TIOFANATO-METILE

PESO MOLECOLARE

342.4

STATO FISICO

Solido cristallino incolore.

SOLUBILITA'

a 20°C: moderatamente solubile in acqua; in acetone 58 g/Kg; in cloroformio 26 g/Kg; in metanolo 29 g/Kg.

PUNTO DI FUSIONE

172°C (decomposizione)

STABILITA'

Subisce una biotrasformazione in vivo con formazione di un metabolita attivo benzimidazolico: il Carbendazim.

NOME CHIMICO

dimethyl 4,4'-(o-phenylene)bis(3-thioallophanate) (IUPAC)

FORMULA BRUTA

C H N O S
12 14 4 4 2

GRUPPO CHIMICO

Azoto-solforganici TIOFANATI

CENNI STORICI

Fungicida introdotto da Nippon Soda Co. Ltd.

NOME COMUNE

Thiophanate-methyl

NUMERO CAS

23564-05-8

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)

Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:

Melo, pero7
Pesco, albicocco3
Ciliegio, susino15
Vite ad uva da tavola15 (impiego in scadenza l'8 gennaio 2014: termine dello smaltimento scorte dei prodotti con etichetta precedente la ri-registrazione)
Vite ad uva da vino35
Nocciolo--
Pomodoro, melanzana, melone, cocomero3
Pisello e fagiolo freschi14
Pisello e fagiolo da granella28
Colza30
Frumento40
Orzo35
Barbabietola da zucchero21 (fino al 14 ottobre 2015)
Floreali e ornamentali--
Cipresso, platano .. --
Derrate immagazzinate:
Mele, pere15 (impieghi in scadenza l'8 gennaio 2014: termine dello smaltimento scorte dei prodotti con etichetta precedente la ri-registrazione)
Concia:
Bulbose
Altri impieghi:
Utilizzo in fertirrigazione (drip irrigation) per pomodoro, melanzana, melone, cocomero, floreali e ornamentali.
Autorizzazioni in deroga:
- Con Decreto 16 giugno 2015 è stato autorizzato il prodotto Enovit Metil FL Beet (reg. 16408) per l'impiego come fungicida sulla barbabietola da zucchero contro la Cercospora, dal 16 giugno 2015 al 14 ottobre 2015.
- Con Decreto 2 aprile 2014 è stato autorizzato il prodotto Enovit Metil FL Beta (reg. 15964) per l'impiego come fungicida sulla barbabietola da zucchero contro la Cercospora, dal 1 giugno 2014 al 28 settembre 2014 .
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
- Decreto 27 agosto 2004 (GU n. 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Nocciolo--
Melo, pero, albicocco, pesco, susino,
vite15
Frumento30
Floreali, ornamentali (2) ............... --
Derrate alimentari immagazzinate:
Mele, pere (1) .......................... 15
Altri impieghi:
Concia delle sementi di ortaggi, barbabietola da zucchero, cereali e delle sementi e bulbi di fiori.
Impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico.
Note:
Applicazione alla coltura e al terreno (solo nelle colture floreali e ornamentali).
(1) L'impiego in post-raccolta deve essere effettuato in stabilimenti e depositi idoneamente attrezzati e preventivamente autorizzati dall'autorità sanitaria ai sensi dell'art. 2 della legge 283/1962.
(2) Impiego solo in campo
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
- Regolamento (UE) n. 559/2011 della Commissione del 7 giuno 2011 (per prodotti non definiti nell'allegato I delle direttive 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE il riferimento è il Regolamento n. 149/2008):
Pompelmi, arance, limoni, limette, mandarini6
Frutta a guscio0,2*
Nespole, nespole del Giappone, albicocche, pesche2
Altre pomacee0,5
Ciliegie, prugne0,3
Uve da vino3
Manghi, papaie1
Altra frutta0,1*
Pomodori, okra, gombo, cavoletti di Bruxelles1
Melanzane2
Zucche0,5
Altre cucurbitacee con buccia non commestibile0,3
Altri ortaggi0,1*
Legumi da granella0,1*
Semi di soia0,3
Altri semi oleaginosi, frutti oleaginosi0,1*
Orzo, avena0,3
Segale, frumento0,05
Altri cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,1*
Note:
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Tiofanato-metile - codice 1000000: carbendazim e tiofanato-metile, espressi in carbendazim
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
Art. 2 del Reg. 599/2011:
Per quanto riguarda le sostanze attive e i prodotti figuranti nel seguente elenco, il regolamento (CE) n. 396/2005, nella versione anteriore alle modifiche stabilite dal presente regolamento, continua ad essere applicato ai prodotti ottenuti in conformità delle norme prima del 1 o gennaio 2012:
(b) carbendazim e tiofanato-metile: prodotti congelati, inscatolati, conservati e trasformati a base di pompelmi, arance e pomodori;
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
- Decreto 13 Giugno 2007 (GU n. 199 del 28-8-2007):
Frutta a guscio (con o senza guscio) .... 0,2
Pomacee0,5
Albicocche, pesche (comprese pesche
noci e altri ibridi) .................... 2
Ciliegie, prugne0,3
Uve da vino3
Papaie1
Altra frutta0,1 (*)
Pomodori, melanzane2
Gombo, cavoletti di Bruxelles1
Cucurbitacee con buccia non
commestibile0,3
Altri ortaggi0,1 (*)
Legumi da granella0,1 (*)
Semi di soia0,3
Altri semi oleaginosi0,1 (*)
Patate0,1 (*)
0,1 (*)
Luppolo0,1 (*)
Orzo, avena0,3
Segale, triticale, frumento0,05
Altri cereali0,01 (*)
Note:
(*) limite inferiore convenzionale di determinazione analitica

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Può essere autorizzata solo l’utilizzazione come fungicida." (Parte A)
Riferimenti normativi:
- Direttiva 2005/53/CE della Commissione del 16 settembre 2005 recante modifica della direttiva 91/414/CEE del Consiglio per includervi clorotalonil, clorotoluron, cipermetrina, daminozide e tiofanato metile come sostanze attive
- Decreto 7 marzo 2006 (GU n. 116 del 20-5-2006 - Suppl. Ord n. 124) Inclusione delle sostanze attive clorotalonil, clorotoluron, cipermetrina, daminozide e tiofanato metile nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194, in attuazione della direttiva 2005/53/CE della Commissione del 16 settembre 2005.
- Decreto 29 agosto 2006 (GU n. 213 del 13-9-2006) Elenco dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza tiofanato metile, revocati ai sensi dell'articolo 2, commi 2 e 3, del decreto del Ministero della salute del 7 marzo 2006, relativo all'iscrizione della sostanza attiva tiofanato metile nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione del 25 maggio 2011 recante disposizioni di attuazione del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'elenco delle sostanze attive approvate
- Decreto 17 dicembre 2012 (GU n. 14 del 17-12-2012) Elenco dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva tiofanato di metile revocati ai sensi dell’articolo 2, commi 4 e 6 del decreto 7 marzo 2006 relativo all’iscrizione di alcune sostanze attive nell’allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 tra le quali è compresa la sostanza attiva stessa.
- Decreto 8 gennaio 2013 (GU n. 22 del 26.1.2013) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di tiofanato di metile, sulla base del dossier ENOVIT METIL WG 700 g/Kg di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fi tosanitari.
- Decreto 8 gennaio 2013 - Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di tiofanato di metile, sulla base del dossier ENOVIT METIL SC 500 g/Kl di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fi tosanitari.
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 533/2013 della Commissione del 10 giugno 2013 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda la proroga dei periodi di approvazione delle sostanze attive 1-metil-ciclopropene, clorotalonil, clorotoluron, cipermetrina, daminozide, forchlorfenuron, indoxacarb, tiofanato metile e tribenuron

AUTORIZZAZIONI IN DEROGA

Decreto 2 aprile 2014 - Autorizzazione in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria per impiego come fungicida sulla coltura della barbabeitola da zucchero, ai sensi dell'art. 53, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 1107/2009, del prodotto fitosanitatrio ENOVIT METIL FL BETA contenente la sostanza attiva thyophanate methyl.

ALTRE DISPOSIZIONI

- Con D.M. 16 luglio 1999 (s.o. G.U. n. 176 del 29.7.99) è stato revocato l'impiego su orzo.
- Con D.M. 8 giugno 2001 (G.U. n. 203 del 1-9-2001- Suppl. Ordinario n.223) è stata approvata l'estensione di impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico (PPO).
- D.M. 16 ottobre 2001 (G.U. n. 251 del 27-10-2001): Riclassificazione dei prodotti fitosanitari a seguito del XXIV e XXV adeguamento alla direttiva 67/548/CEE.). COMUNICATO: Elenco etichette (allegato 2) al decreto dirigenziale 16 ottobre 2001 del Ministero della salute, relativo alla riclassificazione dei prodotti fitosanitari a base di Alacor, Carbaril, Daminozide, Diuron, Fention, Fosfamidone Linuron, Monocrotofos, Simazina, Tiofanato metile. (G.U. n. 252 del 29-10-2001 - Suppl. Straordinario)
- Decreto 23 giugno 2006 (GU n. 204 del 2-9-2006) Prodotti fitosanitari: recepimento della direttiva 2006/30/CE della Commissione e aggiornamento del decreto del Ministro della salute 27 agosto 2004, concernente i limiti massimi di residui delle sostanze attive nei prodotti destinati all'alimentazione.
- Direttiva 2006/30/CE della Commissione del 13 marzo 2006 che modifica gli allegati delle direttive del Consiglio 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE per quanto riguarda i limiti massimi di residui del gruppo benomil.
- La ri-registrazione dei prodotti a base di tiofanato metile avvenuta con provedimenti dell'8 gennaio 2013 ha determinato le seguenti modifiche di impiego in etichetta: estensione di impiego su ciliegio, pomodoro, melanzana, melone, cocomero, fagioli e piselli freschi, fagioli e piselli da granella, colza, orzo; riduzione dell''intervallo di sicurezza su pesco e albicocco da 15 a 3 gg. e su melo e pero da 15 a 7 gg.; incremento delll'intervallo di sicurezza sul frumento da 30 a 40 gg. e sulla vite ad uva da vino da 15 a 35 gg.; eliminazione della vite ad uva da tavola e dell'impiego in post-raccolta su mele e pere.
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Tiofanato-metile - codice 1000000: carbendazim e tiofanato-metile, espressi in carbendazim

CAMPO D'IMPIEGO

Fungicida per la difesa di melo, pero, pesco, albicocco, ciliegio, susino, vite da vino, nocciolo, pomodoro, melanzana, melone, cocomero , pisello e fagiolo freschi, pisello e fagiolo da granella, colza, frumento, orzo, floreali e ornamentali , cipresso, platano.
Trova anche impiego nella concia dei bulbi e in fertirrigazione (drip irrigation) per pomodoro, melanzana, melone, cocomero, floreali e ornamentali.

SPETTRO D'AZIONE

Fungicida a largo spettro di azione, attivo su patogeni appartenenti al gruppo degli Ascomiceti, Deuteromiceti e Basidiomiceti.

MODO D'AZIONE

Fungicida organico ad azione preventiva e curativa, dotato di attività sistemica. Risulta, infatti, rapidamente assorbito e traslocato nel sistema vascolare della pianta dove manifesta in modo molto rapido la propria attività fungitossica.

FORMULAZIONI

- Sospensione concentrata
- Granuli idrodispersibili

MODALITA' DI IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 70% di s.a. sotto forma granulare idrodispersibile.
Il prodotto si deve impiegare alle seguenti dosi per 100 lt di acqua, rispettando le previste dosi per ettaro.
Per evitare l’insorgenza di resistenza, non applicare più di 3 trattamenti all’anno con Enovit metil DF in fertirrigazione, più di 2 trattamenti all’anno su pomacee e pesco per gli interventi autunno-invernali concro i cancri rameali, e non più di 1 volta all’anno per tutti gli altri impieghi previsti in etichetta. Si consiglia comunque l’impiego alternato con prodotti caratterizzati da diverso meccanismo d’azione.
Avvertenza: l’impiego del prodotto è consentito solo in campo e per le colture indicate in etichetta.
- Pomacee (Melo e Pero)
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha)
Contro Cancri rameali (Nectria spp., etc.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: da post-raccolta a pre-fioritura.
Contro Marciume calicino (Monilia spp., Botrytis cinerea, Nectria spp., ect.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre-fioritura e completa caduta dei petali.
Attività collaterale su Oidio (Podosphaera leucotricha)
- Pesco (comprese Nettarine e ibridi simili)
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha)
Contro Cancri rameali (Cytospora spp., Fusicoccum spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: da pre-caduta foglie a pre-fioritura.
Contro Moniliosi (Monilia spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre-fioritura e pre-raccolta
- Albicocco, Ciliegio, Ssusino
Dose di impiego: 60-80 g/hl (1 kg/ha)
Contro Moniliosi (Monilia spp.):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: periodo tra pre e post fioritura, pre-raccolta
- Vite da vino
Dose di impiego: 150-200 g/hl (1,5 kg/ha)
Contro Marciume grigio (Botrytis cinerea) e azione collaterale su Oidio:
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto:
- periodo tra pre e post fioritura: in tali fasi l’attività sistemica del prodotto
- Colture floreali e ornamentali:
Dose di impiego (trattamenti alla parte aerea): 70-120 g/hl (1,1 kg/ha)
Contro Antracnosi, Muffa grigia, Fusarium spp. ed attività collaterale su Ruggini e Oidio
- Bulbose
Contro Marciume dei bulbi (Fusarium spp., Botrytis spp.)
Dose di impiego:
- immergere i bulbi prima del trapianto in una sospensione con 0,7-0,9 kg/hl di prodotto per 15-30 minuti.
- trattamenti alla parte aerea: 80-120 g/hl (1,2 kg/ha)
- Cipresso
Dose di impiego: 60-70 g/hl
Contro Cancro del cipresso (Seirydium cardinale):
Fasi più idonee per l’impiego del prodotto: o inizio autunno (ottobre-novembre) o inizio primavera (aprile-maggio) o dopo eventuali potature.
- Platano
Dose di impiego: 150 g/hl
Contro Cancro colorato (Ceratocistys fimbriata):
Trattare la superficie dei tagli di potatura subito dopo gli interventi cesori.

COMPATIBILITA'

Il prodotto non è compatibile in miscela con sostanze alcaline come Polisolfuri, Poltiglia bordolese, Calce. Non è comunque raccomandata la miscelazione con altri prodotti fitosanitari.

MECCANISMO D'AZIONE

Esplica la sua azione attraverso una biotrasformazione in vivo in BCM o Carbendazim (2-benzimidazolo-metil-carbammato), lo stesso principio attivo cui si deve l' attività fungitossica del Benomil.
Interferisce con lo sviluppo e la riproduzione dei funghi fitopatogeni mediante l'inibizione della divisione cellulare.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.

PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE

DL 50 orale acuta su ratto maschio 7500 mg/Kg
DL 50 orale acuta su ratto femmina 6640 mg/Kg
DL 50 dermale acuta su ratto > 10000 mg/Kg
CL 50 (4 h) inalatoria acuta su ratto 1.7 mg/l aria
Tossicita' per gli uccelli:
DL 50 su Coturnix coturnix j. > 5000 mg/Kg
Tossicità per i pesci:
CL 50 (48 h) su Cyprinus carpio 11 mg/l

Prodotti contenenti TIOFANATO-METILE
ENOVIT METIL FLFungicida di Sipcam s.p.a.
Giorni di carenza
Albicocche3
Ciliegie15
Mele7
Mele15
Nocciole0
Pere7
Pere15
Pesche3
Susine15
UveNone
Uve da tavola15
Uve da vino35
Barbabietola da zucchero21
Barbabietola da zucchero0
Cereali0
Cocomero (anguria)3
Colza30
Fagiolo14
Floreali e ornamentali0
Frumento40
Melanzana3
Melone3
Ortaggi0
Orzo35
Pisello14
Pomodoro3