DODEMORF

NOME CHIMICO
4-cyclododecyl-2,6-dimethylmorpholine (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H NO
18 35
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici eterociclici MORFOLINE
CENNI STORICI
Fungicida introdotto da Basf AG.
NOME COMUNE
Dodemorph (BSI, E-ISO)
NUMERO CAS
1593-77-7
PESO MOLECOLARE
281.5
STATO FISICO
Solido incolore.
SOLUBILITA'
a 20°C: in acqua < 100 mg/Kg, in cloroformio > 1 Kg/Kg, in etanolo 66 g/Kg
PUNTO DI FUSIONE
72° - 73°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.48 mPa a 20°C
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (in gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:
Floreali, ornamentali (solo in serra)--
Altri Impieghi:
Impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico.
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Floreali, ornamentali--
Altri Impieghi:
Impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) 2015/400 della Commissione del 25 febbraio 2015:
Frutta0,01*
Ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,01*
Luppolo0,01*
Spezie (escluso barbaforte o cren)0,01*
Barbaforte o cren0,01* (+)
Piante da zucchero0,01*
Note:
(+) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo degli altri ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguenti alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 396/2005.
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Può essere autorizzato soltanto l'uso come fungicida per le piante ornamentali coltivate in serra." (Parte A)
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2008/125/CE della Commissione del 19 dicembre 2008 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio al fine di iscrivere il fosfuro di alluminio, il fosfuro di calcio, il fosfuro di magnesio, il cimoxanil, il dodemorf, l'estere metilico dell'acido 2,5-diclorobenzoico, il metamitron, il sulcotrione, il tebuconazolo e il triadimenol quali sostanze attive.
  • Decreto 31 agosto 2009 (GU n. 288 del 11-12-2009) Inclusione delle sostanze attive fosfuro di alluminio, fosfuro di calcio, fosfuro di magnesio, cimoxanil, dodemorf, estere metilico dell'acido 2,5-diclorobenzoico, metamitron, sulcotrione, tebuconazolo e triadimenol, nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (09A14643)
  • Decreto 14 luglio 2011 (GU n. 213 del 13-9-2011 - Suppl. Ordinario n.205) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari, a base della sostanza attiva dodemorph a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (11A11249)
  • Comunicato 30 luglio 2014 Elenco autorizzazioni revocate automaticamente
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con D.M. 8 giugno 2001 (G.U. n. 203 del 1-9-2001- Suppl. Ordinario n.223) è stata approvata l'estensione di impiego su floreali e ornamentali da appartamento e da giardino domestico (PPO).
CAMPO D'IMPIEGO
Fungicida per colture floricole e ornamentali (in serra o per uso domestico).
SPETTRO D'AZIONE
Specifico per il controllo dell'Oidio.
MODO D'AZIONE
E' dotato di proprietà sistemiche; viene assorbito sia dalle foglie sia dalle radici.
Esplica un'attività preventiva e curativa. Con le applicazioni curative i risultati migliori si ottengono trattando le colture alla comparsa dei primi sintomi della malatttia.
FORMULAZIONI
  • Concentrato emulsionabile
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 38,3% (385 g/l) di p.a. sotto forma di concentrato emulsionabile.
Il prodotto è efficace verso l'oidio delle rose (Sphaeroteca pannosa) e di altre colture da fiore e ornamentali, sia arbustive sia arboreee, quali: Aster spp., Delphinium spp., Doronicum spp., Crysanthemum spp., Erica spp., Aquilegia spp. e Solidago spp.
  • Trattamenti (impiego consentito solo in serra)
Per trattamenti preventivi o alla comparsa dei primi sintomi dell'oidio: utilizzare 2,5-5 l /ha in 10-20 hl d'acqua /ha.
I trattamenti dovranno essere ripetuti a distanza di 7-10 giorni. In presenza di condizioni parrticolarmente favorevoli allo sviluppo della malattia è consigliabile ridurre tali intervalli a 4-6 giorni.
Per combattere iinfeizoni già in avanzata fase di sviluppo, si dimostrano effficaci 2-3 irrorazioni effettuate a distanza di 3 giorni l'una dall'altra, seguite da trattamenti ad intervalli normali.
Se le temperature sono elevate, si consiglia di sospendere i trattamenti in serra neelle ore più calde della giornata.
Irrorato sulle piante di rosa, il prodotto possiede inoltre un'atttività collaterale verso Phragmidium spp. (ruggine) e Marssonina rosae (ticchiolatura).
MECCANISMO D'AZIONE
Inibisce la biosintesi dell'ergosterolo, principale sterolo attivo nella formazione e funzionamento della membrana cellulare.
INFORMAZIONI MEDICHE
SINTOMI: irritante per cute e mucose, nausea, vomito, danni epatici e renali.
TERAPIA: sintomatica.
N.B. esposto al calore, sviluppa gas nitrosi con rischio di edema polmonare anche tardivo.
  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xi (irritante)
Frasi di rischio (R) : 36/37/38
Consigli di prudenza (S) : 26
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto maschio 3944 mg/Kg
DL 50 orale acuta ratto femmina 2645 mg/kg
Prodotti contenenti DODEMORF