METOSULAM

NOME CHIMICO

N-(2,6-dicloro-3-metilfenil)-5,7-dimetossi [1,2,4] triazolo [1,5-æ]pirimidina-2-sulfonamide (IUPAC)

FORMULA BRUTA

C H Cl

N O S

14 13 2 5 4

GRUPPO CHIMICO

Triazolopirimidine

CENNI STORICI

Erbicida introdotto da DowElanco Inc.

NOME COMUNE

metosulam (ISO)

PESO MOLECOLARE

418,26

STATO FISICO

Polvere, colore crema marrone

SOLUBILITA'

in acqua a 20°C 200 mg/l (pH 7,5)

PUNTO DI FUSIONE

210-211,5°C

PUNTO DI INFIAMMABILITA'

420 ± 5°C

TENSIONE DI VAPORE

-13
4 X 10 Pa a 20°C

STABILITA'

All'idrolisi: tempo di dimezzamento > 30 giorni, da pH 5 a pH 9 e da 25 a 50°C.

PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE

DL 50 orale acuta ratto > 5000 mg/kg
DL 50 orale acuta coniglio > 2000 mg/kg
Irritazione oculare: non irritante
Irritazione dermale: non irritante
Tossicità per gli uccelli:
DL 50 Anas platyrhynchos > 2000 mg/kg
DL 50 Colinus virginianus > 2250 mg/kg
Tossicità per gli organismi acquatici:
Salmo gairdneri: non tossico
Lepomis macrochirus: non tossico
Daphnia magna: non tossico
Tossicità per altri organismi:
ape domestica: DL 50 acuta > 50 µg/ape
lombrico: CL 50 14 gg. > 1000 mg/kg di terreno
alghe: CL 50 75 µg/l
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Attualmente tutti i prodotti a base di metosulam registrati in Italia risultano revocati per mancato adempimento alle disposizioni previste dalla normativa che ha iscritto la sostanza attiva in allegato I. Lo smaltimento delle scorte dei prodotti revocati è terminato il 31 ottobre 2012.
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
- Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Frumento, orzo, riso, segale, avena .... 70
Mais ................................... --
Note:
Applicazione in post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008:

Frutta ....... 0,01*
Ortaggi ....... 0,01*
Legumi da granella ....... 0,01*
Semi e frutti oleaginosi ....... 0,01*
Orzo, avena, riso, segale, frumento ....... 0,1
Grano saraceno ....... 0,02
Mais ....... 0,05
Altri cereali ....... 0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao ....... 0,01*
Luppolo ....... 0,01*
Spezie ....... 0,01*
Piante da zucchero ...... 0,01*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore dal 31 agosto 2008:
- Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Frumento, orzo, riso, avena, segale .... 0,1 (n)
Mais ................................... 0,05 (n)
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: \"Possono essere autorizzate solo le utilizzazioni come erbicida\" (Parte A)
Questa sostanza attiva faceva parte del gruppo delle sostanze “revocate volontariamente “ (\"voluntarily withdrawn\") per le quali era stata poi presentata una nuova domanda di inclusione secondo la procedura accelerata prevista dal regolamento (CE) n. 33/2008. n. 33/2008. Per queste sostanze era stato fissato inizialmente al 31 dicembre 2010 il termine per la revoca delle autorizzazioni, al 31 agosto 2011 il termine per la commercializzazione e la vendita delle scorte e al 31 dicembre 2011 quello relativo all’utilizzo (Decisione 2008/934/CE del 5 dicembre 2008 e successivo Comunicato GU n. 144 del 24 giugno 2009). Questi tempi erano stati poi ritenuti insufficienti per il completamento dell’esame di tutte le sostanze “voluntarily withdrawn\" e per questo le scadenze sono state prorogate di un anno: al 31 dicembre 2011 quella relativa alla revoca delle autorizzazioni e al 31 dicembre 2012 quella relativa allo smaltimento delle scorte (Decisione 2010/455/UE del 13 agosto 2010 e Regolamento 741/2010 del 17 agosto 2010). L'iter si è poi conclsuo positivamente con l'scrizione in allegato I stabilita con la Direttiva 2010/91/EU del 10 dicembre 2010.
Riferimenti normativi:
- Decisione della Commissione del 5 dicembre 2008 concernente la non iscrizione di alcune sostanze attive nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio e la revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti dette sostanze (2008/934/CE).
Con questo provvedimento gli Stati membri sono tenuti a ritirare le autorizzazioni relative ai prodotti fitosanitari contenenti questa sostanza attiva entro il 31 dicembre 2010, con possibilità di smaltimento scorte entro il 31 dicembre 2011. Va tuttavia sottolineato che la mancata iscrizione di questa sostanza non si basa sulla presenza di chiare indicazioni di effetti nocivi e non pregiudica la presentazione da parte del notificante di una nuova domanda con procedura accelerata che ne permetta l'iscrizione in allegato I prima della scadenza dei tempi fissati per la revoca delle autorizzazioni.
- Comunicato del 21 maggio 2009 (GU n. 144 del 24-6-2009) Comunicato relativo alla non inclusione di alcune sostanze attive nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (09A06896)
Le sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato non sono incluse nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 in attuazione della decisione della Commissione 2008/934/CE del 5 dicembre 2008.
Pertanto le autorizzazioni all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari che contengono tali sostanze attive, sono revocate a decorrere dal 31 dicembre 2010. La commercializzazione, da parte dei titolari delle autorizzazioni dei prodotti fitosanitari, a base delle sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato, nonche' la vendita, da parte dei rivenditori e/o distributori autorizzati, di tali prodotti fitosanitari revocati, sara' consentita fino al 31 agosto 2011. L'utilizzo dei prodotti fitosanitari, a base delle sostanze attive riportate in allegato al presente comunicato, e' consentito fino 31 dicembre 2011.
- Decisione della Commissione del 13 agosto 2010 che modifica le decisioni 2008/934/CE e 2008/941/CE per quanto riguarda la data fino alla quale le autorizzazioni possono restare in vigore ed il periodo di moratoria, nei casi in cui il notificante ha presentato una domanda secondo la procedura accelerata di cui al regolamento (CE) n. 33/2008 (2010/455/UE)
- Regolamento (UE) n. 741/2010 della Commissione del 17 agosto 2010 che modifica i regolamenti (CE) n. 1490/2002 e (CE) n. 2229/2004 per quanto riguarda la data fino alla quale le autorizzazioni possono restare in vigore nei casi in cui il notificante ha presentato una domanda secondo la procedura accelerata di cui al regolamento (CE) n. 33/2008
- Direttiva 2010/91/EU della Commissione del 10 dicembre 2010 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'iscrizione della sostanza attiva metosulam e che modifica la decisione 2008/934/CE
- Il Comunicato del 29 dicembre 2010 modifica il Comunicato del 21 maggio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 144 del 24 giugno 2009, per:
a) il termine fissato per la revoca delle autorizzazioni, che è prorogato al 31 dicembre 2011;
b) il termine fissato per lo smaltimento delle giacenze in commercio, che è prorogato al 31 dicembre 2012, con la commercializzazione, da parte dei titolari delle autorizzazioni e dei quantitativi regolarmente prodotti fino al momento della revoca, e la vendita da parte dei rivenditori e/o distributori autorizzati di detti prodotti fitosanitari revocati, consentita per 8 mesi dalla data di revoca e pertanto fino al 31 agosto 2012, mentre l’utilizzo dei prodotti revocati è invece consentito per 12 mesi a partire dalla data di revoca.
- Decreto 16 febbraio 2011 (GU n. 81 del 8-4-2011) Inclusione della sostanza attiva metosulam nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2010/91/UE della Commissione e che modifica la decisione 2008/934/CE. (11A04725)
- Decreto 28 ottobre 2011 (GU n. 267 del 16-11-2011) Revoca dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva metosulam ai sensi dell'art. 3, commi 2 e 3 del decreto 16 febbraio 2011 relativo all'iscrizione della sostanza attiva stessa nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (11A14577)

CAMPO DI IMPIEGO

Diserbo di frumento (tenero e duro), orzo, riso, segale, avena.

SPETTRO D'AZIONE

¦ Impiego su riso:
- Erbe infestanti sensibili: Heteranthera limosa, Butomus umbellatus (fiorone), Alisma lanceolata, Alisma plantago (mestolaccia o cucchiaio), Scirpus maritimus (cipollino), Scirpus mucronatus (quadrettone), Marsilea quadrifolia, Bidens spp. (forbicine), Polygonum hydropiper (idropepe), Ammania coccinea, Lindernia pyxidaria;
- Erbe infestanti mediamente sensibili: Sparganium erectum (spadone), Typha latifolia.
Il prodotto manifesta anche un'azione collaterale contro le alghe.
¦ Impiego su frumento, orzo, segale, avena:
- Erbe infestanti sensibili: Matricaria chamomilla (camomilla comune), Anthemis arvensis (camomilla bastarda), Centaurea cyanus (fiordaliso), Artemisia spp. (assenzio), Chrisanthemum segetum (crisantemo), Sonchus arvensis, Stellaria media (centocchio), Daucus carota (carota selvatica), Galium aparine (attaccamani), Sinapis arvensis (senape), Raphanus raphanistrum (ravanello selvatico), Thlaspi arvense (erba storna), Capsella bursa-pastoris (borsa pastore), Vicia spp. (veccia);
- Erbe infestanti mediamente sensibili: Cirsium arvense (stoppione), Polygonum avivulare (correggiola), Fallopia convolvulus (poligono convolvolo), Lamium spp. (Lamio), Veronica spp. (veronica).

FORMULAZIONI

¦ Sospensione concentrata
Sono disponibili formulazioni in miscela con 2,4-D per il diserbo di frumento, orzo, segale e avena. L'associazione con 2,4-D ne amplia lo spettro d'azione, in particolare sulle specie perenni (es. Equisetum spp.).

ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE

Viene assorbito per via fogliare (prevalente), radicale e dai semi in germinazione e quindi rapidamente traslocato ai meristemi apicali e radicali.
I sintomi dell'azione erbicida sono clorosi, decolorazioni, necrosi e brachizzazione. Già poche ore dopo l'intervento è interrotta l'attività di crescita delle specie sensibili mentre il disseccamento si determina entro 2-4 settimane.

MODALITA' DI IMPIEGO

Riferite a prodotti sotto forma di sospensione concentrata e al 9,75% di p.a..
- Riso: 0,6-0,8 l/ha in post-emergenza allo stadio di 1-4 foglie in risaia asciutta o sommersa (altezza acqua circa 5 cm).
- Frumento duro e tenero, orzo, segale, avena: 0,1-0,2 l/ha dall'inizio dell'accestimento fino all'inizio della levata.

FITOTOSSICITA'

Selettivo nei confronti delle più comuni varietà di riso coltivate, appartenenti sia alla sottospecie Indica sia a quella Japonica. La perfetta selettività ne consente l'applicazione in qualsiasi condizione ambientale, con diverse tecniche (risaia sommersa o asciutta) e ad ogni stadio di sviluppo del riso, anche quelli più precoci.

MISCIBILITA'

Miscibile con i più diffusi graminicidi per il diserbo del riso ed anche con diversi dicotiledonicidi (prodotti a base di MCPA, Propanil, etc.).

ALTRE NOTIZIE

Numerosi studi hanno evidenziato che Metosulam non causa fenomeni di tossicità da residui sulle colture in successione, sia dicotiledoni (es. bietola, soia) o monocotiledoni (frumento, mais, etc.).

Meccanismo d'azione

Inibisce l'enzima acetolattatosintetatsi (ALS), indispensabile per la sintesi degli aminoacidi essenziali a catena ramificata (valina, leucina, isoleucina), causando il blocco della divisione cellulare e della crescita delle specie sensibili.

MECCANISMO DI SELETTIVITA'

Di tipo biologico: il p.a. viene degradato nelle graminacee (non sensibili) in composti inattivi sull'enzima ALS.

PERSISTENZA

Viene rapidamente degradato nel terreno per via microbiologica. L'emivita risulta essere di 20 giorni con pH 7,5.

MOBILITA' NEL TERRENO

Viene rapidamente fissato dai colloidi del terreno.

INFORMAZIONI PER IL MEDICO

In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Consultare un centro Antiveleni.

Giorni di carenza
Avena 70
Frumento 70
Mais/granturco 0
Orzo 70
Riso 70
Segale 70
Prodotti contenenti METOSULAM