DESMEDIFAM

NOME CHIMICO
ethyl 3-phenylcarbamoyloxyphenylcarbanate (IUPAC) ethyl [3-[[(phenylamino)carbonyl]oxy]phenyl]carbamate (C.A.)
FORMULA BRUTA
C H N O
16 16 2 4
GRUPPO CHIMICO
Azotorganici CARBAMMATI
CENNI STORICI
Erbicida introdotto da Schering AG (ora Agrevo GmbH).
NOME COMUNE
desmedipham (BSI, E-ISO, ANSI, WSSA)
NUMERO CAS
13684-56-5
PESO MOLECOLARE
300.3
STATO FISICO
Cristalli incolori.
SOLUBILITA'
In acqua (pH 7 e 20°C) 7 mg/l.
In acetone 400 g/l, in benzene 1.6 g/l, in esano 0.5 g/l, in metanolo 180 g/l, in toluene 1.2 g/l (20°C).
PUNTO DI FUSIONE
120°C
PRESSIONE DI VAPORE
  • 5
4 x 10 mPa (25°)
STABILITA'
Stabile per due anni a 70°C.
Risulta stabile in ambiente acido mentre viene idrolizzato in mezzo neutro o alcalino.
CORROSIVITA'
Non corrosivo.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Colture:
Bietola rossa30
Barbabietola da zucchero30
Barbabietola da foraggio30
Note:
Applicazione in post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008:
Frutta0,05*
Ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi oleaginosi0,1*
Olive da olio0,05*
Altri frutti oleaginosi0,1*
Cereali0,05*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Barbabietola da zucchero0,1
Altre piante da zucchero0,05*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 22 gennaio 2008 (GU n. 84 del 9-4-2008):
Frutta0,05* p
Ortaggi0,05* p
Legumi da granella0,05* p
Semi oleaginosi0,1* p
Patate0,05* p
0,1* p
Luppolo0,1* p
Cereali0,05* p
Barbabietole da zucchero0,1 (n)
Note:
(p) Indica che la quantità massima di residui è stata fissata provvisoriamente a norma dell'art 4, paragrafo 1, lettera f), della 91/414/CEE.
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
(*) Limite inferiore convenzionale di determinazione analitica
I nuovi limiti massimi di residui, che trovano applicazione per i trattamenti effettuati dopo l'entrata in vigore dei limiti stessi, si applicano a decorrere dal 21 gennaio 2008 (art 1, comma 5, Decreto 22 gennaio 2008).
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Decreto 18 giugno 2004 (GU n 232 del 2-10-2004) "Inclusione delle sostanze attive alpha-cypermethrin, benalaxyl, bromoxynil, desmedipham, ioxynil e phenmedipham nell'allegato I al decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194, in attuazione della direttiva 2004/58/CE della Commissione del 23 aprile 2004."
  • Decreto 8 Settembre 2005 (GU n. 232 del 5-10-2005) Revoca delle autorizzazioni all'immissione in commercio di prodotti fitosanitari non conformi alle disposizioni, definite dal decreto del Ministero della salute del 18 giugno 2004, relativo all'iscrizione della sostanza attiva «desmedipham» nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 1197/2012 della Commissione del 13 dicembre 2012 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda l’estensione dei periodi di approvazione delle sostanze attive acetamiprid, alpha-cypermethrin, Ampelomyces quisqualis ceppo: AQ 10, benalaxyl, bifenazato, bromoxynil, chlorpropham, desmedipham, etoxazole, Gliocladium catenulatum ceppo: J1446, imazosulfuron, laminarin, mepanipyrim, metossifenozide, milbemectin, phenmedipham, Pseudomonas chlororaphis ceppo: MA 342, quinoxifen, S-metolachlor, tepraloxydim, thiacloprid, tiram e ziram
  • Decreto 12 dicembre 2013 (GU n. 12 del 16-1-2014) - Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di desmedipham ethofumesate phenmedipham, sulla base del dossier 102000000756 di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 12 dicembre 2013 (GU n. 12 del 16-1-2014) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di desmedipham ethofumesate phenmedipham, sulla base del dossier 102000000609 di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari.
  • Decreto 3 settembre 2014 (GU n. 243 del 1810-2014) Ri-registrazione di prodotti fi tosanitari, a base di ethofumesate, desmedipham e phenmedipham, sulla base del dossier DESM/ETHO/PHEN 25/150/75 g/l SE di Allegato III, alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l’autorizzazione dei prodotti fitosanitari, ai sensi del regolamento (CE) n. 46/2011.
CAMPO D'IMPIEGO
Formulato in miscela con Fenmedifam o con Fenmedifam + Etofumesate è indicato per il diserbo della barbabietola da zucchero.
Ne è tuttavia autorizzato l'impiego anche su bietola rossa e barbabietola da foraggio.
SPETTRO D'AZIONE
Tale miscela controlla numerose infestanti, tra cui: Alopecurus m. (Coda di volpe), Poa t. (Fienarola comune), Amaranthus r. (Amaranto), Atriplex p. (Atriplice maggiore), Capsella b.p. (Borsa del pastore), Chenopodium a. (Farinaccio), Datura s. (Stramonio), Fumaria o. (Fumaria), Galinsoga p. (Galinsoga), Galium a. (Aparine), Lamium p. (Falsa ortica), mercurialis a. (Erba mercurella), Myosotis a. (Miosotide), Papaver r. (Papavero), Polygonum c. (Convolvolo nero), Polygonum l. (Persicaria maggiore), Polygonum p. (Persicaria), Portulaca o. (Erba porcellana), Raphanus r. (Ramolaccio selvatico), Sinapis a. (Senape selvatica), Solanum n. (Erba morella), Stellaria m. (centocchio), Thlaspi a. (Erba storna), Veronica spp. (Veronica), Viola a. (Viola dei campi).
La presenza di Desmedifam conferisce al prodotto una maggiore attività anche sulle malerbe più difficili da controllare.
FORMULAZIONI
¦ Concentrato emulsionabile
MODALITA' D'IMPIEGO
Applicazione in post-emergenza delle infestanti.
ASSORBIMENTO E TRASLOCAZIONE
Agisce sulle infestanti per assorbimento fogliare.
(riga di controllo: questa scheda è tratta da WinBDF Banca Dati Fitofarmaci)
MECCANISMO D'AZIONE
Interferisce nel processo di fotosintesi clorofilliana.
PERSISTENZA
La semivita nel terreno è inferiore a 20 giorni.
PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE
DL 50 orale acuta ratto 10250 mg/kg
DL 50 orale acuta topo > 5000 mg/kg
DL 50 dermale acuta coniglio > 4000 mg/kg
CL 50 inalatoria (4 h) ratto > 7.4 mg/l
Tossicità per gli uccelli:
CL 50 (8 gg) Colinus virginianus > 5000 mg/kg
CL 50 (8 gg) Anas platyrhynchos > 5000 mg/kg
Tossicità per i pesci e altri organismi acquatici:
CL 50 (96 h) Salmo gairdneri 1.7 mg/l
CL 50 (96 h) Lepomis macrochirus 3.2 mg/l
CL 50 (48 h) Daphnia 1.88 mg/l
Non tossico per le api:
DL 50 > 50 µg/ape