ETOFENPROX

NOME CHIMICO
2-(4-ethoxyphenyl)-2-methylpropyl 3-phenoxybenzyl ether (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H O
25 28 3
GRUPPO CHIMICO
Fenossibenzil etere
CENNI STORICI
Insetticida introdotto in giappone da Mitsui Toatsu Chemicals.
NUMERO CAS
80844-07-1
NOME COMUNE
etofenprox
PESO MOLECOLARE
376.5
STATO FISICO
Cristalli incolori.
SOLUBILITA'
a 25°C: in acqua 1 mg/l
PUNTO DI FUSIONE
36.4-38.0°C
PUNTO DI EBOLLIZIONE
200°C/0.18 mmHg
PRESSIONE DI VAPORE
32 mPa a 100°C
STABILITA'
Stabile in soluzioni acide e alcaline.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Melo, pero, pesco, agrumi, ciliegio, albicocco, susino, mirabolano, fragola, mora, rovo, lampone, mirtillo, ribes, uva spina, actinidia, fico, melograno, cachi7
Pero7/14
Vite, nocciolo, castagno14
Cipolla14
Melanzana, melone, pomodoro, cocomero, zucca3
Peperone, cavolo cappuccio, fagiolino, lattughe e simili, crescione, scarola, indivia, cicoria, radicchio, rucola, dolcetta, erbe fresche, spinacio, bietola da foglia e da costa, fava, lenticchia, cece, lupino, cicerchia, aglio, cavolo di
Bruxelles, cavolo bianco, cavolo verza, cavolo rosso7
Patata7
Mais28
Barbabietola da zucchero14
Floreali, ornamentali, pioppo (1)--
Altri impieghi:
Vivai di forestali.
Note:
(1) Non in aree golenali.
Autorizzazioni in deroga (art. 53 Reg. 1107/2009)
Con Decreto 26 marzo 2015 il prodotto Trebon UP ha ottenuto in via eccezionale l’estensione d’impiego sulla coltura della noce per la lotta contro Rhagoletis completa per un periodo di 120 giorni a partire dal 1°giugno 2015 fino al 28 settembre 2015.
Nel rispetto dei nuovi Limiti Massimi di Residui (LMR) previsti dal Regolamento (CE) n 396/2005 e dal collegato Regolamento (CE) n 149/2008, sono state apportate le seguenti modifiche in etichetta a decorrere dal 1 settembre 2008:
  • è revocato l'impiego, ove autorizzato, su fava da granella.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 293/2013 della Commissione del 20 marzo 2013:
Agrumi, pomacee, albicocche, ciliegie, prugne, fragole, more di rovo, more selvatiche, lamponi, mirtilli, mirtilli giganti americani, ribes a grappoli, uva spina, fichi, cachi, kiwi, melagrane1
Pesche0,6
Altre drupacee, castagne e marroni, nocciole0,5
Uve da tavola e da vino5
Altra frutta0,01*
Patate, agli, cipolle, melanzane, meloni, zucche, cocomeri, fagioli (con baccello), fagioli (senza baccello)0,5
Pomodori1
Peperoni, cavoletti di Bruxelles, cavoli cappucci2
Altri cavoli, cetrioli0,2
Mais dolce0,05
Dolcetta, lattughe, scarola, crescione, rucola, spinaci, bietole da foglia e da costa, erbe fresche3
Altri ortaggi0,01*
Fagioli (da granella)0,05
Lenticchie (da granella), piselli (da granella), lupini0,5
Altri legumi da granella0,01*
Semi di colza0,05
Altri semi oleaginosi, frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,5
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,01*
Luppolo0,01*
Spezie0,01*
Barbabietola da zucchero0,5
Altre piante da zucchero0,01*
Note:
(F) = Liposolubile
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore dal 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Mele, pere, pesche0,5 (n)
Agrumi, albicocche, ciliegie, prugne, mirabolani, uve, fragole, more, more di rovo, lamponi, mirtilli, ribes, uva spina, fichi, actinidie, melograni, cachi1 (n)
Nocciole, castagne0,5 (n)
Agli, cipolle, melanzane, meloni, zucche, cocomeri, fagiolini, fave, lenticchie, ceci, lupini, cicerchie0,5 (n)
Pomodori1 (n)
Peperoni, cavoli di Bruxelles, cavoli bianchi, cavoli verza, cavoli rossi, cavoli cappucci2 (n)
Lattuga, crescione, scarola, indivia, cicoria, radicchio, rucola, dolcetta, erbe fresche, spinaci, bietole da foglia e da costa3 (n)
Patate0,5 (n)
Mais0,5 (n)
Barbabietole da zucchero0,5 (n)
Vino0,1 (n)
Pomodoro trasformato0,5 (n)
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Se ne può autorizzare l’impiego unicamente come insetticida." (Parte A)
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2009/77/CE della Commissione del 1 luglio 2009 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l’iscrizione di clorsulfuron, ciromazina, dimetaclor, etofenprox, lufenuron, penconazolo, tri-allato e triflusulfuron come sostanze attive
  • Decreto 3 dicembre 2009 (GU n. 68 del 23-3-2010) Inclusione delle sostanze attive clorsulfuron, ciromazina, dimetaclor, etofenprox, lufenuron, penconazolo, tri-allato e triflusulfuron nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2009/77/CE della Commissione del 1° luglio 2009. (10A03404)
  • Decreto 28 aprile 2011 (GU n. 120 del 25-5-2011) Elenco dei prodotti fitosanitari a base di etofenprox revocati ai sensi dell'art. 2, commi 2 e 3 del decreto del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 3 dicembre 2009 relativo all'iscrizione della sostanza attiva stessa nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (11A06627)
  • Comunicato 30 luglio 2014 Elenco autorizzazioni revocate automaticamente
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con Decreto 22 luglio 2003 (G.U. n. 232 del 6.10.2003, s.o. n. 158) sono state aggiunte tra gli impieghi autorizzati le seguenti colture: agrumi, ciliegio, albicocco, susino, mirabolano, fragola, mora, rovo, lampone, mirtillo, ribes, uva spina, actinidia, fico, melograno, cachi, nocciolo, castagno, pomodoro, cocomero, zucca, peperone, lattuga, crescione, scarola, indivia, cicoria, radicchio, rucola, dolcetta, erbe fresche, spinacio, bietola da foglia e ca costa, fava, lenticchia, cece, lupino, cicerchia, aglio, cavolo di Bruxelles, cavolo bianco, cavolo verza, cavolo rosso.
  • Con Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179) sono stati aggiunti tra gli impieghi autorizzati il pero e tutte le altre lattughe e simili oltre a quelle già autorizzate.
CAMPO DI IMPIEGO
Insetticida per la difesa di melo, pero, pesco, agrumi, ciliegio, albicocco, susino, mirabolano, fragola, mora, rovo, lampone, mirtillo, ribes, uva spina, actinidia, fico, melograno, cachi, vite, nocciolo, castagno, ortaggi (cipolla, melanzana, melone, pomodoro, cocomero, zucca, peperone, cavolo cappuccio, fagiolino, lattuga, crescione, scarola, indivia, cicoria, radicchio, rucola, dolcetta, erbe fresche, spinacio, bietola da foglia e da costa, lenticchia, cece, lupino, cicerchia, aglio, cavolo di Bruxelles, cavolo bianco, cavolo verza, cavolo rosso), patata, mais, barbabietola da zucchero, floreali, ornamentali, pioppo.
SPETTRO D'AZIONE
Insetticida polivalente. In formulazione liquida risulta indicato contro Afidi, Aleurodidi, Cicaline, Dorifora, Minatori fogliari, Psilla, Metcalfa, Nottue terricole e defogliatrici, Piralide, Tignole, Cimici, Miridi, Tortrici, processionarie e altri insetti. Formulato granulare è adatto alla protezione degli apparati radicali di numerose colture erbacee ed orticole, con effetto abbattente sugli insetti terricoli, quali nottue, maggilolini, tipule, bibionidi, elateridi, larve di diabrotica e miriapodi.
MODO D'AZIONE
Agisce per contatto e ingestione ed è dotato di un buon potere abbattente.
FORMULAZIONI
  • Liquido emulsionabile
  • Granulare
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità di impiego riferite a formulato liquido emulsionabile al 30% di p.a. (280 g/l).
Intervenire alla prima comparsa dei fitofagi effetuando una accurata e uniforme bagnatura.
  • Agrumi (arancio, mandarino compreso clementine e altri ibridi, limone, bergamotto, cedro, pompelmo, tangerino, limetta, chinotto, arancio amaro, mapo, tangelo,) contro Cicaline e Mosca della frutta: 50 ml/hl.
  • Melo, pero contro Afidi (pre-fiorale), Carpocapsa e Cydia molesta: 30-50 ml/hl; Tortricidi (inizio infestazione), Minatori fogliari (al volo degli adulti), Psilla (adulti), Cicaline e Metcalfa: 50 ml/hl.
  • Pesco contro Afidi (bottoni rosa), Mosca della frutta, Tignole, Anarsia lineatella, Ricamatrici, Cicaline, Metcalfa e Miridi: 50 ml/hl.
  • Ciliegio, amarena e mirabolano contro Afidi e Mosca delle ciliegie: 50 ml/hl.
  • Albicocco contro Anarsia lineatella e Mosca della frutta: 50 ml/hl.
  • Susino contro Cydia funebrana, Afidi, Anarsia lineatella, Ricamatrici e Cicaline: 50 ml/hl.
  • Nocciolo, castagno contro Cimici e Balanino: 50 ml/hl.
  • Actinidia contro Mosca della frutta e Metcalfa: 50 ml/hl.
  • Kaki contro Mosca della frutta e Metcalfa: 50 ml/hl
  • Fico, melograno contro Metcalfa: 50 ml/hl
  • Vite contro Tignole, Cicaline e Metcalfa: 50 ml/hl; Tripidi 100 ml/hl.
  • Fragola contro Afidi e Cicaline: 50 ml/hl; Tripidi 60-100 ml/hl.
  • More, rovo, lampone, mirtilli, ribes, uva spina contro Afidi, Tignole, Cicaline: 50 ml/hl; Tripidi 60-100 ml/hl.
  • Pomodoro contro Afidi e Aleurodidi: 50 ml/hl.
  • Peperone contro Afidi, Aleurodidi e Piralide: 50 ml/hl; Tripidi: 60-100 ml/hl.
  • Melanzana contro Afidi, Nottue, Aleurodidi e altri Lepidotteri: 50 ml/hl; Tripidi 60-100 ml/hl.
  • Lattughe e simili (lattuga, crescione, scarola, indivia, cicoria, radicchio, rucola, dolcetta) contro Miridi e Nottue: 50 ml/hl.
  • Spinaci e mimili (spinaci, bietola da costa, bietola da foglia) contro Miridi e Nottue: 50 ml/hl.
  • Erbe fresche (prezzemolo, erba cipollina, cerfoglio, basilico, rosmarino, menta, salvia, timo, melissa, maggiorana) contro Miridi e Nottue: 50 ml/hl.
  • Cavoli a testa (cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo rosso, cavolo bianco, cavoli di Bruxelles) contro Afidi, Nottue e altri Lepidotteri: 50 ml/hl.
  • Cipolla, aglio contro Afidi, Nottue e altri Lepidotteri: 50 ml/hl; Tripidi 60-100 ml/hl.
  • Melone, cocomero, zucca contro Afidi, Nottue, Aleurodidi e altri Lepidotteri: 50 ml/hl; Aphis gossypii: 60 ml/hl; Tripidi: 60-100 ml/hl.
  • Fagiolino, cece, lenticchia, lupino, cicerchia contro Afidi, Nottue, Aleurodidi e altri Lepidotteri: 50 ml/hl.
  • Patata contro Afidi, Dorifora e Miridi: 30-50 ml/hl.
  • Mias contro Nottue e Piralide: 50 ml/hl.
  • Babrabietola da zucchero contro Altica e Mamestra: 40-50 ml/hl.
  • Colture floreali, ornamentali, vivai e forestali contro Afidi: 20-30 ml/hl; Tignole, Nottue, Processionarie, Tortricidi, Larve minatrici, Mosche bianche, Tentredini: 40-50 ml/hl.
  • Pioppo (escluso impiego nelle aree golenali) contro il Punteruolo: 100-130 ml/hl.
Divieto di impiego in fioritura.
Modalità di impiego rifeite a prodotti granulari al 2% di s.a..
Il prodotto si impiega unicamente localizzato nel solco di semina o di trapianto alla dose di 10-20 kg/ha, per la difesa delle seguenti colture: fragola, pomodoro, melanzana, peperone, melone, cocomero, zucca, cavoli a testa (cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolo rosso, cavolo bianco, cavoli di bruxelles), lattughe e simili (lattuga, cresiocne, scarola, indivia, cicoria, dolcetta), rucola, fagiolino, mais, patata, barbabietola da zucchero, floreali e ornamentali, vivai di piante arboree, colture portaseme destinate esclusivamente alla produzione di materiale riproduttivo (da seme).
ALTRE NOTIZIE
Possiede una buona selettività nei confronti di Stethorus punctillium e Typhlodromus pyri mentre risulta scarsamente tossico su Amblyseius tongispinosus e Lycosa pseudoannulata.
Il p.a. risulta efficace anche sui ceppi resistenti ai fosforganici, carbammati e piretroidi.
MECCANISMO D'AZIONE
Interferisce sul sistema nervoso degli insetti attraverso l'inibizione del trasporto di sodio lungo le terminazioni nervose.
(F) = Liposolubile
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto 21440-42880 mg/kg
DL 50 dermale acuta ratto 1072-2140 mg/g
Irritazione oculare (coniglio): assente
Irritazione dermale (coniglio): assente
Prodotti contenenti ETOFENPROX
TREBON UPInsetticida di Sipcam italia s.p.a.