FLUROXIPIR

NOME CHIMICO
4-amino-3,5-dichloro-6-fluoro-2-pyridyloxyacetic acid (IUPAC)
FORMULA BRUTA
C H Cl FN O
7 5 2 2 3
CENNI STORICI
Erbicida introdotto da Dow Chemical Co. (ora DowElanco).
NOME COMUNE
fluroxypyr
NUMERO CAS
81406-37-3
PESO MOLECOLARE
255.0
STATO FISICO
Solido.
SOLUBILITA'
a 27.7°C: acqua 0.9 mg/l a 20°C : acetone 867 g/l, diclorometano 896 g/l, esano 45 g/l, metanolo 469 g/l, toluene 735 g/l, xilene 642 g/l
PUNTO DI FUSIONE
56-57°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.014 mPa a 25°C
STABILITA'
Stabile nelle normali condizioni di immagazzinamento.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Agrumi21
Pomacee, olivo--
Frumento, orzo, segale, avena--/60/70
Mais, sorgo--/60
Altri impieghi:
Aree ed opere civili, industriali, sedi stradali e ferroviarie, argini di canali, terreno prima del trapianto di forestali, areoporti, aree archeologiche, aree urbane.
Tappeti erbosi per uso ornamentale e sportivo.
A titolo informativo, si riportano i precedenti impieghi autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Frumento, orzo, segale, avena, mais60
Altri impieghi:
Aree ed opere civili, industriali, sedi stradali e ferroviarie, argini di canali, terreno prima del trapianto di forestali, areoporti, aree archeologiche, aree urbane.
Tappeti erbosi per uso ornamentale e sportivo.
Note:
Applicazione in post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (CE) n. 822/2009 della Commissione del 27 agosto 2009:
Frutta0,05*
Ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi e frutti oleaginosi0,05*
Orzo, grano saraceno, avena, segale, frumento0,1
Altri cereali0,05*
Fiori di camomilla2
Altre infusioni di erbe, tè, caffè, cacao, carruba0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,1*
Note:
Fluroxipir, inclusi i suoi esteri, espressi in fluroxipir
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Fluroxipir - codice 1000000: fluroxipir
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Frutta0,05 (*)
Ortaggi0,05 (*)
Legumi da granella0,05 (*)
Semi oleaginosi0,05 (*)
Patate0,05 (*)
0,1 (*)
Luppolo0,1 (*)
Frumento, orzo, segale, avena, triticale 0,1 (*)
Altri cereali0,05 (*)
Note:
Fluroxipir, compresi i suoi esteri espressi come fluroxipir.
Limiti Massimi comunitari provvisori.
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata, a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come erbicida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2000/10/CE della Commissione del 10 marzo 2000 recante iscrizione di una sostanza attiva (fluroxypyr) nell'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio, relativa all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 8 agosto 2000 (GU n. 244 del 18 ottobre 2000) "Iscrizione della sostanza attiva «Fluroxypyr» nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194 (Attuazione della direttiva 2000/10/CE).
  • Decreto 26 gennaio 2006 (GU n. 37 del 14-2-2006) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari contenenti fluroxypyr, a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 18 aprile 2006 (GU n. 107 del 10-5-2006) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari contenenti fluroxypyr con altre sostanze attive, a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva fluroxypyr nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Decreto 31 Luglio 2007 (GU n. 237 del 11-10-2007) Recepimento della direttiva 2007/21/CE della Commissione del 10 aprile 2007 che modifica l'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio, recepita con decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, per quanto riguarda le date di scadenza di iscrizione delle sostanze attive azossistrobina, imazalil, kresoxim-metile, spiroxamina, azimsulfuron, calcio-proesadione e fluroxipir.
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 736/2011 della Commissione del 26 luglio 2011 che approva la sostanza attiva flurossipir a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
  • Decreto 20 febbraio 2012 (GU n. 67 del 20-3-2012) Revoca del prodotto fitosanitario MET contenente la sostanza attiva fluroxypyr approvata con il regolamento di esecuzione (UE) n. 736/2011 della Commissione a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009. 12A02912)
  • Decreto 21 febbraio 2012 (GU n. 70 del 23-3-2012) Ri-registrazione dei prodotti fitosanitari concernenti la sostanza attiva fluroxypyr di cui e' stato approvato il rinnovo con il regolamento di esecuzione (UE) n. 736/2011 della Commissione a norma del rogolamento (CE) n. 1107/2009. (12A02964)
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Decreto 7 novembre 2005 (GU n. 273 del 23-11-2005) Registrazione definitiva del prodotto fitosanitario «Kicker», registrato al n. 11448.
  • Decreto 7 novembre 2005 (GU n. 274 del 24-11-2005) Conferma dell'autorizzazione del prodotto fitosanitario «Floranet», registrato al n. 11435.
  • Decreto 7 novembre 2005 (GU n. 276 del 26-11-2005) Registrazione definitiva del prodotto fitosanitario «Starane Gold», registrato al n. 11341.
  • Decreto 23 gennaio 2006 (GU n. 28 del 3-2-2006) Autorizzazione per l'immissione in commercio del prodotto fitosanitario «Complex 101», registrato al n. 12741.
CAMPO D'IMPIEGO
Diserbo di frumento (tenero e duro), segale, orzo, avena, mais, sorgo e di alcune colture arboree (agrumi, pomacee e olivo).
Trova inoltre impiego nel diserbo di aree ed opere civili, industriali, sedi stradali e ferroviarie, argini di canali, terreno prima del trapianto di forestali, tappeti erbosi per uso ornamentale e sportivo.
SPETTRO D'AZIONE
  • Nel diserbo di frumento e orzo il prodotto e' indicato per il controllo del Galium aparine (attaccamano) in qualunque stadio del suo sviluppo, anche molto avanzato. E' inoltre dotato di attivita' collaterale su Polygonum convolvulus (poligono convolvolo), Convolvulus arvensis (vilucchio), Stellaria media (centocchio). Nel caso di presenza rilevante di altre malerbe il prodotto deve essere miscelato con altri erbicidi di post-emergenza che ne completino lo spettro d'azione.
  • Nel diserbo del mais il prodotto e' attivo contro infestanti perennanti quali convolvulus arvensis (vilucchio), Calystegia sepium vilucchione), Rubus spp. (rovo) e Rumex spp. (romice).
  • Nel diserbo delle colture arboree (agrumi, pomacee e olivo) controlla malva e rovo, oltre ad attaccamano, cencio molle, centocchio, erba morella, forbicina, poligono convolvolo, porcellana, romice, vilucchio e vilucchione.
FORMULAZIONI
¦ Liquido emulsionabile
Sono disponibili formulazioni in miscela con Clopiralid + MCPA per il diserbo di avena, frumento, orzo e segale.
MODALITA' D'IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 20,6% di p.a. (200 g/l) sotto forma di liquido emulsionabile.
  • Frumento tenero e duro, orzo, segale e avena: STARANE 21 si applica in post-emergenza alla dose di 0,9 l/ha, con 300-400 litri d’acqua ettaro.
Quando viene miscelato con altri erbicidi di post-emergenza (dicotiledonicidi), il dosaggio può essere abbassato a 0,7 l/ha.
E’ consentita la trasemina delle leguminose 10 gg. dopo il trattamento.
  • Mais: si applica in post emergenza alla dose di 0,5 - 0,7 l/ha, con 300-400 litri d’acqua ettaro. In presenza di specie perennanti: alla dose di 1 l/ha, anche in applicazione frazionata.
Non applicare oltre lo stadio di 6 foglie di mais.
  • Colture arboree
Infestanti controllate: Malva (Malva spp.), rovo (Rubus spp.) e tutte le infestanti indicate per le colture erbacee.
Pomacee, agrumi e olivo: si impiega in post-emergenza delle infestanti alla dose di 1,5 l/ha, con 300-400 litri d’acqua ettaro.
Per un ottimale controllo delle specie perennanti menzionate è consigliabile miscelare STARANE 21 con prodotti a base di glyphosate.
COMPATIBILITA'
Compatibile con i piu' comuni erbicidi di post-emergenza delle colture autorizzate. Si consiglia comunque di accertarsi in via preventiva della compatibilita' dei prodotti.
FITOTOSSICITA'
Il prodotto puo' risultare fitotossico per le colture non indicate in etichetta.
ALTRE NOTIZIE
Il prodotto consente la trasemina delle leguminose 10 giorni dopo il trattamento.
Nel diserbo del mais il prodotto non deve essere applicato oltre lo stadio di 6 oglie della coltura.
La pioggia caduta un'ora dopo la distribuzione del prodotto non pregiudica l'esito del trattamento.
MECCANISMO D'AZIONE
Erbicida auxinico.
Fluroxipir compresi i suoi esteri espressi in fluroxipir.
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Fluroxipir - codice 1000000: fluroxipir
INFORMAZIONI MEDICHE
Sintomi: negli animali da esperimento irritante per cute, occhi e mucose.
Organo bersaglio: fegato e rene.
Terapia: sintomatica.
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto > 5000 mg fluroxypyr-meptyl/Kg
DL 50 dermale acuta coniglio > 2000 mg/Kg
Irritazione oculare (coniglio): leggermente irritante
Irritazione dernale (coniglio): non irritante
Tossicita' per gli uccelli:
DL 50 orale acuta Anas platyrhynchos e Colinus virginianus > 2000 mg furoxypyr- meptyl/Kg
Tossicita' per i pesci:
CL 50 (96h) Salmo gairdneri > 100 mg fluroxypyr/l
Tossicita' per le api:
CL 50 (48 h) > 0.1 mg/ape