BIFENOX

NOME CHIMICO
methyl 5-(2,4-dichlorophenoxy)-2-nitrobenzoate (IUPAC) methyl 5-(2,4-dichlorophenoxy)-2-nitrobenzoate (C.A.)
FORMULA BRUTA
C H Cl NO
14 9 2 5
CENNI STORICI
Erbicida introdotto da Mobil Chemical Co. Agrochemical Division (ora Rhone-Poulenc Agrochimie)e più tardi da Eli Lilly & Co. (ora DowElanco.).
NOME COMUNE
bifenox (BSI, ISO, ANSI, WSSA)
NUMERO CAS
42576-02-3
PESO MOLECOLARE
342.1
STATO FISICO
Cristalli di colore giallo.
SOLUBILITA'
In acqua 0.35 mg/l (25°C).
In acetone 400 g/kg, in clorobenzene 400 g/kg, in etanolo < 50 g/kg, in xilene 300 g/kg (25°C).
PUNTO DI FUSIONE
84-86°C
PRESSIONE DI VAPORE
0.32 mPa a 30°C
STABILITA'
Stabile al calore fino a 175°C. Stabile in condizioni leggermente acide o alcaline; viene rapidamente idrolizzato con pH maggiore di 9.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Frumento, orzo, triticale, avena, segale--
Tabacco60
Soia- (dal 12/5/2015 al 8/9/2015)
Autorizzazioni in deroga (art. 53 Reg. 1107/2009)
  • Con Decreto 12 maggio 2015 il prodotto Fox ha ottenuto in via eccezionale l’estensione d’impiego per il diserbo della soia in post-emergenza contro infestanti dicotiledoni, limitatamente ai terreni fortemente organici (torbosi), per un periodo di 120 giorni dal 12 maggio all'8 settembre 2015.
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Frumento, orzo--
Riso60
Tabacco60
Ornamentali--
Altri impieghi
Aree civili e industriali
Note:
Applicazioni in pre- e post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008:
Frutta0,1
Ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi oleaginosi0,05*
Olive da olio0,1
Altri frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,1
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,05*
Luppolo0,05*
Spezie0,05*
Piante da zucchero0,05*
Note:
(F) = Liposolubile
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Frumento, orzo, riso0,1 (n)
(n) limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come erbicida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2008/66/CE della Commissione del 30 giugno 2008 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio ai fini dell'iscrizione di bifenox, diflufenican, fenoxaprop-P, fenpropidin e quinoclamine come sostanze attive.
  • Decreto 11 settembre 2008 (GU n 3 del 5-1-2009) Inclusione delle sostanze attive bifenox, diflufenican, fenoxaprop-P, fenpropidim e quinoclamine nell'allegato 1 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194, in attuazione della direttiva 2008/66/CE del 30 giugno 2008 della Commissione
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione del 25 maggio 2011 recante disposizioni di attuazione del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'elenco delle sostanze attive approvate
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 1124/2013 della Commissione dell’8 novembre 2013 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda le condizioni di approvazione della sostanza attiva bifenox
  • Comunicato 30 luglio 2014 Elenco autorizzazioni revocate automaticamente
CAMPO D'IMPIEGO
Formulato da solo è indicato per il diserbo del frumento, dell'orzo e del tabacco.
Formulato in miscela con pyraflufen etile è indicato per il diserbo del frumento e dell'orzo.
Formulato in miscela con florasulam è indicato per il diserbo di frumento, orzo, triticale, avena, segale.
SPETTRO D'AZIONE
L'associazione di bifenox e pyraflufen etile garantisce il controllo di diverse infestanti tra cui Galium aparine, Lamium spp., Rapistrum rugosum, Raphanus spp., Sinapis arvensis, Veronica spp. e Viola spp. Risultano mediamente sensibili Anthemis arvensis, Fumaria officinalis, Matricaria chamomilla, Papaver rhoeas e Stelaria media.
Sulle infestanti dicotiledoni la migliore eficacia si otiene intervenendo in pre-emergenza nello stadio di sviluppo compreso tra la seconda e la quarta foglia.
FORMULAZIONI
Sospensione concentrata
MODALITA' D'IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 42,2% (500 g/l) di bifenox in associazione a pyraflufen etile 0,76% (9 g/l) sotto forma di sospensione concentrata.
  • Frumento tenero e duro, orzo: 1-1,3 l/ha, in post-emergenza precoce su infestanti da poco emerse e in attiva crescita, a partire dallo stadio di 3-4 foglie fino allo stadio di 5-6 foglie vere, ed entro la fase di accestimento della coltura. In caso di infestazioni miste si consiglia di miscelare con prodotti a base di clortoluron per migliorare l'efficacia su papavero, Camomille, Borsa del patore, Stellaria e per estenderla alle graminacee.
Avvertenze: distribuire il prodotto impiegando un volume d'acqua di 200-500 l/ha. Trattamenti eseguiti in epoche piu' tardive rispetto a quelle indicate risultano di minore efficacia. In presenza di sbalzi di temperatura dopo l'applicazione, particolarmente nel caso di aplicazioni tardive e su orzo, sull'apparato fogliare della coltura possono comparire ustioni puntiformi di carattere transitorio e senza riflesso alcuno su sviluppo e produttività. L'aggiunta di un bagnante ne migliora l'efficacia ma accresce il rischio di provocare ingiallmenti ed usioni puntiformi transitori sulla coltura.
ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE
Agisce sia in pre-emergenza sia in post-emergenza delle infestanti.
FITOTOSSICITA'
Non miscelare con prodotti a base di MCA e MCPP (mecoprop) come esteri, ioxinil e bromoxinil, tralcoxidim e fenoxaprop etile.
ALTRE NOTIZIE
La presenza dela componente bifenox rende ossibile il contenimento delle nascite scalari successive al trattamento.
PERSISTENZA
La mezza-vita (DT50) nel terreno è di circa 5-7 giorni mentre l'attività residuale si prolunga per circa 7-8 settimane.
(F) = Liposolubile
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto >5000 mg tecn./kg
DL 50 orale acuta topo 4556 mg/kg
DL 50 demale acuta coniglio >2000 mg/kg
Irritazione dermale (coniglio): non irritante
Irritazioen oculare (coniglio): non irritante
CL 50 inalatoria > 0.91 mg/l
Tossicità per gli uccelli:
CL 50 (8 gg.) Phasianus spp. >5000 mg/kg dieta
Tossicità per i pesci e altri organismi acqutici:
CL 50 (96 h) Salmo gairdneri >0.67 mg/l
CL 50 (96 h) Lepomis macrochirus >0.27 mg/l
CL 50 (48 h) Daphnia 0.66 mg/l
Prodotti contenenti BIFENOX