senape; modifiche degli intervalli di sicurezza.
CAMPO D'IMPIEGO
Insetticida per la difesa di drupacee (pesco, nettarine, albicocco, susino, ciliegio), pomaccee, orticole in pieno campo (fragola, pomodoro, melanzana, peperone, carciofo, cetriolo, zucchino, melone, zucca, cocomero, asparago, piselli e fagioli freschi (con e senza baccello), piselli e fagioli da granella, cipolla, aglio e scalogno, carota, prezzemolo a grossa radice, rafano, lattuga ed altre insalate comprese le brassicacee; erbe fresche, cavolo cappuccio, cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo di Bruxelles), orticole in serra (fragola, peperone, pomodoro, melanzana, cetriolo, zucchino, melone, zucca, cocomero, lattuga ed altre insalate comprese le brassicacee; erbe fresche) patata, cereali (mais, sorgo, milgio, frumento, segale, triticale, orzo, avena), mais dolce, bietola rossa, rapa, navone, lino, colza, senape, girasole, floreali e onrmantali in pieno campo e in serra.
SPETTRO D'AZIONE
Specificatamente indicato per la lotta contro gli Afidi, compresi quelli resistenti agli esteri fosforici.
MODO D'AZIONE
Agisce per contatto e per asfissia.
Esplica un buon effetto fumigante e una marcata capacità translaminare (in tal modo riesce a colpire anche gli Afidi presenti sulla pagina fogliare opposta a quella trattata o protetti all'interno di accartocciamenti fogliari).
Presenta un rapido effetto abbattente (entro qualche ora dal trattamento).
FORMULAZIONI
  • Granuli idrodispersibili
MODALITA' DI IMPIEGO
vedi etichetta
COMPATIBILITA'
Miscibile con i più comuni antiparassitari ad esclusione di quelli a reazione alcalina.
FITOTOSSICITA'
Non fitotossico nelle normali condizioni di impiego.
ALTRE NOTIZIE
Per la sua buona selettività nei confronti degli insetti utili, viene consigliato nei programmi di lotta integrata.
MECCANISMO D'AZIONE
Agisce sulla trasmissione degli impulsi nervosi inibendo l'attività dell'acetilcolinesterasi, con meccanismo diverso da quello dei fosforganici: i carbammati, infatti, non reagiscono chimicamente con l'enzima ma lo inibiscono per sostituzione, agendo in competizione con esso a causa della loro analogia strutturale.
Somma di pirimicarb e pirimicarb desmetil espressa in pirimicarb
INFORMAZIONI MEDICHE
SINTOMI: inibitori della acetilcolinesterasi con la quale forma un legame labile che, determinando una facile regressione della sintomatologia, può indurre il paziente a sootovalutare l'intossicazione.
Sintomi muscarinici: disturbi dell'accomodazione, ambliopia, miosi, lacrimazione; scialorrea e broncorrea con broncospasmo; vomito, diarrea; dradicardia.
Sintomi nicotinici: tremori e fibrillazioni muscolari, convulsioni, ipertensione, tachicardia, paralisi flaccida generalizzata, collasso cardiocircolatorio.
TERAPIA: atropina.
CONTROINDICAZIONI: ossime.
  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: T (tossico)
Frasi di rischio (R) : 23/24/25
Consigli di prudenza (S) : 2-13-44
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta su ratto 147 mg/Kg
DL 50 orale acuta su topo 107 mg/Kg
Tossicita' per gli uccelli:
DL 50 orale acuta su Anas platyrhynchos 17.2 mg/Kg
DL 50 orale acuta su Colinus virginianus 8.2 mg/Kg
Tossicità per i pesci:
CL 50 (96 h) su Lepomis macrochirus 55 mg/l
CL 50 (96 h) su Salmo gairdneri 29 mg/l
Prodotti contenenti PIRIMICARB