1-DECANOLO

PESO MOLECOLARE

158.3

STATO FISICO

Liquido viscoso.

SOLUBILITA'

Moderatamente solubile in acqua; molto solubile nella maggior parte dei solventi organici.

PUNTO DI FUSIONE

Punto di ebollizione: 233 °C

NOME CHIMICO

decan-1-ol (IUPAC)
1-decanol (C.A.)

FORMULA BRUTA

C10 H22 O

GRUPPO CHIMICO

Alcooli grassi

CENNI STORICI

Fitoregolatore introdotto da Procter & Gamble Co. e da Panorama Chemicals (Pty) Ltd.

NUMERO CAS

112-30-1

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)

- Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:

Tabacco7
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg)
- Regolamento (CE) n. 839/2008 del 31 luglio 2008:
Sostanza attiva inserita nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 396/2005 che riporta l'elenco delle sostanze attive valutate a norma della direttiva 91/414/CEE per le quali non sono necessari LMR, di cui all’articolo 5, paragrafo 1.

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Soltanto gli usi come fitoregolatore." (Parte A)
Questa sostanza attiva faceva parte del gruppo delle sostanze “revocate volontariamente “ ("voluntarily withdrawn") per le quali era stata poi presentata una nuova domanda di inclusione secondo la procedura accelerata prevista dal regolamento (CE) n. 33/2008. Per queste sostanze era stato fissato inizialmente al 31 dicembre 2010 il termine per la revoca delle autorizzazioni, al 31 agosto 2011 il termine per la commercializzazione e la vendita delle scorte e al 31 dicembre 2011 quello relativo all’utilizzo (Decisione 2008/941/CE dell’8 dicembre 2008 e successivo Comunicato GU n. 144 del 24 giugno 2009). Questi tempi sono stati poi ritenuti insufficienti per il completamento dell’esame di tutte le sostanze “voluntarily withdrawn" e per questo le scadenze sono state prorogate di un anno: al 31 dicembre 2011 quella relativa alla revoca delle autorizzazioni e al 31 dicembre 2012 quella relativa allo smaltimento delle scorte (Decisione 2010/455/UE del 13 agosto 2010 e Regolamento 741/2010 del 17 agosto 2010). L'iter si è poi concluso positivamente con l'scrizione in allegato I stabilita con la Direttiva 2011/33/UE della Commissione dell'8 marzo 2011.
Riferimenti normativi:
- Decisione della Commissione dell'8 dicembre 2008 concernente la non iscrizione di talune sostanze attive nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio e la revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti queste sostanze (2008/941/CE).
Con questo provvedimento gli Stati membri sono tenuti a ritirare le autorizzazioni relative ai prodotti fitosanitari contenenti questa sostanza attiva entro il 31 dicembre 2010, con possibilità di smaltimento scorte entro il 31 dicembre 2011. Va tuttavia sottolineato che la mancata iscrizione di questa sostanza non si basa sulla presenza di chiare indicazioni di effetti nocivi e non pregiudica la presentazione da parte del notificante di una nuova domanda con procedura accelerata che ne consenta l'iscrizione in allegato I prima della scadenza dei tempi fissati per la revoca delle autorizzazioni.
- Comunicato del 21 maggio 2009 (GU n. 144 del 24-6-2009) Comunicato relativo alla non inclusione di alcune sostanze attive nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (09A06895)
Le sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato non sono incluse nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 in attuazione della decisione della Commissione 2008/941/CE dell'8 dicembre 2008. Pertanto le autorizzazioni all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari che contengono tali sostanze attive, sono revocate a decorrere dal 31 dicembre 2010. La commercializzazione, da parte dei titolari delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari, dei quantitativi regolarmente prodotti fino al momento della revoca delle sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato, nonche' la vendita, da parte dei rivenditori e/o distributori autorizzati, di tali prodotti fitosanitari revocati, sara' consentita fino al 31 agosto 2011. L'utilizzo dei prodotti fitosanitari, a base delle sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato, e' consentito fino 31 dicembre 2011.
- Decisione della Commissione del 13 agosto 2010 che modifica le decisioni 2008/934/CE e 2008/941/CE per quanto riguarda la data fino alla quale le autorizzazioni possono restare in vigore ed il periodo di moratoria, nei casi in cui il notificante ha presentato una domanda secondo la procedura accelerata di cui al regolamento (CE) n. 33/2008 (2010/455/UE)
- Regolamento (UE) n. 741/2010 della Commissione del 17 agosto 2010 che modifica i regolamenti (CE) n. 1490/2002 e (CE) n. 2229/2004 per quanto riguarda la data fino alla quale le autorizzazioni possono restare in vigore nei casi in cui il notificante ha presentato una domanda secondo la procedura accelerata di cui al regolamento (CE) n. 33/2008
- Il Comunicato del 29 dicembre 2010 modifica il Comunicato del 21 maggio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 144 del 24 giugno 2009, per:
a) il termine fissato per la revoca delle autorizzazioni, che è prorogato al 31 dicembre 2011;
b) il termine fissato per lo smaltimento delle giacenze in commercio, che è prorogato al 31 dicembre 2012, con la commercializzazione, da parte dei titolari delle autorizzazioni e dei quantitativi regolarmente prodotti fino al momento della revoca, e la vendita da parte dei rivenditori e/o distributori autorizzati di detti prodotti fitosanitari revocati, consentita per 8 mesi dalla data di revoca e pertanto fino al 31 agosto 2012, mentre l’utilizzo dei prodotti revocati è invece consentito per 12 mesi a partire dalla data di revoca.
- Direttiva 2011/33/UE della Commissione dell'8 marzo 2011 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per includere il 1-decanolo come sostanza attiva e che modifica la decisione 2008/941/CE della Commissione
- Decreto 5 maggio 2011 (GU n. 159 del 11-7-2011) Inclusione della sostanza attiva 1-decanolo nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2011/33/UE della Commissione che modifica inoltre la decisione 2008/941/CE. (11A09510)
- Decreto 21 novembre 2011 (GU n. 1 del 1-1-2012, Supplemento ordinario n. 1) Revoca dei prodotti fi tosanitari contenenti la sostanza attiva 1-decanolo ai sensi dell’art. 3, commi 2 e 3 del decreto del Ministero della salute 5 maggio 2011 relativo all’iscrizione della sostanza attiva stessa nell’allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
- Decreto 26 settembre 2012 (GU n. 238 del 11-10-2012) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1-decanolo approvata in conformita' al Regolamento (CE) n. 1107/2009. (12A10739)
Sostanza attiva inserita nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 396/2005 che riporta l'elenco delle sostanze attive valutate a norma della direttiva 91/414/CEE per le quali non sono necessari LMR, di cui all’articolo 5, paragrafo 1.

CAMPO D'IMPIEGO

Fitoregolatore utilizzato sul tabacco.

SPETTRO D'AZIONE

Trova impiego come antigermogliante per il controllo dei germogli ascellari e pedali.

FORMULAZIONI

¦ Liquido emulsionabile
Nei formulati commerciali, l'N-decanolo è presente da solo o in miscela con altri alcooli grassi, quali N-octanolo, N-esanolo, N-dodecanolo, Metil-octanolo, Metil-decanolo.

MODALITA' D'IMPIEGO

Applicare il prodotto nel periodo compreso tra 2 giorni prima e 2 giorni dopo la cimatura. Per ottenere i migliori risultati, si consiglia di cimare le piante allo stadio del bottone fiorale prima dell'apertura dei primi fiori; durante la cimatura asportare gli eventuali germogli di lunghezza superiore a 3 cm.
Il prodotto, per essere efficace, deve giungere a contatto diretto con ciascun germoglio; per questo va distribuito sulle foglie più alte della pianta, mantenendo gli ugelli a una distanza di circa 20 cm dalla cima nel caso di applicazione manuale e di 30-40 cm nel caso di applicazione meccanica. In questo modo i lembi fogliari, agendo da imbuto, raccolgono il prodotto e lo dirigono lungo il fusto della pianta, consentendogli di bagnare successivamente tutti i germogli ascellallari e pedali devitalizzandoli.

ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE

Ha un'azione rapida per contatto.

COMPATIBILITA'

Se ne sconsiglia l'impiego in miscela con altri prodotti. Non applicare antiparassitari lo stesso giorno del trattamento.

FITOTOSSICITA'

Se ne sconsiglia l'impiego quando la temperatura supera i 35 °C. La pagina inferiore delle foglie di tabacco è sensibile al prodotto; pertanto, si consiglia di non trattare con forte vento o con ugelli diretti dal basso verso l'alto.

ALTRE NOTIZIE

Un solo trattamento è in genere sufficiente per devitalizzare i germogli ascellari primari e secondari. Nel caso di germogli particolarmente vigorosi, effettuare un secondo trattamento a distanza di 5-10 giorni dal primo.

MECCANISMO D'AZIONE

Agisce rapidamente per contatto, distruggendo selettivamente i tessuti meristematici in rapido accrescimento dei germogli ascellari, senza danneggiare il fogliame.

INFORMAZIONI MEDICHE

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
DL 50 orale acuta ratto 18000 mg/kg

Prodotti contenenti 1-DECANOLO
Giorni di carenza
Tabacco7