BOMBUS TERRESTRIS

COSA SONO I BOMBI
Questi insetti sociali appartengono, come le Api, all'ordine degli Imenotteri.
Per la loro grande efficienza come bottinatori, i bombi sono comunemente usati per l'impollinazione di diverse importanti colture agrarie (es. pomodoro, peperone, melanzana, fragola, melone ed altre colture da frutto come pero, ciliegio, lampone ed altre) e il loro impiego si traduce in produzioni più elevate con frutti regolari e di maggiore qualità.
Danno origine in natura a colonie annuali composte al massimo da 150-400 individui specializzati in funzioni diverse. Si riconoscono dal ronzio, dalle dimensioni elevate e dalla presenza di bande trasversali con colori piuttosto vivaci.
La colonia è fondata da una regina fecondata che dà origine ad una serie di covate, costituite da operaie ed in seguito da maschi, che garantiscono lo sviluppo durante la stagione favorevole.
In genere verso la fine dell'autunno si formano nuove regine che una volta fecondate sono destinate a formare una nuova colonia dopo il riposo invernale. Tutti i componenti della colonia a fine ciclo, compresa la "vecchia" regina, sono destinati a morire con l'arrivo del clima freddo.
L'unica specie allevata in modo massivo ed utilizzata in Europa è Bombus terrestris, la più diffusa negli ambienti temperati. La produzione industriale permette di avere a disposizione, in qualunque periodo dell'anno, regine in perfette condizioni e quindi colonie di grandi dimensioni pronte ad impollinare le colture.
L'applicazione dei Bombi per l'impollinazione risulta molto più vantaggiosa quando si pratica la lotta biologica con insetti ed acari utili.
VANTAGGI
Diretti:
  • allegagione e sviluppo della pianta avvengono in maniera armoniosa e senza gli stress provocati dall'ormonatura chimica.
  • la fruttificazione viene stimolata in modo naturale; ciò si traduce in una alta qualità della produzione (forma tipica della varietà).
  • alta presenza di semi che determina una maggiore consistenza e un più alto peso specifico del frutto.
  • riduzione della frazione di scarto e minor numero di frutti deformati o fuori norma.
. minor impiego di manodopera.
  • minori rischi di allegagione irregolare (specie per le varietà a grappolo)
Indiretti:
  • minor incidenza degli attacchi di botrytis perché l'eliminazione regolare dei residui del petalo nel frutticino in accrescimento diminuisce le probabilità di penetrazione del fungo.