ISOPROTURON

NOME CHIMICO
3-(4-isopropylphenyl)-1,1-dimethylurea (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H N O
12 18 2
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici
DERIVATI DELL'UREA Feniluree
CENNI STORICI
Erbicida introdotto da Hoechst AG, Ciba-Geigy AG e Rhone-Poulenc Phytosanitaire.
NOME COMUNE
Isoproturon
NUMERO CAS
34123-59-6
PESO MOLECOLARE
206.3
STATO FISICO
Polvere incolore.
SOLUBILITA'
a 20°C: in acqua 55 mg/l, in benzene 5 g/l, in diclorometano 63 g/l, in esano c. 100 mg/Kg, in metanolo 56 g/l
PUNTO DI FUSIONE
155° - 156°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.0033 mPa a 20°C
STABILITA'
Stabile alla luce, agli acidi e agli alcali.
INFIAMMABILITA'
Non infiammabile.
CORROSIVITA' Non corrosivo.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Frumento, orzo--
Note:
Applicazione in pre-o post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 87/2014 della Commissione del 31 gennaio 2014:
Frutta0,01*
Erba cipollina, timo0,05* (+)
Altre erbe fresche0,02*
Altri ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Orzo, segale, frumento0,05
Altri cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,05*
Luppolo0,05*
Spezie (escluso barbaforte o cren)0,05*
Barbaforte o cren0,01* (++)
Piante da zucchero0,01*
Note:
(+) L'Autorità europea per la sicurezza alimentare ha riscontrato la mancanza di alcune informazioni relative alla stabilità all'immagazzinamento, al metabolismo delle colture e alle sperimentazioni sui residui. Al momento del riesame degli LMR la Commissione terrà conto delle informazioni indicate nella prima frase, se tali informazioni saranno presentate entro il 5 febbraio 2016, o, qualora tali informazioni non siano presentate entro tale termine, della mancanza delle stesse.
(++) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguente alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1 del regolamento (CE) n. 396/2005.
Il regolamento (CE) n. 396/2005 nella sua versione antecedente le modifiche introdotte dal presente regolamento continua ad applicarsi ai prodotti ottenuti in conformità della normativa vigente prima del 25 agosto 2014.
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Frutta0,05 (*)
Ortaggi0,05 (*)
Legumi da granella0,05 (*)
Semi oleaginosi0,1 (*)
Patate0,05 (*)
0,1 (*)
Luppolo0,1 (*)
Cereali0,05 (*)
Note:
Limiti massimi comunitari provvisori
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Possono essere autorizzate solo le utilizzazioni come erbicida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2002/18/CE della Commissione, del 22 febbraio 2002, che modifica l'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio, relativa all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari, con l'iscrizione della sostanza attiva isoproturon
  • Decreto 9 agosto 2002 (GU n. 282 del 2-12-2002) Attuazione della direttiva 2002/18/CE della Commissione del 22 febbraio 2002, concernente l'iscrizione della sostanza attiva Isoproturon nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 18 aprile 2003 (GU n. 101 del 3-5-2003) Revoca delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni definite dal decreto del Ministero della salute del 9 agosto 2002, relativo all'iscrizione della sostanza attiva isoproturon nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 10 aprile 2006 (GU n 97 del 27-4-2006) Revoca delle autorizzazioni all'immissione in commercio di prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni, definite dal decreto del Ministero della salute del 9 agosto 2002, articolo 2, comma 4, relativo all'iscrizione della sostanza attiva «isoproturon» nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Direttiva 2010/77/UE della Commissione del 10 novembre 2010 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per quanto riguarda le scadenze dell'iscrizione di determinate sostanze attive nell'allegato I
  • Decreto 30 dicembre 2010 (GU n. 52 del 4-3-2011) Modifica della data di scadenza d'iscrizione nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, di determinate sostanze attive, in attuazione della direttiva 2010/77/UE della Commissione. (11A03058)
  • Decreto 7 ottobre 2011 (GU n. 247 del 22-10-2011) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di isoproturon, sulla base del dossier PROTUGAN 500 g/l SC di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l'autorizzazione dei prodotti fitosanitari. (11A13848)
CAMPO D'IMPIEGO
Diserbo selettivo del frumento tenero e dell'orzo a semina autunnale.
SPETTRO D'AZIONE
Controlla le più comuni infestanti graminacee e diverse dicotiledoni, tra cui: Alchemilla arvensis, Alopecurus sp., Anthemis cotula, Apera spica-venti, Arabis sp., Avena sp., Capsella bursa-pastoris, Centaurea cyanus, Fumaria officinalis, Galeopsis tetrahit, Galinsoga parviflora, Lolium italicum, Matricaria chamomilla, Mercurialis annua, Papaver roheas, Phalaris sp., Poa annua, Polygonum aviculare, Ranunculus arvensis, Sinapsis arvensis, Stellaria media, Thlaspi sp.
Risultano resistenti: Galium aparine, Lamium purpureum, Lithospermum officinale, Raphanus raphanistrum, Scandix, Veronica, Viola tricolor.
FORMULAZIONI
¦ Dispersione acquosa ¦ Sospensione concentrata
Sono disponibili formulazioni in miscela con altri p.a. (Diflufenican, Ioxinil + Mecoprop).
MODALITA' D'IMPIEGO
Erbicida di pre e post-emergenza.
Il trattamento in pre-emergenza risulta particolarmente indicato nel caso in cui l'infestazione sia costituita prevalentemente da graminacee a nascita autunnale.
Il trattamento in post-emergenza va effettuato durante il periodo dell'accestimento della coltura (da un culmo ben sviluppato alla fine dell'accestimento).
Per il controllo di Alopecurus e Agrostis non ha importanza lo stadio vegetativo delle infestanti. Per il controllo di Avene, Lolium e Phalaris è necessario intervenire entro lo stadio di 2-4 foglie delle infestanti.
ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE
Viene assorbito dalle foglie e dalle radici e traslocato per via xilematica; si accumula nei meristemi.
COMPATIBILITA'
Compatibile con la maggior parte degli erbicidi di pre-emergenza, con insetticidi, fungicidi, fitoregolatori e diserbanti in post-emergenza (Deltametrina, Carbendazim, Clormequat, 2,4-D, Mecoprop, Diclofop-metile).
ALTRE NOTIZIE
Se ne sconsiglia l'impiego nei terreni sabbiosi.
MECCANISMO D'AZIONE
Inibisce la fotosintesi a livello della reazione di Hill.
MECCANISMO DI SELETTIVITA'
Selettivo per inattivazione biologica, per via stratigrafica e meccanico-morfologica.
PERSISTENZA
Persiste nel terreno per 1-3 mesi.
VIE DI DEGRADAZIONE
Nel terreno viene degradato dalla flora microbica.
MOBILITA' NEL TERRENO
Risulta mediamente adsorbito dai colloidi e percolabile nei terreni più sciolti.
FOTODECOMPOSIZIONE E VOLATILIZZAZIONE
Scarse.
INFORMAZIONI MEDICHE
Derivato dell'urea.
SINTOMI: durante l'impiego può causare congiuntivite, rinite, nonchè irritazione della gola e della cute.
L'ingestione può causare gastroenterite, nausea, vomito e diarrea. Sono citati subittero ed ematuria.
TERAPIA: sintomatica.
  • da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xn (nocivo)
Frasi di rischio (R) : 22-40
Consigli di prudenza (S) : 36/37
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta su ratto 1826-3600 mg/Kg
DL 50 orale acuta su topo 3350 mg/Kg
DL 50 dermale acuta su ratto > 3170 mg/Kg
Tossicità per gli uccelli:
DL 50 orale acuta su Columba spp. > 5000 mg/Kg
Tossicità per i pesci:
CL 50 (96 h) su Cyprinus carpio 193 mg/l
CL 50 (96 h) su Salmo gairdneri 240 mg/l
CL 50 (96 h) su Lepomis macrochirus > 100 mg/l
Prodotti contenenti ISOPROTURON
PROTUGAN