METAM-SODIUM

PESO MOLECOLARE

129.2

STATO FISICO

Cristalli incolori.

SOLUBILITA'

In acqua a 20°C 722 g/l.
Moderatamente solubile in etanolo; scarsamente solubile nella maggior parte degli altri solventi organici.

STABILITA'

Stabile in soluzioni concentrata.
Viene decomposto dagli acidi.

CORROSIVITA'

Le soluzioni acquose sono corrosive per l'ottone, il rame e lo zinco.

NOME CHIMICO

sodium methyldithiocarbamate (IUPAC)

FORMULA BRUTA

C H NNaS
2 4 2

GRUPPO CHIMICO

Azoto-solforganici
DITIOCARBAMMATI Dialchil ditiocarbammati

CENNI STORICI

Introdotto da Stauffer Chemical Co. e più tardi da E.I. du Pont de Nemours & Co. (Inc.) e ICI Plant Protection Division.

NOME COMUNE

Metham-sodium

NUMERO CAS

137-42-8

NUMERO CEE

006-013-00-8

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)

Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Altri impieghi:

Terreno in assenza di coltura--
Note:
Possono essere autorizzati solo gli usi come nematocida, fungicida, erbicida e insetticida per l’applicazione come fumigante per la disinfestazione del terreno prima della piantagione, limitando le applicazioni a una ogni tre anni sullo stesso campo. L’applicazione può essere autorizzata solo in campo aperto tramite iniezione nel terreno e in serra unicamente mediante irrigazione a goccia. È prescritto l’impiego di una pellicola di materia plastica a tenuta di gas per l’irrigazione a goccia. Il valore massimo di applicazione è di 153 kg/ha (corrispondente a 86,3 kg/ha di MITC) in caso di applicazioni a campo aperto. Le autorizzazioni dovranno essere limitate agli utilizzatori professionali (Disposizioni specifiche Parte A regolamento UE n. 359/2012).
Dal 13 gennaio 2010 al 31 dicembre 2014 i prodotti a base di metam-sodium sono risultati autorizzati per i soli usi essenziali (riso, lattuga e simili, pomodori, peperoni e melanzane, cucurbitacee, carote, ortaggi a tubero e a stelo, patate, tabacco, ripristino di vigneti e frutteti, fiori) (Decreto 11 gennaio 2010).
Impieghi precedentemente autorizzati come da Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Altri impieghi:
Terreno in assenza di coltura.
Fungaie.
Vivai.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008:
Frutta0,02*
Ortaggi0,02*
Legumi da granella0,02*
Semi e frutti oleaginosi0,02*
Cereali0,02*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,02*
Luppolo0,02*
Spezie0,02*
Piante da zucchero0,02*
Note:
Metilisotiocianato risultante dall'impiego di dazomet e metam
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
- Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Agrumi, ribes a grappoli, uva spina5 (n)
Pomacee3 (n)
Mandorle, drupacee, uve, fragole2 (n)
Olive5 (n)
Altra frutta0,05 (n)
Lattughe e simili, erbe fresche5 (n)
Pomodori, porri3 (n)
Altri ortaggi (escluso i funghi) ....... 2 (n)
Legumi da granella2 (n)
Cereali2 (n)
Altri prodotti di origine vegetale0,2 (n)
Note:
Residui espressi come solfuro di carbonio.
Somma di metam sodium e ziram, da soli o insieme a mancozeb, maneb, metiram, propineb e zineb.
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva (metam) approvata in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009, con la seguente disposizione specifica (Parte A): Possono essere autorizzati solo gli usi come nematocida, fungicida, erbicida e insetticida per l’applicazione come fumigante per la disinfestazione del terreno prima della piantagione, limitando le applicazioni a una ogni tre anni sullo stesso campo. L’applicazione può essere autorizzata solo in campo aperto tramite iniezione nel terreno e in serra unicamente mediante irrigazione a goccia. È prescritto l’impiego di una pellicola di materia plastica a tenuta di gas per l’irrigazione a goccia. Il valore massimo di applicazione è di 153 kg/ha (corrispondente a 86,3 kg/ha di MITC) in caso di applicazioni a campo aperto. Le autorizzazioni dovranno essere limitate agli utilizzatori professionali.
Riferimenti normativi:
- Decisione del Consiglio del 13 luglio 2009 concernente la non iscrizione del metam nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE e la revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti detta sostanza (2009/562/CE)
- Decreto 11 gennaio 2010 (GU n. 19 del 25-1-2010 ) Non inclusione della sostanza attiva metam nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1994, n. 195 e adeguamento degli impieghi dei prodotti fitosanitari contenenti detta sostanza attiva relativamente agli usi ora riconosciuti essenziali, in applicazione della Decisione del Consiglio 2009/562/CE. (10A00724)
Con questo provvedimento sono state invece confermate fino al 31 dicembre 2014 (ma senza periodo di smaltimento scorte) le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva metam riportati nell'allegato 2 al presente decreto, limitatamente agli usi ora ritenuti essenziali (riso, lattuga e simili, pomodori, peperoni e melanzane, cucurbitacee, carote, ortaggi a tubero e a stelo, patate, tabacco, ripristino di vigneti e frutteti, fiori). I prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva metam, autorizzati per impieghi diversi da quelli essenziali, sono stati invece revocati a partire dal 13 gennaio 2010.
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 359/2012 della Commissione del 25 aprile 2012 che approva la sostanza attiva metam, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
- Decreto 25 luglio 2014 (GU n. 198 del 27.8.2014) Revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio dei prodotti fi tosanitari contenenti la sostanza attiva metam.
- Decreto 17 dicembre 2014 Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva metam approvata con regolamento (UE) n. 359/2012 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifica dell'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
Metilisotiocianato risultante dall'impiego di dazomet e metam

CAMPO D'IMPIEGO

Fumigazione del terreno.

SPETTRO D'AZIONE

Risulta attivo nei confronti di funghi (Fusarium, Verticillium, Phytium, Phytophtora, Rizochtonia, ecc.) che provocano marciumi radicali e del colletto, avvizzimenti ecc., nematodi (Meloidogyne, Pratylenchus, ecc), insetti terricoli, germinelli, tuberi e rizomi delle erbe infestanti.

MODO D'AZIONE

Disinfestante ad azione fumigante che deve le sue proprietà fungicide erbicide e nematocide al gas (MITC – metilisotiocianato) che si produce nel terreno dalla sua decomposizione.

FORMULAZIONI

¦ Liquido fumigante

MODALITA' D'IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodoto al 42,2% (510 g/l) di sostanza attiva sotto forma di soluzione acquosa fumigante.
Effettuare la distribuzione del prodotto su terreno finemente lavorato, sufficientemente umido e con una temperatura compresa tra i 10 i 32°C, L'eventuale torba e letame deve essere interrata un mese prima del trattamento.
- Trattamenti a pieno campo: impiegare tramite iniezione nel terreno con apposite macchine fumigatrici.
- Trattamenti in serra: distribuire il prodotto con la tecnica dell'irrigazione a goccia, cioè con utilizzo di manichette firate poste sotto film plastico a tenuta di gas.
Dosi: utilizzare 300 l/ha di prodotto per i trattamen ti in campo aperto e 700-1200 l/ha per i trattamenti in serra; le dosi per i trattaamenti in serra possono essere aumentate fino a 1500 l/ha quando si operi su terreni pesanti od infettati principalmente da verticilliosi, fusariosi o fialoforosi.
Per tutti gli impieghi è consentita una sola applicazione della sostanza attiva ogni 3 annni sullo stesso appezzamento.
Dopo il trattamento: irrigare lentamente il terreno per consentire al prodotto di raggiungere la profondità desiderata ma non oltre. A distanza di due setttimane circa si deve fare una lavorazione superficiale del terreno allo scopo di allontanare eventuali residui di gas che potrebbero dare problemi di fitotossicità.
Attendere altri 8-14 giorni prima di procedere alla semina o al trapianto. Eventualmente può essere utilie fare il "test del crescione".
Avvertenze: Non rientrate nelle zone trattate prima di 15 giorni. In caso di sversamento in ambiente chiuso, dotare il personale addetto alla bonifica di dispositivi di protezione individuale in grado di proteggere le vie respiratorie, gli occhi e la pelle.
Far trascorrere 20-30 giorni tra il trattamento e la semina o il trapianto.

COMPATIBILITA'

Il prodotto si usa da solo.

FITOTOSSICITA'

Non applicare il prodotto ad una distanza inferiore a 1 metro dalle colture limitrofe. I vapori sono tossici perso tutte le specie coltivate; è pertanto necessario rispettare il periodo di attesa indicato prima della messa a dimora delle colture.

MECCANISMO D'AZIONE

Le sue proprietà fungicide e collaterali sono dovute al gas Metilisotiocianato di sodio che si produce nel terreno a seguito della sua decomposizione.

INFORMAZIONI MEDICHE

SINTOMI: cute: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; occhio: congiuntivite irritativa, sensibilizzazione; apparato respiratorio: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme, sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia.
TERAPIA: sintomatica.
N.B.: nel caso di formulazioni commerciali contenenti solventi organici o derivati del petrolio, vedi tiocarbamati; effetto antabuse: si verifica in caso di concomitante o pregressa assunzione di alcool, e si manifesta con nausea, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo diventa pallido e l'ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza.
- da Circolare 3 settembre 1990, n. 20 (Supplemento ordinario G.U. n. 216 del 15 settembre 1990):
Simbolo/indicazione di pericolo: Xn (nocivo)
Frasi di rischio (R) : 22-38
Consigli di prudenza (S) : 2-13

PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE

DL 50 orale acuta ratto maschio 1800 mg/Kg
DL 50 orale acuta ratto femmina 1700 mg/Kg
DL 50 dermale acuta coniglio 1300 mg/Kg
Su coniglio risulta irritante per la pelle e corrosivo per gli occhi.
Tossicita' per gli uccelli:
CL 50 (5 gg) Anas platyrhynchos > 5000 mg/kg
Tossicita' per i pesci:
CL 50 (96 h) Lepomis macrochirus 0.39 mg/l
CL 50 (96 h) Salmo gairdneri 0.079 mg/l

Prodotti contenenti METAM-SODIUM
METHAM NA 51Fungicida-nematocida di Taminco italia s.r.l.
Giorni di carenza