QUIZALOFOP-P-ETILE

PESO MOLECOLARE

344.8

STATO FISICO

Cristalli.

SOLUBILITA'

a 20°C: in acqua 0.4 mg/l; in acetone 650 g/l; in etanolo 22 g/l; in esano 5 g/l; in xylene 360 g/l

PUNTO DI FUSIONE

76-77°C

PUNTO DI EBOLLIZIONE

220°C/0.2 mm Hg

PRESSIONE DI VAPORE

11 nPa a 20°C

NOME CHIMICO

(R)-2-[4-(6-cloroquinoxalin-2-yloxy)phenoxy]propionic acid (IUPAC)

FORMULA BRUTA

C H ClN O
17 13 2 4

GRUPPO CHIMICO

Arilossifenossipropionati

CENNI STORICI

Erbicida introdotto da Nissan Chemical Industries Ltd.

NOME COMUNE

quizalofop-P (BSI, E-ISO)

NUMERO CAS

94051-08-8

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)

- Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Colture:

Fragola30
Cipolla, pomodoro, cavolo cappuccio60
Carota, aglio, zucchino, melone, cavolfiore, pisello,
carciofo30
Lattughe e simili15
Spinacio, fagiolino20
Girasole, soia, colza60
Barbabietola da zucchero60
Erba medica20
Tabacco30
Altri impieghi:
Vivai di fruttiferi non in produzione e di specie ornamentali.
Note:
Applicazione in post-emergenza delle infestanti.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg = ppm)
- Regolamento (UE) n. 500/2013 della Commissione del 30 maggio 2013:
Pesche0,2
Altra frutta0,05*
Patate0,2
Funghi, alghe marine0,05*
Altri ortaggi0,4
Legumi da granella0,4
Semi di lino0,2
Semi di girasole0,7
Semi di colza0,5
Semi di cotone0,15
Semi di senape0,05*
Altri semi oleaginosi0,1*
Frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,05*
Infusioni di erbe1
Tè, caffè, cacao, carruba0,05*
Luppolo0,05*
Semi di coriandolo0,1
Altre spezie0,05*
Barbabietola da zucchero0,1
Altre piante da zucchero0,05*
Note:
Quizalofop, incluso quizalfop-P
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
- Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Fragole0,05 (n)
Carote, agli, cipolle, pomodori, zucchine,
meloni, piselli senza baccello, fagiolini0,05 (n)
Cavolfiori, cavoli cappuccio, lattughe e simili,
carciofi0,05 (n)
Spinaci0,1 (n)
Semi di girasole, di soia e di colza0,05 (n)
Barbabietole da zucchero0,05 (n)
Erba medica0,1 (n)
Note:
Da solo o come somma degli isomeri
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria

REVISIONE EUROPEA

Sostanza attiva iscritta in allegato I con le seguenti disposizioni specifiche: "Possono essere autorizzati soltanto gli usi come erbicida" (Parte A)
Riferimenti normativi:
- Direttiva 2009/37/CE della Commissione del 23 aprile 2009 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'inclusione delle sostanze attive clormequat, composti di rame, propaquizafop, quizalofop-P, teflubenzurone e zeta-cipermetrina
- Decreto 15 settembre 2009 (GU n. 289 del 12-12-2009) Inclusione delle sostanze attive clormequat, composti del rame, propaquizafop, quizalofop-P, teflubenzurone e zeta-cipermetrina nell'allegato 1 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2009/37/CE della commissione del 23 aprile 2009. (09A14728)
- Decreto 20 gennaio 2011 (GU n. 38 del 16-2-2011) Elenco dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva quizalofop-p revocati ai sensi dell'articolo 2, commi 2 e 3 del decreto del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 15 settembre 2009 relativo all'iscrizione della sostanza attiva stessa nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194. (11A01930)

ALTRE DISPOSIZIONI

- Con il Decreto 15 novembre 2005 (GU n 28 del 3-2-2006) è stata la voce "Vivai di fruttiferi non in produzione e di specie ornamentali" tra gli impieghi autorizzati.
- Con il Decreto 23 luglio 2008 (GU n. 265 del 12-11-2008) sono state aggiunte le lattughe e simili tra gli impieghi autorizzati.
Quizalofop, incluso quizalfop-P

CAMPO DI IMPIEGO

Diserbo di fragola, ortaggi (cavolfiore, cavolo cappuccio, pomodoro, cipolla, carciofo, melone, zucchino, pisello, carota, aglio, lattughe e simili, spinacio, fagiolino), barbabietola da zucchero, girasole, soia, colza, erba medica, tabacco, vivai di fruttiferi e di specie ornamentali (non in produzione).

SPETTRO D'AZIONE
Efficace contro le infestanti graminacee annuali e poliennnali:
- graminacee annuali: Avena (Avena spp.), Coda di topo (Alopecurus spp.), Fienarola (Poa annua), Giavone (Echinochloa spp.), Loglio (Lolium spp.), Pabbio (Setaria spp.), Sanguinella (Digotaria spp.), Scagliola (Phalaris spp).
- graminacee poliennali: Gramigna comune (Agropyron repens), Gramigna rampicante (Cynodon dactylon), Sorghetta (Sorghum halepense).

MODO D'AZIONE

Erbicida di post-emergenza ad azione di contato e per assorbimento fogliare.
Viene rapidamente assorbito dalle foglie delle graminacee e traslocato a livello dei meristemi, dove causa la distruzione dei medesimi, con conseguente blocco dello sviluppo delle infestanti. Nelle graminacee poliennali viene traslocato anche negli organi sotterranei dove impedisce lo sviluppo delle gemme laterali; può essere inoltre assorbito dal coleoptile e dalle giovani radici delle graminacee quando vi è una sufficiente umidità del terreno.

FORMULAZIONI

- Concentrato emulsionabile
- Sospensione concentrata

MODALITA' DI IMPIEGO

Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 5% (50 g/l) di p.a. sotto forma di concentrato emulsionabile.
Contro la maggior parte delle graminacee annuali il prodotto si impiega ala dose di 1-1,5 l/ha fino alle 3 foglie, ippure alla dose di 1,5-2 l/ha nel caso di infestanti in pieno accestimento. Il prodotto va diluito in 300-400 litri d'acqua.
Contro Poa spp. intervenire alle dosi di 1,5-2 l/ha quando l'infestante è nello stadio di 1-2 foglie.
Contro Sorghum halepense da rizoma e altre perennanti, si può effettuare un trattamento unico a fine levata-inizio botticella alla dose di 2-2,5 l/Ha, oppure si può intervenire con trattamenti frazionati a 1-1,5 l/ha quando le infestanti sono alte almeno 30 cm ripetendo successivamente il trattamento sui ricacci.
Il prodotto agisce lentamente ed occorrono 7-15 giorni, in relazione all'andamento stagionale, per manifestare l'effetto erbicida.
Le condizioni climatiche favorevoli alla crescita vegetativa delle infestanti (caldo e un buon livello di umidità del terreno) migliorano ed acceledrano l'efficacia del prodotto. Per quanto concerne le infestanti perennanti, la frammentazione dei rizomi effettuata con lavorazioni meccaniche migliora l'efficacia del trattamento.

FITOTOSSICITA'

Può risultare fitotossico per le colture non indicate in etichetta. Si consiglia di trattare in assenza di vento in modo da non danneggiare colture sensibili vicine (cereali, mais, riso, wc.).

ALTRE NOTIZIE

Nel caso si debba sostituire la coltura trattata è necessario rispettare un intervallo di 4 settimane tra il trattamento e la semina di graminacee (cereali, erbai; per la risemina di altre colture non è necessario alcun intervallo di rispetto.

MECCANISMO D'AZIONE

Provoca la distruzione dei meristemi con blocco dello sviluppo dell'infestante.

MECCANISMO DI SELETTIVITA'

Selettivo per inattivazione biologica.

VIE DI DEGRADAZIONE

Nel terreno viene degradato per mineralizzazione.

MOBILITA' NEL TERRENO

Risulta adsorbito dai colloidi del terreno e poco mobile.

INFORMAZIONI MEDICHE

SINTOMI: irritante per cute e mucose fino all'ulcerazione delle mucose oro-faringea ed esofagea; irritante oculare, miosi. Nausea, vomito, cefalea, ipertermia, sudorazione, dolori addominali, diarrea. Danni al SNC: vertigini, atassia, iporeflessia, nevriti e neuropatie periferiche, parestesie, paralisi, tremori, convulsioni. Ipotensione arteriosa, tachicardia e vasodilatazione, alterazioni ECG. Muscoli: dolenzia, rigidità, fascicolazione: gli spasmi muscolari in genere precedono di poco la morte. Exitus per collasso vascolare periferico.
TERAPIA: sintomatica. Ospedalizzare.
CONTROINDICAZIONI: non provocare il vomito se nel formulato sono presenti distillati del petrolio come solventi.

PROPRIETA' TOSSICOLOGICHE

DL 50 orale acuta ratto maschio 1210 mg/kg
DL 50 orale acuta ratto femmina 1182 mg/kg

Giorni di carenza
Aglio30
Barbabietola da zucchero60
Carciofo30
Carota30
Cavolfiore30
Cavolo cappuccio60
Cipolla60
Colza60
Erba medica20
Fagiolino20
Fragola30
Girasole60
Lattughe e insalate15
Melone30
Pisello30
Pomodoro60
Soia60
Spinacio20
Tabacco30
Zucchino30