ETOFUMESATE

NOME CHIMICO
(±)-2-ethoxy-2,3-dihydro-3,3-dimethylbenzofuran-5-yl methanesulphonate (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H O S
13 18 5
GRUPPO CHIMICO
Idrocarburo derivati BENZOFURANI
CENNI STORICI
Erbicida introdotto da Fisons Ltd Agrochemical Division (ora FBC Limited, società collegata alla Schering AG).
NOME COMUNE
Ethofumesate
NUMERO CAS
26225-79-6
PESO MOLECOLARE
286.3
STATO FISICO
Solido cristallino incolore.
SOLUBILITA'
A 25°C: in acqua 110 mg/l; in acetone, benzene, cloroformio, diossano 400 g/Kg; in etanolo 100 g/Kg; in esano 4 g/Kg
PUNTO DI FUSIONE
70° - 72°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.086 mPa a 25°C
STABILITA'
Stabile all'idrolisi in acqua a pH 7.
INFIAMMABILITA'
Non infiammabile.
CORROSIVITA'
Non corrosivo.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Barbabietola da zucchero--/30/120
Barbabietola da foraggio120
Tabacco90
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Barbabietola da zucchero120/--
Tabacco90
Note:
Applicazione in pre-o post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 524/2011 della Commissione del 26 maggio 2011:
Frutta0,05*
Bietole rosse0,1
Portulaca, erbe fresche (escluso timo)1
Timo1,5
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi oleaginosi0,1*
Olive da olio0,05*
Altri frutti oleaginosi0,1*
Cereali0,05*
Infusioni di erbe (fiori, foglie)15
Altre infusioni di erbe0,5
Tè, caffè, cacao, carruba0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,5
Barbabietola da zucchero0,5
Altre piante da zucchero0,05*
Note:
Somma di etofumesato e del metabolita 2,3 -diidro-3,3-dimetil-2-oxobenzofuran-5-il metano solfonato, espressa in etofumesato
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 19 aprile 2006 (GU n. 162 del 14-7-2006):
Frutta0,05 (*)
Bietole rosse0,1
Erbe fresche1
Altri ortaggi0,05 (*)
Legumi da granella0,05 (*)
Semi oleaginosi0,1 (*)
Patate0,05 (*)
0,1 (*)
Luppolo0,1 (*)
Cereali0,05 (*)
Spezie0,5
Barbabietole da zucchero (radici)0,1 (n)
Barbabietole da zucchero (foglie)1 (n)
Note:
Valori in vigore dal 27.4.2006
Somma di etofumesate e metabolita 2,3-diidro-3,3-dimetil-2-oxo-benzofuran-5-il metano sulfonato espresso come etofumesate.
Limiti massimi comunitari provvosiri.
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Possono essere autorizate solo le utilizzazioni come diserbante."
Riferimenti normativi:
  • Decreto 5 giugno 2003 (GU n. 195 del 23-8-2003) Iscrizione della sostanza attiva etofumesate nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2002/37/CE della Commissione del 3 maggio 2002.
  • Decreto 29 agosto 2003 (GU n. 204 del 3-9-2003) Revoca delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni definite dal decreto del Ministero della salute del 5 giugno 2003, relativo all'iscrizione della sostanza attiva etofumesate nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 10 aprile 2006 (GU n. 97 del 27-4-2006) Revoca delle autorizzazioni all'immissione in commercio di prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni, definite dal decreto del Ministero della salute del 5 giugno 2003, articolo 2, comma 4, relativo all'iscrizione della sostanza attiva «etofumesate» nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 9 giugno 2006 (GU n. 148 del 28-6-2006)
Proroga di alcuni prodotti fitosanitari contenenti etofumesate o etofumesate con altre sostanze attive, a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva etofumesate nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 4 giugno 2008 (GU n 149 del 27-6-2008) Proroga fino al 30 aprile 2009 dell'autorizzazione di alcuni prodotti fitosanitari contenenti etofumesate o etofumesate con altre sostanze attive, a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva «etofumesate» nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 13 giugno 2011 (GU n. 213 del 13-9-2011 - Suppl. Ordinario n. 205) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di etofumesate, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier AEB049913 00 SC45 A2 di All. III. (11A11311)
  • Decreto 13 giugno 2011 (GU n. 213 del 13-9-2011 - Suppl. Ordinario n.205) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di etofumesate, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier ETOFUM-FL 500 g/l SC di All. III. (11A11310)
  • Decreto 13 giugno 2011 (GU n. 213 del 13-9-2011 - Suppl. Ordinario n. 205) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di etofumesate, a seguito dell'iscrizione nell'allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier ETOSATE 500 g/l SC di All. III. (11A11309)
  • Regolamento (UE) n. 823/2012 della Commissione del 14 settembre 2012 recante deroga al regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le date di scadenza dell’approvazione delle sostanze attive 2,4-DB, acido benzoico, beta-ciflutrin, carfentrazone etile, Coniothyrium minitans di ceppo CON/M/91-08 (DSM 9660), ciazofamid, ciflutrin, deltametrina, dimethenamid-P, etofumesato, etossisulfuron, fenamidone, flazasulfuron, flufenacet, flurtamone, foramsulfuron, fostiazato, imazamox, iodosulfuron, iprodione, isoxaflutole, linuron, idrazide maleica, mecoprop, mecoprop-P, mesosulfuron, mesotrione, oxadiargil, oxasulfuron, pendimetalin, picoxystrobin, propiconazolo, propineb, propoxycarbazone, propizamide, piraclostrobin, siltiofam, triflossistrobina, warfarin e zoxamide
  • Decreto 12 dicembre 2013 (GU n. 12 del 16-1-2014) - Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di desmedipham ethofumesate phenmedipham, sulla base del dossier 102000000756 di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 12 dicembre 2013 (GU n. 12 del 16-1-2014) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di desmedipham ethofumesate phenmedipham, sulla base del dossier 102000000609 di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 8 aprile 2014 (GU n. 99 del 30-4-2014) Modifica al decreto 13 giugno 2011 relativo al punto 1 dell’allegato riguardante la ri-registrazione del prodotto fitosanitario, a base di etofumesate, a seguito dell’iscrizione nell’allegato I, alla luce dei principi uniformi di cui all’allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 sulla base del dossier ETOFUM-FL 500 g/l SC di All. III.
  • Decreto 3 settembre 2014 (GU n. 243 del 1810-2014) Ri-registrazione di prodotti fi tosanitari, a base di ethofumesate, desmedipham e phenmedipham, sulla base del dossier DESM/ETHO/PHEN 25/150/75 g/l SE di Allegato III, alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (CE) n. 46/2011.
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con Decreto 22 luglio 2003 (G.U. n. 232 del 6.10.2003, s.o. n. 158) è stato modificato da 120 giorni a -- (inidicazione non necessaria) l'intervallo minimo di sicurezza sulla barbabietola da zucchero.
CAMPO D'IMPIEGO
Diserbo selettivo di barbabietola da zucchero e da fraggio, tabacco.
SPETTRO D'AZIONE
Controlla numerose graminacee annuali e alcune dicotiledoni, quali: Alopecurus myosuroides, Amaranthus spp., Anagallis arvensis, Avena spp., Bromus spp., Digitaria sanguinalis, Echinochloa spp., Euphorbia spp., Fumaria officinalis, Galium aparine, Mercurialis annua, Panicum dichotomiflorum, Phalaris spp., Poa annua, Polygonum aviculare, convolvulus e persicaria, Setaria spp., Solanum nigrum, Stellaria media.
Risultano invece resistenti: Galinsoga parviflora, Lamium spp., Matricaria spp., Senecio vulgaris. In presenza delle suddette infestanti, si consiglia la miscela con prodotti che ne completino l'efficaia.
FORMULAZIONI
¦ Liquido emulsionabile
¦ Flowable
Sono disponibili formulazioni in miscela con Lenacil per il diserbo di pre-emergenza della barbabietola da zucchero e in miscela con Fenmedifam, Fenmedifam + Desmedifam o Fenmedifam + Metamitron per il diserbo di post-emergenza della barbabietola da zucchero.
MODALITA' D'IMPIEGO
Erbicida di pre e post-emergenza per la barbabietola da zucchero e di pre-trapianto per il tabacco.
  • Barbabietola da zucchero: applicazione in pre-emergenza, subito dopo la semina, da solo o in miscela con Lenacil, Metamitron o Cloridazon, oppure in post-emeregnza, con bietole a 2-4 foglie vere, in miscela con Fenmedifam o con Setossidim.
  • Tabacco: intervenire in pre-trapianto, in miscela con Difenamide (nel caso di prevalenza di graminacee) o con Pendimetalin (nel caso di prevalenza di dicotiledoni).
ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE
Viene assorbito prevalentamente dai germinelli, ma in parte anche dalle radici e dalle foglie delle malerbe.
COMPATIBILITA'
Miscibile con Cloridazon, Difenamide, Fenmedifam, Lenacil, Metamitron, Pendimetalin, Setossidim e altri diserbanti.
ALTRE NOTIZIE
Su barbabietola, nei trattamenti di post-emergenza si consiglia di intervenire su piante sane e in piena attività vegetativa, evitando inoltre di trattate durante le ore più calde della giornata.
Se ne sconsiglia l'impiego nei terreni sabbiosi e in quelli con un tenore di sostanza organica superiore al 5%.
MECCANISMO D'AZIONE
Agisce per assorbimento radicale e fogliare sulle infestanti in fase di germinello o nei primi stadi di sviluppo.
Rallenta la frequenza del processo di divisione cellulare a livello dei meristemi. Diminuisce inoltre notevolmente lo strato della cuticula, rendendo le piante più sensibili alle avversità atmosferiche o all'azione di altri diserbanti.
MECCANISMO DI SELETTIVITA'
Selettivo per inattivazione biologica.
PERSISTENZA
Persiste nel terreno per 3-6 mesi.
VIE DI DEGRADAZIONE
Nel terreno viene degradato dalla flora microbica aerobica. Nelle piante viene rapidamente trasformato per idrolisi in composti non fitotossici.
MOBILITA' NEL TERRENO
Risulta fortemente adsorbito dai colloidi e poco mobile; rimane localizzato negli strati superficiali (primi 3-8 cm).
FOTODECOMPOSIZIONE E VOLATILIZZAZIONE
Scarse.
Somma di etofumesato e del metabolita 2,3 -diidro-3,3-dimetil-2-oxobenzofuran-5-il metano solfonato, espressa in etofumesato
INFORMAZIONI MEDICHE
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta su ratto > 6400 mg/Kg
DL 50 dermale acuta su ratto > 1440 mg/Kg
CL 50 (6 h) inalatoria acuta su ratto > 500 mg/l
Tossicità per gli uccelli:
CL 50 (5 gg) Anas platyrhynchos > 10000 mg/Kg dieta
CL 50 (5 gg) Coturnix coturnix > 10000 mg/Kg dieta
Tossicità per i pesci:
CL 50 (24 h) Libistes reticulatus 15 mg tecn./l