(E,Z)-3,13-OTTADECADIENYL ACETAT

Componente della miscela feromonica impiegata per il monitoraggio, la cattura
in massa e la confusione sessuale dei maschi di Zeuzera pyrina (Rodilegno
giallo).
- Sostanza attiva (feromone) utilizzabile in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 e prorogata dall'articolo 16, paragrafo 3, lettera c), del regolamento (CE) n. 834/2007. Descrizione, requisiti di composizione, condizioni per l'uso: sostanze attrattive; sostanze che alterano il comportamento sessuale; solo in trappole e distributori automatici.(Regolamento (CE) n. 889/2008 - Allegato II).
Componente della miscela feromonica impiegata per il monitoraggio, la cattura in massa e la confusione sessuale dei maschi di Zeuzera pyrina (Rodilegno giallo) e Synanthedon tipuliformis (Sesia del ribes).
CONFUSIONE SESSUALE (mating disruption)
La confusione sessuale è una tecnica che impiega i feromoni secondo il principio per il quale in un ambiente con un'elevata concentrazione di feromone, i maschi non riescono a localizzare le femmine il cui richiamo naturale viene "mascherato". La perdita di sensibilità dei maschi ai richiami delle femmine avviene, in vicinanza della fonte di emissione, anche per "affaticamento" dei sensilli chemiorecettori olfattivi, saturati dall'eccessiva concentrazione di feromone. La concentrazione elevata crea nel frutteto una sorta di "cappa" o "nube" di feromone che nasconde le scie naturali emesse dalle femmine e in tale situazione i maschi non riconoscono nessuna pista odorosa.
Il risultato è una drastica riduzione degli accoppiamenti e quindi della densità di popolazione larvale nella generazione successiva.
Per attuare il metodo della confusione sessuale vengono applicati in campo erogatori di diversa fattura e materiale impregnati con la miscela feromonica specifica per l'insetto che si vuole confondere. Il numero dei diffusori da distribuire in campo, sui rami, prima dell'inizio del volo della specie da controllare, varia, a seconda del tipo, da un minimo di 300 a un massimo di 1000 per ettaro e la quantità di feromone è di circa 100-200 g per ettaro, distribuita con una o due applicazioni. Importante è realizzare un'uniforme distribuzione degli erogatori sulle piante (in particolare nelle parti alte della chioma) in modo da non lasciare zone a minore concentrazione di feromone nelle quali il maschio può individuare le femmine ed accoppiarsi. Il metodo ha maggiori probabilità di successo con basse densità di popolazione del fitofago e quando interessa ampie superfici, a corpo unico o ancora meglio a livello di comprensorio.
Da: Schiaparelli A., Reggiori F., Rama F., Ponti G.L. - FEROMONI E TRAPPOLE Guida per un corretto impiego in frutticoltura e viticoltura. Edizioni L'Informatore Agrario, 2004, Verona, 188 pp.
Prodotti contenenti (E,Z)-3,13-OTTADECADIENYL ACETAT
ISONET ZFeromone di Cbc (europe) s.r.l.
Giorni di carenza
Olivo (olive da olio)0
Mele0
Olive da tavola0
Pere0
Ribes0