IMAZALIL

NOME CHIMICO
allyl 1-(2,4-dichlorophenyl)-2-imidazol-1-ylethyl ether (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H Cl N O
14 14 2 2
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici eterociclici IMIDAZOLI
CENNI STORICI
Fungicida introdotto da Janssen Pharmaceutica.
NOME COMUNE
Imazalil
NUMERO CAS
35554-44-0
PESO MOLECOLARE
297.2
STATO FISICO
Olio da giallastro a bruno.
SOLUBILITA'
Leggermente solubile in acqua; solubile nei solventi organici.
PRESSIONE DI VAPORE
0.0093 mPa a 20 °C
STABILITA'
Stabile a temperatura ambiente in assenza di luce.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:
Pomodoro (in serra)--
Derrate:
Agrumi, patate--
Mele, pere3
Concia:
Cereali--
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 19 aprile 2006 (GU n. 162 del 14-7-2006):
Derrate alimentari immagazzinate:
Agrumi (1) (2)--
Altri impieghi:
Concia delle sementi di cereali.
Note:
(1) L'impiego in post-raccolta deve essere effettuato in stabilimenti e depositi idoneamente attrezzati e preventivamente autorizzati dalla Autorità Sanitaria ai sensi dell'art. 2 della legge 283/1962.
(2) La buccia degli agrumi trattati non può essere destinata all'alimentazione.
Segnaliamo la registrazione del prodotto Philabuster 400 SC (reg. n. 12609 del 20.8.2008), formulato in miscela con pyrimethanil, utilizzabile su mele e pere in post-raccolta.
Si segnala la registrazione del prodotto Scomrid (reg. n. 15061 del 17.1.2012) autorizzato su pomodoro in serra.
Si segnala la registrazione del prodotto Magnate 100 SL (reg. n. 13164 del 21.2.2012) autorizzato in post-raccolta su patata da mensa e da seme.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 750/2010 della Commissione del 7 luglio 2010:
Agrumi5
Pomacee, banane2
Altra frutta0,05*
Patate3
Pomodori0,5
Cucurbitacee con buccia commestibile0,2
Meloni2
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi e frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,05*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,05*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Agrumi, pomacee5
Banane2
Altra frutta0,02 (*)
Pomodori0,5
Cucurbitacee con buccia commestibile0,2
Meloni2
Altri ortaggi0,02 (*)
Legumi da granella0,02 (*)
Semi oleaginosi0,02 (*)
Patate novelle0,02 (*)
Patate tardive5
0,1 (*)
Luppolo0,1 (*)
Cereali0,02 (*)
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata, a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come fungicida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 97/73/CE della Commissione del 15 dicembre 1997 recante iscrizione di una sostanza attiva (Imazalil) nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio sull'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 16 dicembre 1998 (GU n. 69 del 2431999)
"Iscrizione della sostanza attiva «Imazalil» nell'allegato I del DLgs 17 marzo 1995, n. 194, recante: «Attuazione della direttiva 91/414/CEE in materia di immissione in commercio di prodotti fitosanitari.»"
  • Decreto 17 ottobre 2005 (GU n. 252 del 28-10-2005) Ri-registrazione definitiva del prodotto fitosanitario denominato «Fungazil 500 EC» e «Deccozil 50», contenenti imazalil a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 17 ottobre 2005 (GU n. 252 del 28-10-2005) Ri-registrazione definitiva del prodotto fitosanitario o denominato «Magnate 500 EC», contenente imazalil a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 31 Luglio 2007 (GU n. 237 del 11-10-2007 ) Recepimento della direttiva 2007/21/CE della Commissione del 10 aprile 2007 che modifica l'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio, recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, per quanto riguarda le date di scadenza di iscrizione delle sostanze attive azossistrobina, imazalil, kresoxim-metile,spiroxamina, azimsulfuron, calcio-proesadione e fluroxipir.
  • Direttiva 2010/57/UE della Commissione del 26 agosto 2010 che modifica l’allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio per rinnovare l’iscrizione della sostanza attiva imazalil
  • Decreto 18 marzo 2011 (GU n. 109 del 12-5-2011) Rinnovo dell'iscrizione della sostanza attiva imazalil nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2010/57/UE della Commissione. (11A05975)
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 705/2011 della Commissione del 20 luglio 2011 che approva la sostanza attiva imazalil a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
  • Decreto 24 febbraio 2012 (GU n. 69 del 22-3-2012) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva imazalil di cui e' stato approvato il rinnovo con il regolamento di esecuzione (UE) n. 705/2011 della Commissione a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009. (12A02960)
  • Decreto 6 marzo 2014 (GU n. 71 del 26-3-2014) Revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio e impiego dei prodotti fi tosanitari contenenti la sostanza attiva imazalil approvata con regolamento (UE) n. 705/2011 in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009, per mancata presentazione di un fascicolo conforme alle prescrizioni di cui al regolamento (UE) n. 545/2011.
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con Decreto 22 luglio 2003 (G.U. n. 232 del 6.10.2003, s.o. n. 158) è stata eliminata la rosa tra gli impieghi autorizzati.
  • Direttiva 2007/73/CE della Commissione del 13 dicembre 2007 che modifica alcuni allegati delle direttive 86/362/CEE e 90/642/CEE del Consiglio riguardo alle quantità massime di residui delle sostanze acetamiprid, atrazina, deltametrina, imazalil, indoxacarb, pendimetalin, pimetrozina, piraclostrobin, tiacloprid e triflossistrobina
  • Decreto 29 dicembre 2008 (GU n 59 del 12-3-2009 ) Proroga dell'autorizzazione al commercio e all'impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva imazalil, iscritta nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194
CAMPO D'IMPIEGO
Fungicida autorizzato per il trattamento in post-raccolta di agrumi e patate (da mensa e da seme) e del pomodoro in serra. In miscela con pyrimethanil è autorizzato su mele e pere in post-raccolta. In miscela con tebuconazolo è utilizzato per la concia delle sementi dei cereali.
SPETTRO D'AZIONE
Nei trattamenti sugli agrumi in post-raccolta manifesta azione curativa, preventiva ed antisporulante contro Penicillium digitatum, Penicillium italicum e Diplodia natelensis.
Su pomodoro in serra è indicato pe la lotta alla botrite (Botrytis cinerea) del fusto.
In post-raccolta su mele e pere viene usato per immersione e per drancher o lavaggio contro Botrytis cinerea, Penicillium expansum e Gloeosporium.
Nella concia delle sementi dei cereali controlla divesri patogeni quali carie, carbone, septoriosi, elmintosporiosi, con azione collaterale sulle fusariosi.
FORMULAZIONI
Liquido emulsionabile (da solo sugli agrumi in post-raccolta)
Concentrato solubile (da solo sulla patata in post-raccolta)
Liquido aerosol (da solo su pomodoro in serra)
Sospensione concentrata (in miscela con pyrimethanil)
Emulsione per concia sementi (in miscela con tebuconazolo)
MODALITA' D'IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 44,66% (500 g/l) di p.a. sotto forma di liquido emulsionabile.
  • Agrumi
Il trattamento va effettuato in post-raccolta:
  • per immersione: 200 ml/hl;
  • per atomizzazione in acqua: 200 ml/hl;
  • in aggiunta a cere: 400 ml/100 kg di cera.
Avvertenza: non utilizzare la buccia degli agrumi trattati per scopi alimentari. Chi effettua il trattamento è tenuto a informare l'utilizzatore che le bucce degli agrumi tratati non possono essere utilizzate a scopo alimentare.
Modalità di impiego:
Sciogliere la dose prescritta in poca acqua, agitare la poltiglia ottenuta ed aggiungerla all'acqua occorrente. Per una giusta diluizione avviare la pompa di riciclo e farla funzionare per 5 minuti prima di iniziare il trattamento.
Metodo di trattamento e tempo di contatto:
1. per immersione, in un tempo compreso tra 1 e 2 minuti;
2. per atomizzazione di una soluzione acquosa a basso volume applicata prima della ceratura;
3. per atomizzazione del prodotto disperso nella cera, applicata a basso volume.
Compatibilità: Non miscibile con prodotti alcalini. Può essere disperso in una soluzione a base di cere. Mescolare bene per omogeneizzare.
Avvertenze: L'impiego del prodotto è consentito solo in centri appositamente attrezzati e preventivamente autorizzati dall'autorità sanitaria ai sensi dell'art. 2 della legge 283/1962. La soluzione eccedente ai trattamenti dovrà essere smaltita secondo le norme vigenti.
MECCANISMO D'AZIONE
Inibisce la biosintesi dell'ergosterolo, principale sterolo attivo nella formazione, stabilità e funzionamento della membrana cellulare.
INFORMAZIONI MEDICHE
SINTOMI: nell'animale da esperimento si ha esoftalmo, ptosi, lacrimazione, ipotonia, atassia, ipotermia.
TERAPIA: sintomatica.
Avvertenza: consultare un Centro Antiveleni.
  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xn (nocivo)
Frasi di rischio (R) : 22
Consigli di prudenza (S) : --
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta su ratto 227-343 mg/Kg
DL 50 dermale acuta su ratto 4200-4880 mg/Kg
CL 50 inalatoria acuta (4 h) su ratto 16 mg/l d'aria
Tossicita' per gli uccelli:
CL 50 (8 gg) Colinus virginianus 6290 mg/kg dieta
CL 50 (8 gg) Anas platyrhynchos 5620 mg/kg dieta
Tossicita' per i pesci:
CL 50 Salmo gairdneri 2.5 mg/l
CL 50 Lepomis macrochirus 3.2 mg/l
CL 50 Daphnia 3.2 mg/l