METAZACLOR

NOME CHIMICO
2-chloro-N-(pyrazol-1-ylmethyl)acet-2',6'-xylidide (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H ClN O
14 16 3
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici
AMMIDI Cloroacetanilidi
CENNI STORICI
Erbicida introdotto nel 1982 da Basf AG.
NOME COMUNE
Metazachlor
NUMERO CAS
67129-08-2
PESO MOLECOLARE
277.8
STATO FISICO
Solido color crema.
SOLUBILITA'
a 20°C: in acqua 17 mg/Kg, in acetone > 1 Kg/Kg, in cloroformio > 1 Kg/Kg, in etanolo 200 g/Kg
PUNTO DI FUSIONE
c. 85°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.049 mPa a 20°C
INFIAMMABILITA'
Non infiammabile.
CORROSIVITA'
Non corrosivo.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Aglio, cavoli, carciofo--
Colza--
Patata--
Note:
Applicazione in pre- o post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) 2015/400 della Commissione del 25 febbraio 2015:
Frutta0,02*
Barbaforte o cren, rutabaga, rape0,15 (+)
Ravanelli, cavoli a infiorescenza, cavoli cappucci0,4 (+)
Aglio, cavoletti di Bruxelles, carciofi, porri0,06*
Cavoli a foglia0,2 (+)
Cavoli rapa0,3 (+)
Erbe aromatiche0,1*
Altri ortaggi0,02*
Legumi da granella0,02*
Semi di lino, semi di girasole, semi di colza, semi di senape, boragine, semi di camelina0,06*
Altri semi e frutti oleaginosi0,02*
Cereali0,02*
Tè, caffè, infuisioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie (escluso barbaforte o cren)0,1*
Barbaforte o cren0,15 (+) (++)
Piante da zucchero0,02*
Note:
Somma dei metaboliti 479M04, 479M08, 479M16, espressa in metazaclor (R)
(R) = La definizione del residuo è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitario e codice: Metazaclor — codice 1000000: somma di metazaclor e dei suoi metaboliti contenenti la frazione 2,6-dimetilanilina, espressa in metazaclor.
(+) L'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha riscontrato la mancanza di alcune informazioni relative alle sperimentazioni sui residui. Al momento del riesame degli LMR la Commissione terrà conto delle informazioni indicate nella prima frase, presentate entro il 14 marzo 2017, o, qualora tali informazioni non siano presentate entro tale termine, della mancanza delle stesse.
(++) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo degli altri ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguenti alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 396/2005.
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore dal 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Agli, cavoli, carciofi0,05 (n)
Semi di colza0,05 (n)
Patate0,05 (n)
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche "Possono essere autorizzati solo gli usi come erbicida. L’applicazione è limitata a una dose complessiva di non più di 1 kg/ha di metazaclor in un periodo di tre anni sullo stesso campo.»" (Parte A)
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2008/116/CE della Commissione del 15 dicembre 2008 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'iscrizione delle sostanze attive aclonifen, imidacloprid e metazachlor.
  • Decreto 22 aprile 2009 (GU n. 146 del 26-6-2009) Inclusione delle sostanze attive aclonifen, imidacloprid e metazachlor, nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2008/116/CE del 15 dicembre 2008 della Commissione. (09A07330)
  • Direttiva 2009/155/CE della Commissione del 30 novembre 2009 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per quanto riguarda il livello di purezza richiesto per la sostanza attiva metazachlor
  • Decreto 18 giugno 2010 (GU n. 231 del 2-10-2010 ) Recepimento della direttiva 2009/155/CE della Commissione del 30 novembre 2009 che modifica la direttiva 2008/116/CE della Commissione del 15 dicembre 2008, recepita con decreto 22 aprile 2009, relativamente al livello di purezza per la sostanza attiva metazachlor. (10A11830)
  • Decreto 22 febbraio 2011 (GU n. 66 del 22-3-2011) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari, a base della sostanza attiva metazachlor a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (11A03891)
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 127/2012 della Commissione del 14 febbraio 2012 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda l’estensione dell’impiego della sostanza attiva metazaclor
CAMPO D'IMPIEGO
Diserbo selettivo di cavoli, patata, colza, aglio e carciofo.
SPETTRO D'AZIONE
Controlla diverse graminacee annuali (Alopecurus myosuroides, Digitaria sanguinalis, Poa annua, ecc.) e numerose dicotiledoni annuali (Galium aparine, Matricaria chamomilla, Mercurialis annua, Stellaria media, ecc.).
FORMULAZIONI
¦ Sospensione concentrata
MODALITA' D'IMPIEGO
Erbicida di pre e post-emergenza delle infestanti.
Cavoli: trattamento dopo la messa a dimora della coltura.
Patata: trattamento in pre-emergenza della coltura e delle infestanti.
Colza : trattamento di pre-emergenza da eseguirsi preferibilmente il terzo giorno successivo alla semina su terreno ben sminuzzato. Il trattamento può essere effettuato anche in post-emergenza precoce quando la coltura presenta le prime due foglie vere e con le infestanti allo stadio di plantule.
ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE
Viene assorbito dai semi in fase di germinazione, dalle radici e dal coleoptile delle plantule.
COMPATIBILITA'
Miscibile con numerosi diserbanti e antiparassitari.
FITOTOSSICITA'
Non danneggia le colture in successione.
ALTRE NOTIZIE
L'attività erbicida viene favorita da condizioni di buona umidità del terreno.
MECCANISMO D'AZIONE
Interferisce sul metabolismo delle proteine e dei lipidi con conseguente inibizione della germinazione dei semi e devitalizzazione delle plantule.
MECCANISMO DI SELETTIVITA'
Selettivo per inattivazione fisiologica.
PERSISTENZA
Persiste nel terreno per 4-5 mesi.
VIE DI DEGRADAZIONE
Nel terreno viene degradato per via microbica; nelle piante attraverso meccanismi ancora non ben identificati.
MOBILITA' NEL TERRENO
Poco mobile; mediamente adsorbito dai colloidi del terreno.
FOTODECOMPOSIZIONE E VOLATILIZZAZIONE
Scarse.
Somma dei metaboliti 479M04, 479M08, 479M16, espressa in metazaclor (R)
(R) = La definizione del residuo è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitario e codice: Metazaclor — codice 1000000: somma di metazaclor e dei suoi metaboliti contenenti la frazione 2,6-dimetilanilina, espressa in metazaclor.
INFORMAZIONI MEDICHE
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto 2150 mg/Kg
DL 50 dermale acuta ratto > 6810 mg/Kg