LAMBDA-CIALOTRINA

PESO MOLECOLARE

449.9

STATO FISICO

Solido incolore.

SOLUBILITA'

in acqua 0.004-0.005 mg/l
a 21°C: in acetone, esano, metanolo > 500 g/l

PUNTO DI FUSIONE

49.2°C

PRESSIONE DI VAPORE

200 nPa a 20°C

NOME CHIMICO

a reaction product comprising equal quantities of (S)-Ó-cyano-3-phenoxybenzyl (Z)-(1R)-cis-3-(2-chloro-3,3,3-trifluoropropenyl)-2,2-dimethylcyclopropanecarbo xylate and (R)-Ó-cyano-3-phenoxybenzyl(Z)-(1S)-cis-3-(2-chloro-3,3,3- trifluoropro penyl) -2, 2-dimethylcyclopropanecarox ylate (IUPAC)

FORMULA BRUTA

C H ClF NO
23 19 3 3

GRUPPO CHIMICO

Piretroidi

CENNI STORICI

Insetticida introdotto da ICI Agrochemicals.

NOME COMUNE

lambda-cyhalothrin (BSI, E-ISO)

NUMERO CAS

91465-08-6

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)

Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:

Agrumi7/28
Albicocco, ciliegio, pesco, susino7/14
Mandorlo, nocciolo, castagno7/14
Noce, pistacchio14
Melo, pero7/9
Vite7/9/21
Fragola, lampone, ribes nero, uva spina7
Olivo14
Actinidia7
Patata3/7/14/15
Carota, ravanello, aglio, cipolla, pomodoro, peperone, melanzana, cetriolo, zucchino, melone, cocomero3
Zucca-- (solo formuazione granulare localizzato nel solco di semina o di trapianto)
Mais dolce7-14
Cavoli3-7
Lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee3/7/14
Spinaci e simili--/10 (su portulaca solo formuazione granulare localizzata nel solco di semina o di trapianto)
Erbe fresche14
Fagiolino3
Fagiolo, pisello3/7
Fava7
Lenticchia14
Ortaggi a stelo3/7
Lino35
Arachide, soia, cotone15
Girasole60/70
Ravizzone30
Colza28/30
Orzo28/40
Mais7/15/60
Avena30/40
Riso42
Sorgo15/30/60
Frumento, segale28/30
Miglio-- (solo formuazione granulare localizzata nel solco di semina o di trapianto)
Barbabietola da zucchero14/15
Erba medica7/14
Mais da foraggio7
Loglio20/30
Barbabietola da foraggio15
Prati e pascoli20
Tabacco--/60
Floreali e ornamentali, forestali--
Altri impieghi:
Vivai di piante arboree (solo formuazione granulare localizzata nel solco di semina o di trapianto)
Pannelli attrattivi ad azione insetticida per il controllo della mosca delle olive (Bactrocera oleae).
Colture porta-seme destinate esclusivamente alla produzione di materiale riproduttivo (da seme):Cavoli ad infiorescenza, Cavoli a testa, Cucurbitacee, Lattughe e simili, Mais, Colza, Carota, Patata, Solanacee (solo formuazione granulare localizzata nel solco di semina o di trapianto).
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
- Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Colture:
Arancio, mandorlo, nocciolo, melo, pero, albicocco,
ciliegio, pesco, susino, fragola, lampone, ribes nero,
uva spina, actinidia7
Vite21
Carota, ravanello, aglio, cipolla, pomodoro,
peperone, melanzana, zucchino, fagiolino,
finocchio, porro, lenticchia3
Cetriolo, cavoli a infiorescenza, cavoli cappucci,
cavoli di Bruxelles, cicoria, fagiolo, pisello, fava,
sedano, carciofo7
Rucola7
Spinacio, bietola da foglia e da costa10
Arachide, soia, colza, ravizzone, cotone15
Girasole70
Patata15
Luppolo15
Barbabietola da zucchero7
Frumento, orzo, segale, avena, sorgo30
Mais15
Erba medica7
Prati, pascoli, mais, loglio, barbabietole da foraggio 15
Tabacco60
Floreali, ornamentali, forestali--
Derrate alimentari immagazzinate:
Cereali in granella-- (1)
Altri impieghi:
Insetticida di contatto in pannelli attrattivi della mosca dell'olivo
Note:
Divieto di impiego in serra.
(1) Prima della molitura, per l'avvio al consumo sia umano sia animale, i cereali vanno sottoposti ad una idonea pulitura mediante vagliature, ventilazione con aria compressa, spazzolatura ad acqua e decorticazione.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (in mg/Kg = ppm)
- Regolamento (UE) n. 834/2013 della Commissione del 30 agosto 2013:
Agrumi, albicocche, pesche, prugne, uve da tavola e da vino, frutti di piante arbustive, altra piccola frutta e baccche, manghi0,2
Ciliegie0,3
Pomacee, altre drupacee, banane0,1
Fragole0,5
Olive da tavola1
Frutta a guscio0,05*
Cachi0,09
Altra frutta0,02*
Ortaggi a bulbo, cavoli cappucci, legumi freschi, carciofi0,2
Sedani-rapa, ravanelli, pomodori, peperoni, cucurbitacee con buccia commestibile, cavoli broccoli, cavolfiori ...... 0,1
Altri cavoli a infiorescenza, melanzane, lattughe, spinaci e simili, funghi spontanei0,5
Okra, gombo, altre solanacee, sedani, finocchi, porri0,3
Cucurbitacee con buccia non commestibile, mais dolce, cavoletti di Bruxelles0,05
Cavoli a foglia, lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee (escluse le lattughe), erbe fresche ...... 1
Altri ortaggi0,02*
Legumi da granella0,05
Semi oleaginosi (ad esclusione di semi di soia, semi di zucca, semi di canapa, semi di borragine, semi di camelina, semi di ricino) ... 0,2
Semi di soia, semi di zucca, semi di canapa, semi di borragine, semi di camelina, semi di ricino0,05*
Olive da olio1
Noci di palmisti, capoc0,2
Altri frutti oleaginosi0,05*
Orzo0,5
Avena, segale, frumento0,05
Riso1
Altri cereali0,02*
Tè, infusioni di erbe1
Caffè, cacao, carruba0,05*
Luppolo10
Spezie0,05*
Canna da zucchero0,05
Altre piante da zucchero0,02*
Note:
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Lambda-cialotrina - codice 1000000: lambda-cialotrina, incluse altre miscele degli isomeri costituenti (somma degli isomeri)
(F) = Liposolubile
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
- Decreto 31 luglio 2007 (GU n. 254 del 31-10-2007):
Pompelmi, arance, pomeli, pomacee, drupacee
(escluso albicocche e pesche), ribes (rosso,
nero e bianco), uva spina, manghi .............. 0,1
Limoni, limette, mandarini (comprese le
clementine e ibridi simili), albicocche, pesche
(comprese le nettarine e ibridi simili), uve da
tavola e da vino, lamponi, bacche e frutti
selvatici0,2
Fragole (escluse le fragole selvatiche), olive
(da tavola), olive (da olio) ..................... 0,5
Frutta a guscio (con o senza guscio) ............. 0,05*
Altra frutta0,02*
Sedano-rapa, ravanelli, pomodori, peperoni,
gombo, cucurbitacee con buccia commestibile,
cavoli a infiorescenza0,1
Cipolline, cucurbitacee con buccia non
commestibile, mais dolce, cavoletti di
Bruxelles0,05
Melanzane, lattuga, spinaci e simili, funghi
selvatici0,5
Cavoli cappucci, fagioli (con baccello), piselli
(con baccello), piselli (senza baccello) ......... 0,2
Cavoli a foglia, altri simili delle lattughe, erbe
fresche1
Sedani, finocchi, porri0,3
Altri ortaggi0,02*
Legumi da granella0,02*
Semi oleaginosi0,05*
Patate0,02*
1
Luppolo10
Orzo0,05
Altri cereali0,02*
Barbabietole da zucchero0,02 n
Erba medica, foraggio da prati e pascoli0,2 n
Mais, loglio, barbabietole da foraggio0,05 n
Note:
(*) Limite inferiore di determinazione analitica
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria

AGRICOLTURA BIOLOGICA

Piretroidi (solo deltametrina o lambdacialotrina): sostanze attive utilizzabili in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 poi abrogato e sostituito dal regolamento (CE) n. 834/2007 del 28 giugno 2007 che ne ha confermato l'uso in agricoltura biologica (vedi allegato II del regolamento (CE) n. 889/2008 poi modificato con regolamento n. 354/2014 dell'8 aprile 2014).
Descrizione, requisiti di composizione, condizioni per l'uso: Insetticida; solo in trappole con specifiche sostanze attrattive; solo contro Bactrocera oleae e Ceratitis capitata Wied.

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Possono essere autorizzate solo le utilizzazioni come insetticida" (Parte A)
Riferimenti normativi:
- Direttiva 2000/80/CE della Commissione del 4 dicembre 2000 che modifica l'allegato I della direttiva 91/414/CEE del Consiglio, relativa all'immissione in commercio dei prodotti fitosanitari, per consolidare tale allegato e includervi un'altra sostanza attiva (lambda-cialotrina)
- Decreto 6 agosto 2001 (G.U. n. 296 del 21-12-2001) "Attuazione della direttiva 2000/80/CE della Commissione del 4 dicembre 2000, concernente l'iscrizione della sostanza attiva Lamda-Cialotrina nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194".
- Decreto 20 dicembre 2002 (G.U. n. 304 del 30-12-2002) Revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva lambda-cialotrina non conformi alle disposizioni definite dal decreto del Ministero della salute del 6 agosto 2001, relativo all'iscrizione della sostanza attiva lambda-cialotrina nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
- Decreto 8 Settembre 2005 (GU n. 231 del 4-10-2005) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari a base di lambda-cialotrina, a seguito dell'iscrizione della sostanza attiva nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194.
- Decreto 25 giugno 2010 (GU n. 172 del 26-7-2010 ) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva lambda cialotrina alla luce dei principi uniformi di cui all'allegato VI del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (10A08926)
- Direttiva 2010/77/UE della Commissione del 10 novembre 2010 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per quanto riguarda le scadenze dell'iscrizione di determinate sostanze attive nell'allegato I
- Decreto 30 dicembre 2010 (GU n. 52 del 4-3-2011) Modifica della data di scadenza d'iscrizione nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, di determinate sostanze attive, in attuazione della direttiva 2010/77/UE della Commissione. (11A03058)
- Decreto 12 agosto 2011 (GU n. 213 del 13-9-2011 - Suppl. Ordinario n.205) Ri-registrazione di prodotti fitosanitari, a base di lambda cialotrina, sulla base del dossier A12728B di All. III alla luce dei principi uniformi per la valutazione e l'autorizzazione dei prodotti fitosanitari. (11A11315)
- Decreto 28 dicembre 2011 (GU n. 14 del 18-1-2012 - Suppl. Ordinario n.16) Modifica della scadenza di ri-registrazione di alcuni prodotti fitosanitari, a base di lambda cialotrina ai sensi del decreto ministeriale 30 dicembre 2010 in attuazione della direttiva 2010/77/UE. (12A00252)

ALTRE DISPOSIZIONI

- Con il Decreto 3 gennaio 2001 (s.o. G.U. n. 34 del 10.2.2001) sono stati revocati i seguenti impieghi: arancio, limone, cavoli (esclusi cavoli a infiorescenza, cappucci e di Bruxelles), bietole da foglia e da costa. E' stata inoltre stabilita la dose massima di impiego su carciofo in 15 g s.a./ha.
- Con il Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179) è stato nuovamente indicato l'arancio tra gli impieghi autorizzati.
- Con il Decreto 31 luglio 2007 (GU n. 254 del 31-10-2007) sono stati aggiunti tra gli impieghi autorizzati: rucola, spinacio, bietola da foglia e da costa.
Si segnala che con Decreto 27 gennaio 2009 è stata autorizzata l'immissione in commercio del prodotto Karate Zeon 1,5 (reg. n. 13590) caratterizzato dalle seguenti novità rispetto ai precedenti impieghi autorizzati della lambda-cialotrina:
- estensione su limone, mandarino e clementino con intervallo di sicurezza di 7 gg.;
- estensione su cocomero e melone con intervallo di sicurezza di 3 gg.;
- estensione su tutte le lattughe e simili con intervallo di sicurezza di 14 gg.;
- modifica dei seguenti intervalli di sicurezza: cetriolo da 7 a 3 gg.; cicoria, radicchio e rucola da 7 a 14 gg.; carciofo da 7 a 14 gg.; lenticchia da 3 a 14 gg.; mais e mais da foraggio da 15 a 7 gg.; barbabietola da zucchero da 7 a 14 gg.; prati e pascoli e loglio da 15 a 20 gg.; colza, ravizzone e sorgo da 15 a 30 gg.
Si segnala che con Decreto 25 giugno 2010 i prodotti Karate Zeon (reg. 10944) e Kendo with Zeon technology (reg. 14195) hanno ottenuto l'estensione d'impiego su castagno per la lotta contro i parassiti Cydia e Balanino.
Si segnala che con Decreto 27 giugno 2011 è stata autorizzata l'immissione in commercio del prodotto Ampligo (reg. 14936), in miscela con clorantraniliprolo, registrato sulle seguenti colture: cavolfiore, cavolo broccolo, cavoli a testa, erbe fresche, lattughe e altre insalate, mais, mais dolce e pomodoro.
Si segnala che con Decreto 30 giugno 2011 i prodotti Karate Zeon (reg. 10944), Karate Zeon 1,5 (reg. 12940) e Kendo with Zeon technology (reg. 14195) hanno ottenuto l'estensione d'impiego su riso contro il Punteruolo acquatico.
Si segnala che con Deecreto 10 luglio 2012 il prodotto fitosanitario Karate Zeon 1,5 (reg. 12940) ha ottenuto l'estensione di impiego su frumento, segale e orzo.
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice:
Lambda-cialotrina - codice 1000000: lambda-cialotrina, incluse altre miscele degli isomeri costituenti (somma degli isomeri)
(F) = Liposolubile

CAMPO D'IMPIEGO

Insetticida per la difesa di agrumi, mandorlo, nocciolo, castagno, melo, pero, albicocco, ciliegio, pesco, susino, fragola, lampone, ribes nero, uva spina, actinidia, vite, ortaggi (carota, ravanello, aglio, cipolla, pomodoro, peperone, melanzana, mais dolce, fagiolino, finocchio, lenticchia, cetriolo, zucchino, cocomero, melone, cavoli, lattughe e simili, spinacio, bietola da foglia e da costa, erbe fresche, fagiolo, pisello, fava, ortaggi a stelo), oleaginose (arachide, soia, colza, ravizzone, cotone, girasole), patata, luppolo, barbabietola da zucchero, cereali (frumento, orzo, segale, avena, sorgo, mais, riso), foraggere (erba medica, prati, pascoli, mais, loglio, barbabietole da foraggio), tabacco, floreali, ornamentali e forestali.
Trova anche impiego nella disinfestazione dei cereali in granella immagazzinati.

SPETTRO D'AZIONE

E' dotato di un ampio spettro d'azione ed è efficace sugli insetti nei diversi stadi di sviluppo: uova mature, larve e adulti.
In particolare ne è indicato l'impiego su Afidi (foglie non accartocciate), Mosca della frutta, Cidia, Anarsia, Cocciniglie (trattamenti estivi su nenaidi), Tripidi, Cemiostoma, Litocollete, Carpocapsa, Ricamatrici, Psilla del pero, Tignola e Tignoletta della vite, Cicaline, Sigaraio, Agrilo, Maggiolino, Dorifora, Cavolaia, Piralidi, Cimici, Nottue defogliatrici (allo scoperto), Lepidotteri defogliatori e diversi altri insetti.
Esplica anche un'azione acaro-frenante (sulle forme mobili).

MODO D'AZIONE

Insetticida piretroide attivo essenzialmente per contatto e secondariamente per ingestione. E' privo di proprietà sistemiche.
E' caratterizzato da un effetto abbattente molto marcato dovuto all'immediato assorbimento attraverso la cuticola e alla rapida penetrazione nelle fibre nervose dell'insetto. E' dotato inoltre di un effetto repulsivo, antinutrizionale e anti-deposizione delle uova. Questi effetti continuano a manifestarsi anche successivamente al trattamento, garantendo un lungo periodo di protezione.
L'azione del prodotto risulta indipendente dalle condizioni ambientali. Difatti, viene rapidamente assorbito dalle foglie evitando il dilavamento ad opera della pioggia; non viene degradato dalla luce solare e manifesta una attività costante sia alle basse che alle alte temperature.

FORMULAZIONI

- Granuli idrodispersibili
- Sospensione di capsule
Sono disponibili formulazioni in miscela con clorantraniliprolo.

MODALITA' DI IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 1,47% di p.a. (15 g/l) sotto forma di sospensione di capsule.
Il prodotto si impiega ai primi attacchi, quando le foglie non sono accartocciate e in assenza di melata. Effettuare i trattamenti nelle ore più fresche della giornata. E' importante assicurare una uniforme copertura della vegetazione da proteggere e favorire il contatto del prodotto con i parassiti; perciò impiegare i volumi maggiori in presenza sia di vegetazione fitta sia di piante di grande sviluppo.
Ripetere i trattamenti in accordo al ciclo biologico del parassita.
Per un razionale impiego del prodotto, si consideri che la sua azione repellente non invita l'avvicinamento degli insetti pronubi all'area trattata e cio' per circa 2-6 ore, periodo oltre il quale il rischio per gli impollinatori risulta significativamente ridotto.
AGRUMI (Arancio, limone, mandarino, clementino)
- Afidi (foglie non accartocciate): 70-100 ml/hl, 2 l/ha
- Mosca, Cimice verde: 100-130 ml/hl, 2,7 l/ha
DRUPACEE (Albicocco, pesco, nettarine, susino)
- Afidi (foglie non accartocciate): 70-100 ml/hl, 1 l/ha
- Mosca della frutta: 100-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Lepidotteri in genere (cidia, anarsia): 170-200 ml/hl, 2 l/ha
- Cocciniglie (trattamenti estivi su neanidi): 170-200 ml/hl, 2 l/ha
- Tripidi: 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
POMACEE (Melo, pero)
- Afidi (foglie non accartocciate): 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Cemiostoma, litocollete (prima della comparsa delle mine ed in presenza di uova mature della 1 a generazione), carpocapsa: 100-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Ricamatrici estive e lepidotteri: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Psilla del pero:
1° intervento (adulti svernanti) 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
2° intervento (prime neanidi della 2 a gen.): 170-230 ml/hl, 2,3 l/ha
normalmente in maggio
MANDORLO, NOCCIOLO
- Agrilo (adulti e forme larvali esterne), maggiolino (sulla vegetazione), cimici: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
FRAGOLA (anche in serra) e FRUTTIFERI MINORI (lampone)
- Afidi (foglie non accartocciate): 70-100 ml/hl, 1 l/ha
- Lepidotteri tortricidi: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha

VITE

- Tignola e tignoletta:
1a generazione: 170 ml/hl, 1,7 l/ha
2a generazione: 170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Cocciniglie (trattamenti estivi su neanidi): 170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Cicaline: 100-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Sigaraio: 170 ml/hl, 1,7 l/ha

BARBABIETOLA DA ZUCCHERO

- Altica: 1-1,3 l/ha
- Afidi (foglie non accartocciate): 0,7-1 l/ha
- Cleono, lisso: 1,3-1,7 L/HA
- Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha
MAIS E MAIS DOLCE, SORGO
- Afidi, lema, tripidi, cecidomia, idrelia: 1-1,3 l/ha
- Nottue (allo scoperto): 0,7-0,85 l/ha
- Piralide e Diabrotica (1 trattamento): 1,3-1,7 l/ha
- Piralide e Diabrotica (2 trattamenti a distanza di 10 gg.): 1,1-1,3 l/ha

RISO

- Punteruolo acquatico del riso (Lissorhoptrus oryzophiluis): 0,8-1,15 l/ha
OLEAGINOSE (Arachide, colza, cotone, girasole, soia, ravizzone)
- Afidi (foglie non accartocciate): 1-1,3 l/ha
- Altica, meligete e tentredine: 1-1,3 l/ha
- Cimici e cecidomia: 1,3-2 l/ha
- Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha

FORAGGERE

(Barbabietola da foraggio, erba medica, loglio, mais, prati-pascoli)
- Afidi (foglie non accartocciate), apion, fitonomo: 1,2 l/ha
Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha
(Mais da foraggio)
- Piralide e Diabrotica (1 trattamento): 1,3-1,7 l/ha
- Piralide e Diabrotica (2 trattamenti a distanza di 10 gg.): 1,1-1,3 l/ha

ORTAGGI

In pieno campo: aglio, cipolla, carota, cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo cappuccio, cavolini di Bruxelles, carciofo, fagiolo, fagiolino, fava, finocchio, lenticchia, patata, pisello, porro, sedano, ravanello, spinacio, lattughe e simili.
In pieno campo e in serra: cetriolo, cocomero, melone, melanzana, peperone, pomodoro, zucchino.
- Afidi (foglie non accartocciate), mosca bianca: 70-100 ml, 1 l/ha
- Dorifora, cavolaia, tripidi, piralidi: 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Cimici: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha
Rucola (pieno campo)
- Altica: effettuare 1- massimo 2 trattamenti alla comparsa dei primimsintomio a distanza minima di 10 giorni: 70-100 ml/hl, 1l/ha

TABACCO

- Afidi e mosca bianca: 70-100 ml/hl, 1 l/ha
- Tripidi e pulce del tabacco: 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha

FLOREALI E ORNAMENTALI

- Afidi e mosca bianca (foglie non accartocciate): 70-100 ml/hl, 1 l/ha
- Tripidi: 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Bega del garofano (su larve prima che penetrino): 170-200 ml/hl, 2 l/ha
- Nottue defogliatrici (allo scoperto): 0,8 l/ha
FORESTALI (in vivaio)
- Afidi: 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Processionaria (forme migranti): 100-130 ml/hl, 1,3 l/ha
- Tingide americana: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
- Lepidotteri defogliatori: 130-170 ml/hl, 1,7 l/ha
Per le seguenti colture non superare le seguenti dosi per ettaro rispetto a quelle indicate:
- erba medica, prati e pascoli, loglio: 0,7 l/ha
- susino, mais da foraggio: 1,7 l/ha;
- patata, pisello, aglio: 1,3 l/ha
- lattughe e simili, soia, carciofo e finocchio: 1 l/ha.

FITOTOSSICITA'

In assenza di esperienza ed in presenza di varietà di recente introduzione o poco diffuse, effettuare, prima del trattamento, piccole prove di saggio. Cio' è particolarmente necessario con le floreali, ornamentali e ortaggi in conseguenza della continua innovazione sia di specie sia di selezioni vegetali.

MECCANISMO D'AZIONE

Agisce sul sistema nervoso centrale e periferico, a livello di conduzione assonale con alterazione della permeabilità della membrana dei neuroni.
L'effetto caratteristico sull'insetto è una immediata paralisi.

PERSISTENZA

La semivita nel terreno varia da 22 a 82 giorni.

VIE DEI DEGRADAZIONE

Nel terreno viene rapidamente degradato per via microbica.

MOBILITA' NEL TERRENO

Grazie alla bassa solubilità in acqua e al rapido adsorbimento da parte dei colloidi del terreno non è soggetto a dilavamento.

INFORMAZIONI MEDICHE

Sintomi: bloccano la trasmissione nervosa iperstimolando pre-post-sinapticamente le terminazioni neuronali.
Particolare sensibilità da parte di pazienti allergici ed asmatici, nonché dei bambini.
Sintomi a carico del SNC: tremori, convulsioni, atassia; irritazione delle vie aeree; rinorrea, tosse, broncospasmo e dispnea; reazioni allergiche scatenanti: anafilassi, ipertermia, sudorazione, edemi cutanei, collasso vascolare periferico.
I diluenti (idrocarburi), eventualmente presenti nel formulato, possono provocare broncopolmoniti chimiche, aritmie cardiache.
Terapia: sintomatica e di rianimazione.
Consultare un centro antiveleni.

PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE

DL 50 orale acuta ratto 56-482 mg/kg
Tossicità per gli uccelli:
DL 50 orale acuta Anas platyrhynchos > 3950 mg/kg
Tossicità per le api:
DL 50 orale 38 ng/ape
DL 50 per contatto 909 ng/ape

Giorni di carenza
Forestali0
Luppolo15
Olivo (olive da olio)14
Prati e pascoli20
Actinidie (kiwi)7
Agrumi7
Albicocche7
Arance0
Castagne7
Ciliegie7
Clementine0
Lamponi7
Limoni0
Mandarini0
Mandorle7
Mele7
Nocciole7
Noci comuni14
Olive da tavola14
Pere7
Pesche7
Pistacchi14
Ribes7
Susine7
Uva spina7
Uve7
Aglio3
Altre lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee0
Altri cavoli a infiorescenzaNone
Altri ortaggi a steloNone
Altri spinaci e simili0
Arachide15
AsparagoNone
Avena30
Barbabietola da foraggio15
Barbabietola da zucchero14
Barbarea0
Bietola da costa10
Bietola da foglia10
Carciofo3
CardoNone
Carota3
Cavoletto di Bruxelles0
Cavolfiore3
Cavoli7
Cavoli a fogliaNone
Cavoli a testaNone
Cavolo broccolo3
Cavolo cappuccio0
Cavolo rapaNone
Cereali0
Cetriolo3
Cicoria0
Cipolla3
Cocomero (anguria)3
Colza28
Cotone15
Crescione0
Cuori di palmaNone
Dolcetta/valerianella/gallinella0
Erba medica7
Erbe fresche14
Fagiolino3
Fagiolo3
Fava7
Finocchio3
Floreali e ornamentali0
Fragola7
Frumento28
Germogli di bambùNone
Girasole60
Indivia0
Lattuga0
Lattughe e insalate3
Lenticchia14
Lino35
Loglio20
Mais7
Mais da foraggio7
Mais dolce7
Melanzana3
Melone3
Miglio0
Ortaggi a stelo7
Orzo28
Patata3
Peperone3
Pisello3
Pomodoro3
Porro3
Portulaca0
Prodotti baby leaf (comprese le brassicacee)0
RabarbaroNone
Radicchio0
Ravanello3
Ravizzone30
Riso42
Rucola0
Scarola (indivia a foglie larghe)0
SedanoNone
Segale28
Senape juncea0
Soia15
Sorgo15
Spinacio10
Tabacco60
Zucca0
Zucchino3